BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Operaio di 20 anni morto in ascensore: accertamenti sul mancato funzionamento

Eseguita l'autopsia sul cadavere di Michele Franchini. Per fare luce su quello che è successo, mercoledì 2 settembre è previsto anche un sopralluogo dei tecnici dell’Asl all'interno dell'azienda di Comabbio dove è avvenuto l'incidente

E’ stata eseguita nella giornata di lunedì 31 agosto l’autopsia sul corpo di Michele Franchini, l’operaio 20enne di Stezzano morto giovedì 27 agosto dopo essere caduto nella tromba di un ascensore al cementificio Holcim di Comabbio, in provincia di Varese, dove stava lavorando.

Una drammatica caduta dal quinto piano, che non ha lasciato scampo al giovane bergamasco, padre di un bimbo di un anno e fratello di Franco, attaccante 32enne molto conosciuto sui campi della nostra provincia.

Un incidente sul lavoro con diversi punti ancora da chiarire. Per fare luce su quello che è successo, mercoledì 2 settembre è previsto anche un sopralluogo dei tecnici dell’Asl all’interno dell’azienda dove è avvenuto l’incidente, per effettuare i rilievi sull’ascensore e stabilire le cause del mancato funzionamento che ha causato la morte del giovane lavoratore. Nel frattempo l‘autorità giudiziaria ha iscritto nel registro degli indagati due persone.

I parenti e gli amici, uniti nel dolore, sono in attesa del via libera del magistrato che si occupa del caso, per poi stabilire la data in cui sarà celebrato il funerale.

Diversi i gesti di solidarietà verso la famiglia in questi giorni. Il primo è nato spontaneamente tra i lavoratori della Holcim, il cementificio dove è avvenuta la tragedia: il Coordinamento delle Rsu del gruppo ha infatti deciso l’avvio di una colletta tra i lavoratori da devolvere alla famiglia Franchini, chiedendo all’azienda di raddoppiare l’importo che verrà raccolto.

Domenica 30 agosto, poi, in occasione della partita valida per la Coppa Italia di Promozione Casazza e AlbinoGandino, la formazione locale ha voluto testimoniare, con uno striscione, la propria vicinanza a Franco Franchini, bomber della squadra ospite: “Franchini: Casazza calcio ti è vicina”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.