BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Expo delle Belle Arti al Padiglione Rinascimento è boom di visitatori

Grande successo anche per il Padiglione Rinascimento di Expo Belle Arti: lo scorso 31 agosto, infatti, aveva già fatto registrare 3.228 visitatori. La mostra è allestita al Museo Bagatti Valsecchi, un gioiello sito nel cuore di Milano, dove è esposto, solo per la durata di Expo, il celebre Trittico di Antonello da Messina affiancato da altre tre opere di tre grandi maestri del rinascimento Milano.

Più informazioni su

Grande successo anche per il Padiglione Rinascimento di Expo Belle Arti: lo scorso 31 agosto, infatti, aveva già fatto registrare 3.228 visitatori. La mostra è allestita al Museo Bagatti Valsecchi, un gioiello sito nel cuore di Milano, dove è esposto, solo per la durata di Expo, il celebre Trittico di Antonello da Messina affiancato da altre tre opere di tre grandi maestri del rinascimento Milano.

Il percorso si apre con Piero della Francesca, pittore d’indiscussa eco nazionale e premessa indispensabile ai percorsi figurativi di Antonello da Messina e Vincenzo Foppa, come esemplificano la coppia di tavolette raffiguranti l’Annunciata e l’Angelo annunciante provenienti dal Polittico della Misericordia del Museo Civico di Sansepolcro. Un prestito importante, capace di rappresentare sinteticamente i raggiungimenti formali della maniera dell’artista.

Chiude il serrato percorso espositivo una testimonianza dal catalogo del Perugino sugli anni Novanta del XV secolo, il Cristo in Pieta’ della Galleria Nazionale dell’Umbria, cimasa della Pala dei Decemviri.

L’opera ribadisce l’autorevolezza dell’artista, in grado di travalicare i confini umbri e toscani della propria operosita’, divenendo un simbolo assoluto della stagione compiuta del nostro Quattrocento. ‘Rinascimento’, Padiglione delle Belle Arti per Expo, sito raffinato nell’ambito dell’iniziativa voluta dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e realizzata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, ambasciatore delle Belle Arti per Expo di Regione Lombardia.

QUATTRO GRANDI ARTISTI

Realizzato con il supporto di Gi Group, il Padiglione ‘Rinascimento – Il Trittico di Antonello da Messina ricomposto’, riunisce un nucleo sceltissimo di capolavori. Antonio Natali e Tommaso Mozzati, curatori dell’esposizione, hanno condotto infatti nella casa museo di via Gesu’ quattro grandi artisti: Antonello da Messina, Piero della Francesca, Vincenzo Foppa e il Perugino. L’esposizione si avvale inoltre del supporto illuminotecnico di FLOS e Metis Lighting.

I PADIGLIONI

Gli altri Padiglioni delle Belle Arti già aperti sono: ‘Milano capitale del moderno’, a Palazzo Pirelli, (fino al 29 ottobre); ‘La Bella Principessa’ di Leonardo, Villa Reale di Monza (fino al 30 settembre); ‘Giovanni e Nicola Pisano’, nella Chiesa di San Gottardo in Corte a Milano (fino al 31 ottobre); ‘ExpoArteItaliana’ a Villa Bagatti Valsecchi di Varedo/MB (fino al 31 ottobre); ‘Museo della Follia’ a Palazzo della Ragione, a Mantova (fino al 22 novembre); ‘Anima e materia’ al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera/Bs (fino al 31 ottobre); ‘Tiepolo’ a Palazzo Clerici di Milano (fino a domenica 6 settembre). 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.