BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“L’amministrazione di Sovere snobba le nostre vittorie: non andremo alla loro festa”

La pluripremiata scuola di karate soverese Anshin-Kai Forchini alza i toni nei confronti dell'amministrazione del paese: "Ci ignorano da anni e poi ci invitano alla loro festa dello sport. Non ci andremo".

Più informazioni su

"Noi vinciamo e l’amministrazione continua a ignorarci". A Sovere è ufficialmente scoppiato il caso Anshin-Kai Forchini, la celebre scuola di karate del paese che negli ultimi anni ha strappato medaglie e vittorie in tutto il mondo e che si è rifiutata di salire sul palco della "festa dello sport" di Sovere domenica 13 settembre: "Il perché è presto detto – spiega Pierfranca Forchini, titolare della scuola e bronzo mondiale a Hayashi 1991 -. Negli ultimi anni l’amministrazione comunale di Sovere ci ha letteralmente ignorati dando spazio solo agli sport considerati principali e snobbandoci in ogni modo, anche per una semplice foto sul giornale d’informazione del paese. Sia chiaro – continua Forchini – non ce l’ho col mondo del calcio o della pallavolo, mi sento solo delusa e abbandonata anche a nome di tutti i ragazzi, giovani e meno giovani, che ogni giorno mettono sudore e sacrificio nella nostra palestra. Io rappresento loro, e vi posso assicurare che è molto brutto vedere la delusione di un bambino che vede celebrati in ogni modo calciatori e pallavolisti da quelle persone che, al tempo stesso, ignorano le loro vittorie".

Sulla pagina "Sei di Lovere se…" Pierfranca Forchini si è letteralmente sfogata, spiegando per filo e per segno i motivi della decisione di ignorare l’invito della "festa dello sport": "1991 – Un podio alla coppa del mondo di Karate-Do: il primo nella storia soverese – ha scritto il maestro di karate-do -. La diciasettenne P. Forchini viene convocata (senza chiedere nulla) dal Comune di Sovere che si congratula e organizza una festa al parco con tanto di targa (consegnata personalmente dal sindaco Mario Carrara), rinfresco anche per i soveresi partecipanti e medaglia d’oro da parte della pallavolo soverese. 2001 – Dopo due anni dall’apertura della propria scuola di Karate, P. Forchini, memore dell’evento di 10 anni prima, propone al comune di Sovere di premiare con una medaglia simbolica gli 11 podi ai campionati italiani dei propri allievi. Il comune declina per mancanza di fondi, un momento celebrativo si fa comunque presso la tensostruttura della PRO LOCO con le 11 medaglie gentilmente offerte da abbigliamento Bosio. 2004 – TRE podi (2 ORI) alla coppa del mondo: il comune soverese ignora l’evento. 2010 – DUE podi (2 ORI) agli Europei di Nizza, il comune soverese ignora l’evento. 2013 – TREDICI Podi (5 ORI) alla coppa del mondo e numerosi podi italiani e regionali: a giugno il comune promette una festa ai campioni "che non verrà fatta subito a giugno, ma a settembre durante la festa dello sport", viene quindi data comunicazione del futuro evento ai ragazzi e alle famiglie… ma ripensandoci, a settembre, "la festa dello sport non è il momento adatto", da settembre si scivola a gennaio, a febbraio, a marzo… L’assessore si scusa, ma è "troppo impegnato con il suo lavoro"… 2014 – TREDICI Podi (5 ORI) e seconda società classificata alla coppa del mondo e numerosi podi italiani e regionali: il comune ignora l’evento… Si scusa poi "ammettendo che in effetti per quanto riguarda l’organizzazione della serata campioni è in torto"… 2015 – SEDICI podi e seconda società classificata (dietro Roma) ai campionati italiani (10 ORI): Il Maestro P. Forchini viene convocato dal comune di Sovere, che vuole organizzare la festa dello sport e dedicare una serata ai campioni (ora la festa dello sport pare essere il momento più adatto…), vengono preparati da noi i materiali richiesti (presentazione della scuola, fotografie di tutti i campioni con i risultati agonistici dal 2010 al 2015, video di alcuni eventi) per documentare le varie vittorie, il tutto viene consegnato in comune, come d’accordo, prima della metà di agosto… dopo sollecitazioni per avere conferma dell’evento, il 7 settembre ci viene comunicato che la Serata campioni (in programma la sera precedente alla festa dello sport del 13 settembre) è stata posticipata ‘a causa di poco materiale pervenuto, ma è intenzione dell’assessore proporla entro l’anno’. 7 Settembre 2015: l’Anshin-Kai declina l’invito alla partecipazione alla festa".

"Insegnamo che il karate-do è rispetto, impegno, costanza, sacrificio (tra le tante altre cose), perché se nella vita non si imparano questi atteggiamenti, non si va da nessuna parte, neanche con le medaglie – spiega ancora Pierfranca Forchini -. Per questo abbiamo deciso di non esserci domenica 13. E anzi, lanciamo un altro invito: il 19 settembre siete tutti invitati al nostro open day che si terrà dalle 17.30 alle 19.30 (durante le nostre ore di lezione) presso la palestra della scuola media di Sovere".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da balotelli mario

    pota ma perchè non giocate a pallone?

  2. Scritto da Kurz

    Erano già svariate le disattenzioni dell’amministrazione comunale di Sovere per il suo territorio, e questa è una delle tante. Quindi perché stupirsi o indignarsi? Avete fatto bene a non partecipare alla Festa dello Sport e ad aver diffuso questa incredibile storia. PS : Non sarete mica di uno schieramento politico avverso?

  3. Scritto da Giovanni

    Árridatece er puzzone!…Il povero Arialdo almeno, nella sua santa ingenuità, faceva l’interesse dei soveresi….quelli di adesso, specialmente le due faine, Dio ce ne scampi!

  4. Scritto da roberta

    Qualcuno li avrà pur votati questi qui, no?
    Prenditela con i tuoi vicini di casa.