BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Imbavagliati e picchiati Rapina da mezzo milione: 9 arresti, 2 sono finanzieri

Chiuse le indagini sulla rapina in villa avvenuta a Lumezzane nel dicembre del 2013: un bottino da 450mila euro tra oro, gioielli e contanti, per un colpo che aveva visto in azione almeno cinque persone, con basisti e perfino due uomini della Guardia di Finanza

Nove persone arrestate, tra le quali due finanzieri. A quasi due anni di distanza si sono concluse le indagini sulla rapina in villa avvenuta a Lumezzane (Brescia) nel dicembre del 2013: un bottino da 450mila euro tra oro, gioielli e contanti, tutto nascosto in casa e in cassaforte, per un colpo che aveva visto in azione almeno cinque persone sul posto, con tanto di basisti di supporto e perfino due uomini della Guardia di Finanza, ora arrestati.

Alcuni dei nove fermi, eseguiti su richiesta del pubblico ministero di Brescia Isabella Samek Lodovici che ha coordinato l’inchiesta con i carabinieri di Gardone Valtrompia e Lumezzane e le Fiamme Gialle, sono avvenuti a Bergamo .

Fu una rapina violenta e che scatenò il terrore tra gli abitanti della zona e dell’intera Val Gobbia. Marito e moglie vennero presi in ostaggio, probabilmente picchiati e poi imbavagliati prima di concludere il colpo.

Pare che tra alcuni basisti, le talpe che avrebbero dato il via libera alla rapina, ci sarebbero alcuni parenti delle vittime.

In tutto sono nove gli arresti portati a termine dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza, come detto tra di loro anche due ‘finanzini’ che operavano in provincia di Como, prima sospesi dal servizio e ora condotti agli arresti.

L’indagine era partita in seguito alla rapina e ad altri episodi che si erano verificati in quel periodo nella zona. A dare la svolta sono state alcune impronte e tracce biologiche recuperate nella villa di Lumezzane, e che hanno portato alle prime identificazioni.

Non sono state rese note le generalità degli arrestati, residenti non solo a Brescia ma anche a Bergamo e Milano. Tra loro ci sarebbe uno straniero. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.