BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Donizetti è un patrimonio ma agli uffici del turismo non ne sanno nulla”

Non è la prima volta che il quesito si pone: la figura di Gaetano Donizetti - celebre compositore bergamasco - è adeguatamente promossa e dunque funzionale alla valorizzazione del turismo sul nostro territorio?

Non è la prima volta che il quesito si pone: la figura di Gaetano Donizetti – celebre compositore bergamasco – è adeguatamente promossa e dunque funzionale alla valorizzazione del turismo sul nostro territorio? Già nel febbraio dell’anno scorso Chiara Gambirasio – una guida turistica di Bergamo – aveva contattato Bergamonews chiedendo se la città di Bergamo fosse realmente consapevole dell’importanza di Gaetano Donizetti all’interno del panorama lirico mondiale. Questo dopo aver accompagnato per la città orde di persone provenienti dall’estero interessate non solo alle opere – rappresentate nei teatri di tutto il mondo – ma anche alla storia e ai luoghi dell’autore di "Lucia di Lammermoor" e de "L’elisir d’amore".

In questi giorni il quesito è tornato di moda ed è stato Giuseppe Epis – ex Presidente di Circoscrizione ed esponente della Lega Nord – a ribadire il concetto su Facebook dopo aver constatato la (quasi) totale assenza di materiale informativo presso i principali ‘crocevia’ turistici della città: dall’aeroporto di Orio al Serio alla stazione di Bergamo, per arrivare agli uffici turistici ed info-point. Senza contare la scarsa preparazione in materia del personale, sovente scambiare la Casa Natale di Gaetano Donizetti in via Borgo Canale con il Museo Donizettiano di Via Arena. “Ieri mi sono fatto un giro per vedere se Donizetti a Bergamo è promosso ed è un soggetto che valorizza il nostro turismo – scrive Epis su Facebook -. Sono andato all’aereoporto di Orio al Serio a vedere. Nessuna immagine promozionale fuori e dentro la struttura. Poi vado all’ufficio turistico e dico: buongiorno ho dei parenti lontani che verranno a trovarmi a Bergamo e sono appassionati di Donizetti. Avete dei depliant? O info da darmi? _ No su Donizetti non abbiamo niente, c’è la casa natale ma non so che orari faccia. _ Mi scusi non c’è anche il museo del Donizetti? _ Sono la stessa cosa museo e casa natale, provi a telefonare alla fondazione Donizetti. _ Guardi signora che non è così la casa natale è in via borgo Canale mentre il museo è in via Arena. Guarda il computer su internet… Ha ragione mi scusi, le stampo il numero di telefono della fondazione e vedrà che avrà tutte le info. Non servono altri commenti”.

Fabio Viganò

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lapalisse

    Quando e se avranno tempo, oberati da chissà quali fondamentali incombenze, i nostri esperti di accoglienza turistica potrebbero andare a vedere cosa fanno a Parma e provincia per il festival Verdiano di ottobre, così, tanto per curiosità…

  2. Scritto da aris

    in compenso un tale antonio locatelli di infima importnaza viene celebrato quale eroe locale da molte autorità, contigue alla lega ,che non se ne lamenta…..

  3. Scritto da Gaetano

    Polemica giusta ma strumentale (in maniera clamorosa). Non è forse che Bergamo e i bergamaschi per primi non hanno adeguata consapevolezza verso il più grande bergamasco conosciuto nel mondo?…

  4. Scritto da roberto

    (continua) Mi segno la domanda che mi hanno fatto e condivido con i colleghi e i capi di quell’ufficio sia la domanda, sia la risposta, sia le problematiche emerse (come la mancanza di materiale ecc.)

  5. Scritto da roberto

    Scusate ma lascerei perdere le preferenze politiche di chi ha posto il problema. Piuttosto mi colpisce che a questo ufficio informazioni, così come a molti altri, nessuno si prenda carico delle domande degli interlocutori. Per esempio, non so che orari fa la casa natale, mi pongo il problema e mi preparo, magari richiamando al cellu chi ha fatto la richiesta. (continua)

  6. Scritto da Alberto

    Donizetti dovrebbe essere al centro dell’offerta turistica e culturale della nostra città, invece è sempre stato relegato ad un qualcosa di marginale, quasi superfluo… Chi di dovere dovrebbe rimboccarsi le maniche e iniziare da subito questo lungo e prezioso lavoro.

  7. Scritto da Moroni

    Ma un po’ di precisione e correttezza?! Forse all’aeroporto non ne sanno nulla, ma per esperienza ricordo bene che all’ufficio informazioni nella torre del Gombito e quello in Piazzale Alpini informazioni corrette sul Donizetti/casa natale/museo le hanno sempre sapute dare.

  8. Scritto da MAURIZIO

    Tutte le istituzioni pubbliche italiane non devono essere utili alla società, ma devono unicamente: 1. dare alti immeritati stipendi e pensioni ai dirigenti 2. dare modesti stipendi e pensioni ai dipendenti 3. impedire la vita di ciò che le mantiene, cioè il civile, libero mercato del lavoro e 4. dare vantaggi al partito politico dominante. Tutti i partiti politici hanno creato e mantenuto questo sistema.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Gentile MAURIZIO, ha dimenticato l’importante compito n.° 5. impedire di comprare i «comuni guard rails di alluminio».

      1. Scritto da MAURIZIO

        Solo uno come lei può pensare di darmi fastidio. Continui a rimanere nascosto. Le conviene.

        1. Scritto da Narno Pinotti

          Che bella antifrasi. Se invece fosse una velata minaccia, la invito a non provarci più: è a lei che conviene, mi creda.

      2. Scritto da MAURIZIO

        Per comprendere il commento sul calvalcavia blu pinotti è del tutto irrilevante considerare se i “guard railS” siano di ghisa o di Pinotto mugo. Dubito però che questo possa interessare ad un “tennico” diplomato come lei.

      3. Scritto da MAURIZIO

        Lei ha invece dimenticato il compito n.6 : utilizzare i suoi insufficienti guard rails psichici per tenare di arginare la sua stupidità.

  9. Scritto da roberta

    Perchè questo signor Epis ha scoperto adesso questa passione civica? Perchè quando governava il suo partito (cioè fino a soli 16 mesi fa) non li ha mai incalzati su questo tema?
    Verrebbe quasi da pensare che questo signor Epis ha fatto tutto per spirito di polemica e per propaganda politica.
    Non è interessato veramente al bene della città.

  10. Scritto da IsabelB

    Se il materiale è assente, è forse perché la stessa Fondazione Donizetti non capisce l’importanza degli info Point e gli uffici di informazione non rifornendoli adeguatamente?

  11. Scritto da Pluto

    Ma la Lega Nord -di cui l’Epis non é iscritto secondario…- non ha governato la città per cinque anni e proprio lei ha dimenticato Donizetti? Non é la Lega Nord che recupera pure i calzini sporchi delle vecchie tradizioni ? Una città che disdegna perfino qualche vaso di fiori per 15 giorni in Città Alta ha dimenticato altro che Donizetti !