BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Morte di Salini: è giallo Ritorsione legata anche agli appalti della Carrara?

Il 16 settembre prossimo l’imprenditore avrebbe dovuto testimoniare nella prima udienza del processo contro tre casertani che aveva fatto arrestare, con la sua denuncia, per tentata estorsione. Salini aveva tolto a uno di loro, vicino ad ambienti camorristi, il sub appalto per lavori al polo museale di Bergamo e al nuovo centro affari di Arezzo.

E’ giallo sull’incidente stradale che è costato la vita a Claudio Salini. L’auto dell’imprenditore morto in un incidente stradale domenica sera su viale Cristoforo Colombo, potrebbe essere stata sabotata.

Intanto, gli inquirenti stanno controllando i tabulati telefonici per capire con chi abbia parlato prima di salire sulla Porsche. Il sospetto è che Salini possa essere stato minacciato da qualcuno, come afferma il Corriere della Sera.

Non sono ipotesi che poggiano sul niente. Il 16 settembre prossimo, infatti, l’imprenditore avrebbe dovuto testimoniare nella prima udienza del processo contro tre casertani che aveva fatto arrestare, con la sua denuncia, alla fine dell’anno scorso per tentata estorsione. Salini aveva tolto a uno di loro, vicino ad ambienti camorristi, il sub appalto per lavori all’Accademia Carrara di Bergamo e al nuovo centro affari di Arezzo.

I tre avevano anche progettato un sequestro lampo del costruttore. L’auto sportiva potrebbe aver sbandato a causa della combinazione tra la velocità e le condizioni dell’asfalto, ma gli avvocati hanno chiesto una perizia sui rottami.

La Porsche, comprata da poco, era stata per qualche tempo in un complesso residenziale a Porta San Sebastiano. Saranno anche esaminate le immagini delle telecamera di sorveglianza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.