BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colpo di clacson lo spaventa 42enne si schianta: auto in fiamme

Un 42enne a bordo di una Opel Corsa si stava immettendo sull'Asse quando, spaventato da un colpo di clacson, avrebbe cambiato improvvisamente direzione schiantandosi contro il guard rail.

Un brutto incidente, tanto spavento ma, fortunatamente, solo danni materiali: poco dopo le 10 di lunedì 7 settembre è scattato l’allarme sull’Asse interurbano per un’auto che, dopo essersi schiantata, ha preso fuoco. 

Secondo quanto ricostruito dai soccorritori giunti sul posto, un 42enne si stava immettendo sull’Asse interurbano a Curno in direzione Bergamo a bordo della sua Opel Corsa quando, nel completare la manovra, un’auto che stava già percorrendo la ss671 l’avrebbe avvisato del suo imminente arrivo con un deciso colpo di clacson: un imprevisto che avrebbe spaventato il conducente della Opel Corsa che, istintivamente, avrebbe aggiustato la propria traiettoria spostandosi sulla destra, andando a impattare contro il guard-rail. 

In seguito all’impatto, con il guard-rail che ha perforato anche il parabrezza, l’uomo è sceso subito dall’auto che ha preso fuoco: fiamme alte e fumo nero ma per fortuna nessuna conseguenza fisica per il conducente. Dalla sua Opel Corsa si è staccato anche un pezzo di lamiera che ha invaso la carreggiata ed è finita sotto una Fiat Stilo guidata da una ragazza che stava sopraggiungendo, forandole una gomma. 

Pronto l’intervento dei mezzi di soccorso, dei carabinieri e dei vigili del fuoco: sono stati quest’ultimi, intervenuti con un mezzo da Dalmine e uno da Bergamo, a spegnere l’incendio e a smontare un pezzo di guard-rail che piegava pericolosamente verso la carreggiata. L’auto è stata rimossa poco più tardi dal carro attrezzi.

Conseguenze lievi anche per la viabilità: le code sono state smaltite in fretta, grazie alla riapertura rapida della corsia più a sinistra.  

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maria

    Ma cosa c’entra la grammatica di Francesco che oltretutto ha ragione? … come si cade in basso a volte.

    1. Scritto da giuseppe

      diciamo che se uno scrive con tono saccente, rivolgendosi all’italiano medio che non capisce le cose, quantomeno dovrebbe sapersi districare con l’uso delle H… altrimenti qualcuno glielo fa notare, così magari scende dal piedistallo

  2. Scritto da Cristian

    Se non riesci a frenare in tempo vuol dire che la velocità non era da rampa di accesso..
    Se uno ti suona per segnalarti che non sei solo vuol dire che non hai guardato gli specchietti..
    (probabilmente per la velocità di immissione? )
    Ma alla fine è colpa del guardrail posizionato in una corsia dove dovresti andare a bassa velocità.

    1. Scritto da Francesco

      Le corsie di immissione non sono corsie di DECELERAZIONE ma besnì di ACCELERAZIONE, perchè da una strada a bassa velocità ci si stà immettendo in una ad alta.
      Vorrei far notare poi ,il fatto che l’italiano medio a difficoltà con il concetto spiegato a scuola guida,ma sicuramente dimenticato dell Agevolare l’immissione proprio perchè si parla di corsiadi immissione.

      1. Scritto da roberta

        Evidentemente tu sei più intelligente dell’italiano medio.
        Però hai forti problemi con la grammatica dell’italiano (medio o non medio).

      2. Scritto da Pa

        Francesco, e sempre la scuola guida cosa dice in merito a chi ha la precedenza?

        1. Scritto da Francesco

          Mi scuso per la h mancante al verbo avere, orrore di battitura che non dovrebbe accadere.
          A scuola guida mi hanno insegnato una cosa fondamentale che l’incolumità delle persone è più importante della ragione su strada, quindi per farla terra terra, se uno non mi concede la precedenza, magari lo mando a cagare, ma evito di buttarlo fuori strada.
          Per rispondere alla domanda, la precedenza ce l’ha chi viaggia sulla strada principale, non siamo in America dove vige il FIFO first in first out.

          1. Scritto da fab

            anche “ma bensì” grida vendetta però…

  3. Scritto da A.Z. BG

    Sempre ottimi e poco pericolosi i guard-rail!

  4. Scritto da Daniele

    Da questo e altri incidenti si evincono due cose: primo, che gli svincoli e le uscite dell’asse interurbano in alcuni punti (uscita Curno, uscita/ingresso Ponte S. Pietro/Dalmine per dirne due) sono una roulette russa, secondo, che i guard rail spesso e volentieri uccidono più della velocità e della distrazione, vedasi gli innumerevoli casi di automobilisti e motociclisti decapitati. Meno patenti ritirate e più interventi di sicurezza sulle strade…

    1. Scritto da Lino

      Strade piene di buche, segnaletica sbagliata, manutenzione delle banchine stradali assenti, sporcizia nei parterre, impieghiamo almeno i profughi visto che li dobbiamo mantenere, per pulire le strade e le aiuole,a scuola s’insegni ancora educazione civica, e s’impari a vivere come in Svizzera