BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rischi idrogeologici e forti temporali: allerta della Protezione civile

Il Centro funzionale Monitoraggio rischi della Protezione civile lombarda, la cui attività è coordinata dall'assessore Simona Bordonali, ha emesso un avviso di criticità per rischio idrogeologico e temporali forti per il primo fine settimana di settembre.

Più informazioni su

Il Centro funzionale Monitoraggio rischi della Protezione civile lombarda, la cui attività è coordinata dall’assessore Simona Bordonali, ha emesso un avviso di criticità per rischio idrogeologico e temporali forti per il primo fine settimana di settembre.

In particolare si segnala moderata criticità per rischio temporali forti su aree C (Nordovest), D (Pianura occidentale), E (Oltrepo pavese), F (Pianura orientale), G (Garda – Valcamonica) e H (Prealpi Centrali).

La moderata criticità per rischio idrogeologico è invece localizzata sulle aree A (Alta Valtellina), B (Media-bassa Valtellina), C (NordOvest), G (Garda-Valcamonica) e H (Prealpi centrali).

IL METEO

Una struttura depressionaria con associata aria più fresca, umida e instabile, in quota e’ in avvicinamento al Nord Italia. Sulla Lombardia, già ad iniziare dal tardo pomeriggio-sera di venerdì, 4 settembre, si avranno fenomeni diffusi a prevalente carattere temporalesco, anche di forte intensità, a iniziare da Nordovest e in graduale spostamento verso Sudest nel corso della giornata di sabato 5 settembre. In concomitanza di tale passaggio si avrà anche un sensibile calo della quota dello zero termico – fino a quota 2200 metri dal tardo pomeriggio di domani su Alta Valtellina e Valchiavenna – con limite neve in abbassamento fino a 1800 metri.

Si avrà inoltre una generale aumento della ventilazione.

La perturbazione transiterà rapidamente verso est e esaurirà la sua azione già a partire dalla notte di domenica 6 settembre.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kurz

    Poca sostanza, grammaticale, anche in chi scrive evacuati con la “q” .

  2. Scritto da coniatore

    E’ solo un modo per pararsi dalle responsabilità, fogli di carta e allerte che girano in un vortice, dalla prefettira, alla protezione civile, alla regione, 1000 persone avvisano, in due tre agiscono sul territorio, quindi impotenti di fronte a vere calamità, se poi si da retta a questi allarnatori professionisti andrebbero evaquati i cittadini 1 volta la settimana, per pararsi loro allarmano ad ogni nuvola, è un sistema di sola apparenza, parole, pochissima sostanza.

    1. Scritto da Klaus

      Sono d’accordo! Siamo nell’epoca dell’apparire e non dell’essere. Va a gonfie vele il negozio di smalto per unghie e invece chiude il panettiere…. E’ un mondo all’incontrario