BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parco Locatelli, nuovo look Pulizia, manutenzione e alberi da frutto

Pulizia, manutenzione, nuove panchine e piante da frutto: il Parco Locatelli si rifà il look e l'8 settembre, a 70 anni di distanza dall'armistizio con gli Alleati della Seconda Guerra Mondiale, una speciale giornata ricorda i fratelli Locatelli, a cui il parco è intitolato

Più informazioni su

Si rifà il look del Parco Locatelli: lavori in corso in questi giorni, un intervento che prevede numerose novità e migliorie su uno dei principali e più frequentati parchi cittadini. I lavori disposti dal Comune di Bergamo sono già iniziati: oltre al taglio dell’erba e a varie attività di pulizia all’interno del parco, i tecnici saranno al lavoro sulla potatura dei rami considerati pericolosi e secchi, sulla semina del prato e l’estirpo delle piante e degli arbusti morti per via della siccità delle scorse settimane.

Sarà inoltre ripulito completamente il laghetto del parco: proprio per consentire la pulizia da rovi, sterpi e altre impurità, nella mattinata di martedì i tre cigni neri che vi abitano sono stati trasferiti nel magazzino comunale, dove saranno ospitati fino alla conclusione dell’intervento di depurazione dello stagno.

I lavori non finiscono qui: come promesso lo scorso anno, quando si intervenne per migliorare le condizioni di sicurezza del parco, saranno completamente rimossi i gazebo metallici presenti all’ingresso di via Broseta: al loro posto otto nuove panchine e un doppio filare di piante da frutto, che saranno scelte mercoledì in vivaio. Per consentire lo svolgimento dei lavori, l’ingresso da via Broseta sarà chiuso: tutti gli utenti del parco potranno fruire dell’area verde attraverso il cancello di via Diaz.

Lavori in corso anche nell’area giochi, dove si svolgerà il diserbo manuale delle erbacce e delle sterpaglie e dove verrà disposta della nuova ghiaia. Manutenzione e pulizia anche nell’area retrostante la ludoteca che si erge all’interno del parco. Sarà infine posato un nuovo arredamento di essenze in sostituzione di quelle danneggiate e morte.

"Al di là delle doverose operazioni di manutenzione ordinaria,- spiega l’Assessore al verde pubblico Leyla Ciagà – l’obiettivo che ci prefiggiamo è quello di migliorare la dotazione arborea del parco e le condizioni di uso di tutti i suoi spazi (prati, viali alberati, giochi, panchine, ecc..) con particolare attenzione all’ingresso su via Broseta. Abbiamo inoltre accolto con entusiasmo la proposta dell’ ISREC di ricordare la figura dei tre fratelli Locatelli a cui il parco è dedicato: è in corso il restauro delle lapidi commemorative da parte dei tecnici dei Lavori Pubblici del Comune di Bergamo e grazie al contributo di ISREC e dell’Associazione Culturale Banlieue sarà posizionato un pannello che racconta la vita di Giuseppe, Albino e Guerino Locatelli, tutti e tre caduti nella lotta contro il fascismo tra il 1944 e il 1945".

8 settembre 2015: a 70 anni di distanza dall’armistizio con gli Alleati della Seconda Guerra Mondiale, l’Isrec e il Comune di Bergamo invitano la cittadinanza a rivivere la storia dei fratelli Locatelli: alle ore 17 uno speciale atelier per bambini aprirà la celebrazione, che proseguirà alle 18 con lo svelamento della nuova targa commemorativa e il racconto della vicenda dei tre fratelli bergamaschi; alle 18.30 una parentesi musicale che precederà l’aperitivo nel parco previsto alle ore 19, in collaborazione con Maite.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bale bele

    “… a 70 anni di distanza dall’armistizio con gli Alleati della Seconda Guerra Mondiale, l’Isrec e il Comune di Bergamo…” ma questi personaggi che nascosti dietro sigle pompose, raccontando pseudo verità, non sono ancora al corrente che ci è stata imposta dai “liberatori” anglo americani la Resa senza condizioni ? che successivamente è stata mascherata da trattato di pace (la pace del vincitore) ?