BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tentò di entrare allo stadio con una testa di maiale: Daspo di 5 anni al Bocia

La decisione è stata accolta con parecchio malumore dai tifosi della Curva Nord, che durante Atalanta-Shakhtar di sabato sera hanno intonato una serie di cori contro le forze dell'ordine ed esposto uno striscione piuttosto eloquente: "A tutto c'è un limite, scusa famiglia Bortolotti".

Tentò di entrare allo stadio di Bergamo con una testa di maiale, per questo motivo ha ricevuto un Daspo di 5 anni.

Nuova sanzione contro Claudio Galimberti, meglio conosciuto come Bocia. In occasione di Atalanta-Sassuolo giocata a Bergamo lo scorso 12 aprile (e vinta dai nerazzurri per 2-1 con doppietta di Denis), il leader della tifoseria atalantina, sottoposto all’articolo 9 che prevede che chi abbia riportato condanne penali non possa acquistare biglietti per cinque anni, tentò di entrare in Curva Nord con una testa di maiale, ma venne fermato nella zona del pre-filtraggio.

Il nuovo Daspo, sanzione che prevede il divieto di prendere parte a manifestazioni sportive, è stato emesso dal questore di Bergamo Girolamo Fabiano nel pomeriggio di sabato 5 settembre, a poche ore dal trofeo Bortolotti contro lo Shakhtar Donetsk.

Una decisione che è stata accolta con parecchio malumore dai tifosi della Curva Nord, che hanno intonato una serie di cori contro le forze dell’ordine ed esposto uno striscione piuttosto eloquente: "A tutto c’è un limite, scusa famiglia Bortolotti".

Al termine del primo tempo poi, gran parte degli ultrà ha abbandonato la Curva, in segno di protesta e di solidarietà al loro leader. Il gruppo di tifosi, circa 200, ha raggiunto la questura di via Noli insieme a Galimberti, dove ha firmato per dimostrare – come previsto dalle regole sul Daspo – di non essere all’interno della struttura sportiva. In via Noli ci sono stati momenti di tensione tra ultrà e polizia, ma nessun incidente. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.