BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sovere, polemica-karate Il sindaco risponde: “Non snobbiamo nessuno”

Il primo cittadino di Sovere, Francesco Filippini, risponde a Pierfranca Forchini: "Organizzeremo una serata da dedicare alle associazionni sportive ma è nostro dovere cercare di non dimenticare nessuno ed è solo questo il motivo che ci ha portato a spostarla nel tempo".

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del sindaco di Sovere, Francesco Filippini, che vuole rispondere all’articolo pubblicato da Bergamonews giovedì 10 settembre (leggi QUA) contenente l’intervista a Pierfranca Forchini, numero uno dell’Anshin-Kai Forchini in polemica con l’attuale amministrazione di Sovere (guidata, appunto, da Filippini) per il "mancato riconoscimento delle vittorie ottenute dai giovani atleti della scuola".

Ecco la risposta del sindaco di Sovere.

 

Ritengo sia doveroso da parte mia esprimere alcuni pensieri dopo l’articolo "L’amministrazione di Sovere snobba le nostre vittorie: non andremo alla loro festa" apparso sul vostro quotidiano. Innanzitutto rispetto alla festa è giusto sottolineare che questa non è – come appare nel titolo – la festa dell’aministrazione comunale di Sovere ma un momento di aggregazione e gioco che nelle passate edizioni ha coinvolto numerose associazioni e tantissimi cittadini che hanno giocato nel centro del paese.

Detto questo voglio chiarire che l’amministrazione che ho il piacere di guidare ha il massimo rispetto per tutte le associazioni (sportive e non) che operano sul territorio tutte meritevoli di attenzione a prescindere dai risultati sportivi raggiunti. Sovere esprime numerose eccellenze in campo sportivo sia a livello individuale che di squadra con numerosi atleti che hanno conseguito risultati agonistici di prestigio e tra questi i campioni dell’Anshin-Kai Forchini, un campione italiano di nuoto, campioni italiani e regionali di ciclismo, un campione nel tiro con l’arco, un altro che nei giorni scorsi ha ricevuto una medaglia dal presidente del Coni Malagò per le sue performace in una disciplina forse – a torto – ritenuta minore perchè poco conosciuta ed altri di cui siamo parimenti orogliosi. E sono certo di avere dimenticato qualcuno.

In questi tre anni di amministrazione abbiamo puntualmente dato spazio sul notiziario comunale a numerose associazioni sportive e non che da anni operano sul territorio ed anche all’Anshin-kai abbiamo recentemente richiesto di scrivere di quanto di eccezionale hanno fatto in questi anni.

L’amministrazione comunale ha da tempo in mente una serata da dedicare alle associazionni sportive ma è nostro dovere cercare di non dimenticare nessuno ed è solo questo il motivo che ci ha portato a spostarla nel tempo. Certo abbiamo accumulato ritardo rispetto ai risultati sportivi di alcune discipline ma questo non voleva e non vuole assolutamente essere una mancanza di rispetto nei confronti di nessuno.

Come sindaco ho invece un grande rammarico rispetto al fatto che il paese non ha adeguate strutture sportive per accogliere tutti coloro che vorrebbero svolgere un’attività ed oggi i vincoli della finanza pubblica non ci permettono gli investimenti che vorremmo fare in questo settore anche se a breve andremo a sostituire il pavimento della palestra comunale.

Era doveroso da parte mia questo chiarimento nella speranza di aver dato il miio piccolo contributo di chiarezza rispetto non ad un singolo episodio ma alla filosofia che contraddistingue l’operato dell’amministrazione comunale di Sovere.

Francesco Filippini, sindaco del Comune di Sovere

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alex

    solidarietà alla cara Pierfranca
    nn mollare e continua nel tuo splendido lavoro
    questi personaggi vanno e vengono tu resti sempre un punto di riferimento x tantissime persone e famiglie

  2. Scritto da Vikingo62

    che asilo …. L’importante è che un paese abbia strutture adeguate affinché si possa praticare lo sport poi se vengono anche i risultati benissimo ma basta pretendere che tutti siano lì pronti a fare complimenti e feste per ogni cosa, al giorno d’oggi i sindaci hanno ben altro a cui pensare piuttosto che perdere tempo per queste inezie.

    1. Scritto da franca

      Non e’ questione di asilo ; e’ questione di educazione e quando si lavora con passione il tempo si trova sempre per dire un grazie

  3. Scritto da francesco

    che brutta figura signor sindaco….bastava poco!!
    due righe. ..due foto…ed un articolo…
    questo è quello che succede a chi si improvvisa amministratore comunale… senza passione e testa

    1. Scritto da chicca

      Ne conosco un’altro di sindaco improvvisato…purtroppo…

  4. Scritto da Paolo

    Da questa polemica nessuno ha da guadagnare alcunché. E allora, datevi la mano e ripartite su basi nuove. E’ importante per tutti. Buone cose !!!

  5. Scritto da roberta

    Quando la toppa è peggiore del buco.

    1. Scritto da Luisa

      La toppa è peggiore del buco su una questione di fair play e buonsenso… Si immagini che certi amministratori pubblici in tutta Italia guidano e dirigono cose ben più grosse e decisive per il Paese. Ahinoi!!!

  6. Scritto da bla bla bla...

    Il solito teatrino…ipocrisia al 1000×1000
    avere in casa delle eccellenze sportive di questo tipo è nn fare nulla x risaltarle!!!
    la difesa è pietosa e molto “arrampicata” sui vetri …era preferibile un “mi scuso”…

  7. Scritto da Pierfranca Forchini

    Questa la nostra risposta:

    http://www.anshinkai2.net/ASK2/NEWS.html

  8. Scritto da alcide

    a parte il fatto che se fossi un sindaco che scrive ad un giornale, mi farei correggere gli errori da qualcuno prima di inviare. nel merito della questione, mi pare che la lettera di Forchini fosse dettagliata e circostanziava le situazioni… il sindaco, al contrario, riesce solo a dire che per lui sono tutti bravi, ma non cita un solo fatto in cui lo abbia dimostrato (a parte l’idea di organizzare una serata… un po’ pochino, no?)