BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le Mura nell’Unesco: protocollo della candidatura firmato da Serracchiani

Il presidente della regione Friuli Venezia-Giulia sabato mattina ha firmato a Palazzo Frizzoni il protocollo per la candidatura che, se tutto andrà nel verso giusto, entro febbraio sarà consegnata a Parigi.

Le Mura di Bergamo patrimonio dell’Unesco? La candidatura è sempre più vicina a diventare realtà. La conferma è arrivata sabato mattina quando il presidente della regione Friuli Venezia-Giulia Debora Serracchiani ha firmato a Palazzo Frizzoni il protocollo nazionale di sostegno alla candidatura che era già stato siglato, un mese fa, da Regione Lombardia, Provincia e Comune di Bergamo.

Nel Patrimonio dell’Unesco non entreranno solo le Mura di Bergamo, il castello di San Vigilio e le altre opere presenti sul territorio della nostra città, ma il complesso de "Le opere di difesa veneziane tra il XV ed il XVII secolo". La Città di Bergamo è il soggetto promotore e capofila del progetto, coordinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo e dal Ministero degli Affari Esteri, al quale partecipano anche le città italiane di Palmanova, Peschiera del Garda e Venezia e, tramite i rispettivi Ministeri della Cultura, le Repubbliche di Croazia (con Zara, Sebenico, Lesina, e Curzola) e Montenegro (con Castelnuovo, Cattaro e Dulcigno).

"Stiamo lavorando in modo importante sulla candidatura e stiamo confezionando un dossier che sarà tra i più interessanti degli ultimi anni per quello che riguarda il nostro Paese – ha spiegato Debora Serracchiani (nella foto grande sopra con il sindaco Martines, ndr) – Non dimentichiamo che questa candidatura abbraccia oltre 1000 km di territorio, tre diverse regioni italiane, tre diverse nazioni e ben undici città: è un progetto ambizioso e ne siamo consapevoli, ci stiamo lavorando da molto e conosciamo l’importanza che può avere per i rispettivi territori, sia in termini culturali che di promozione turistica. La capacità di tenere insieme tutti questi diversi partner grazie al filo di Venezia e della sua eredità culturale è la miglior fotografia che possiamo dare in vista della presentazione della candidatura a Parigi il prossimo 1 febbraio. Abbiamo avuto un riscontro positivo dal ministro Franceschini e speriamo quindi di avere una candidatura unitaria a dicembre di quest’anno".

"Una candidatura di pace e cooperazione" l’ha definita il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, che sabato 12 settembre ha fatto gli onori di casa nella conferenza stampa alla quale hanno partecipato, oltre a Debora Serracchiani, anche il sindaco di Palmanova Francesco Martines ("Siamo orgogliosi di far parte di questo progetto che, in questi tempi in cui c’è chi alza maldestramente dei muri di chiusra, permette alla nostra città di aprirsi all’Europa"), il vicesindaco di Palmanova Arianna Danielis, il consigliere delegato del Comune di Bergamo alla candidatura Unesco Diego Amaddeo (che ha voluto ringraziare l’Ordine degli Architetti "per la preziosa e indispensabile collaborazione") e il dirigente comunale Giovanni Cappelluzzo che da tempo sta portando avanti il progetto per Bergamo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Carlo

    Invece di questi inutili battibecchi sulla signora politica di turno, sarebbe meglio ricordare tutto il lavoro gratuito dell’associazione Amici delle Mura di Bergamo, che per anni le hanno ripulite da rovi e alberi cresciuti fra le pietre, facendo quello che non faceva il Comune e svolgendo pure attività divulgativa sul tema.

  2. Scritto da william

    “Sono nata a Roma nel 1970 e da vent’anni vivo a Udine, con mio marito e i miei genitori, esercitando la professione di avvocato.” E ricordo che è presidente eletta del FVG. Quindi tacciano i destri rosiconi e pure i pentastellati contorti.

  3. Scritto da Borghigiano

    Perchè centra forse il M5Stelle?

    1. Scritto da Fabio

      Parola e governo ai cittadini, mai più ai politici cialtroni

      1. Scritto da Titti

        Saresti tu il cittadino ?

        1. Scritto da Fabio

          Certo, sicuramente più pulito (come circa altri 60 milioni di italiani) di politici e governanti accaparratori di poltrone e diarie

          1. Scritto da pablo

            quanta fiducia nel tuo prossimo… buona parte dei 60 milioni di onesti a cui ti riferisci, probabilmente, se avessero l’occasione farebbero la stessa cosa… tra l’altro i politici, prima di diventare tali, facevano anch’essi parte dei 60 milioni puliti (?)

          2. Scritto da Titti

            Per cui la tua firma per la domanda all’unesco (purtroppo non prevista dalla procedura) cambierebbe radicalmente la situazione della domanda stessa ? Sarebbe bello che i cittadini non avessero un chip incorporato che dice la stessa cosa qualunque sia la persona o l’argomento . No ?

  4. Scritto da Claudio

    E chi è sta Serracchiani? E che notizia è?

    1. Scritto da Peppo

      Forse è la presidente della regione Friuli Venezia Giulia la cui firma è richiesta , insieme ad altre, per avanzare la candidatura . Forse, la prossima volta la facciamo firmare al cittadino Claudio.

  5. Scritto da Prezzemolina

    Ma c’è c’azzecca la Serracchiani con le mura venete?
    Sempre alla ricerca di pubblicità questi sinistri.
    Non ha una regione a cui dedicarsi? Sempre a fare la prezzemolina su tutto per un po’ di visibilità

    1. Scritto da Jim

      Non ti sfiora il dubbio che sia previsto dalla procedura di presentazione ? Quando uno la sa lunga la sa lunga.

      1. Scritto da Il dubbio

        E allora nell’articolo perchè non viene spiegato con tre parole la procedura. Mica tutti sono informati e la sanno corta come Jim.
        Questa qui la vediamo su tutti i tal show, quindi il dubbio era lecito

  6. Scritto da nino cortesi

    Questa è falsa come Giuda.
    E non c’entra.

    1. Scritto da A piacere

      Già , mi chiedo anch’io perchè non l’abbia firmata grillo . Perchè ? così ….

    2. Scritto da A piacere

      Già , mi chiedo anch’io perchè non l’abbia firmata grillo . Perchè ? così ….

    3. Scritto da Renzo

      È meridionale e presiede il Friuli…. Bizzarrie poltronistiche italiane. Ma la sua firma è una garanzia!