BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Unibg vota il rettore Maccarini ritirato: in 575 scelgono tra i tre in corsa

Sono 575 gli aventi diritto chiamati alle urne per scegliere il successore di Stefano Paleari: urne aperte in via dei Caniana mercoledì dalle 9 alle 16, Piera Molinelli, Remo Morzenti e Paolo Riva a caccia della maggioranza assoluta dopo il ritiro di Giancarlo Maccarini.

Il ritiro di Giancarlo Maccarini è solo l’ultimo colpo di scena della campagna elettorale per le elezioni del nuovo rettore dell’Università di Bergamo per il sessennio 2015/2021: mercoledì 9 settembre alle 9 aprono le urne nell’Aula 5 della sede di via dei Caniana, con le votazioni che andranno avanti fino alle 16.

Candidato della prima ora, Maccarini proviene da Ingegneria gestionale ed è prorettore delegato ai rapporti col personale tecnico-amministrativo: ancora ignote le cause che hanno portato alla sua scelta, forse indotta da un documento congiunto diffuso nella giornata di lunedì dai candidati Piera Molinelli, docente ordinario nel dipartimento di Lingue, Letterature straniere, comunicazione e prorettore delegato all’orientamento universitario di Ateneo, e Paolo Riva, direttore uscente del dipartimento di Ingegneria e Scienze applicate, che ha infastidito non poco gli altri contendenti.

Era arrivata invece quasi sul gong del 20 agosto, termine ultimo per la presentazione delle domande, invece, la candidatura di Remo Morzenti Pellegrini, prorettore e direttore del dipartimento di Giurisprudenza: una scelta che ha richiesto “lunghe e non facili riflessioni, accogliendo le sollecitazioni di molte colleghe e colleghi”, presentata quando ormai sembrava già definita la rosa dei candidati.

Tre, dunque, i candidati rimasti in gara che andranno alla caccia della maggioranza assoluta dei 575 aventi diritto, tra professori di prima e seconda fascia di ruolo, ricercatori universitari di ruolo e a tempo determinato, personale dirigente, amministrativo e tecnico a tempo indeterminato e rappresentanti degli studenti.

Il voto espresso dai ricercatori a tempo determinato verrà ponderato moltiplicando ciascuna preferenza per un coefficiente pari a 0,30, quello del personale tecnico-amministrativo per 0,20 e quello degli studenti per 0,50: un voto pieno per professori e ricercatori di ruolo.

Il nuovo rettore viene eletto a scrutinio segreto, nelle prime due votazioni con la maggioranza assoluta degli aventi diritto e nella terza con la maggioranza assoluta dei votanti. In caso di mancata elezione ballottaggio tra i due candidati più votati nell’ultima votazione: viene eletto chi riporta il maggior numero di voti ma per la validità delle votazioni successive alle prime due è necessario che vi abbia partecipato almeno un terzo degli aventi diritto. In caso di parità diventa rettore il candidato con maggiore anzianità nel ruolo dei professori di prima fascia e, se la parità persiste, quello con la maggiore anzianità anagrafica.

Se mercoledì nessuno dei candidati dovesse raggiungere la maggioranza assoluta degli aventi diritto, il voto proseguirà dunque nelle giornate dell’11 e del 14 settembre: ultima chiamata, in occasione di ballottaggio, il 16 settembre.

Ecco tutti i 575 aventi diritto:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.