BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, niente Paok Boakye va in prestito agli olandesi del Roda

Prestito di un anno in Eredivisie per trovare spazio e dimostrare il proprio valore: gli olandesi lo aspettano a braccia aperte al rientro dagli impegni con la nazionale del Ghana. Potrebbe esordire il 12 settembre con il Nec Nijmegen.

Più informazioni su

Sembrava essere ad un passo dal Paok Salonicco e invece Richmond Boakye va in prestito per un anno agli olandesi del Roda: il ghanese, che l’Atalanta ha riscattato quest’anno dalla Juventus, proverà dunque a rilanciarsi nella Eredivisie, dove avrà sicuramente più spazio e più possibilità di dimostrare le proprie potenzialità.

Per l’attaccante 22enne l’esperienza all’Atalanta era partita sotto i migliori auspici: reti decisive con Cagliari e Parma in Serie A e doppietta contro l’Avellino in Coppa Italia. Anche nel suo periodo migliore, però, sono state solamente quattro le partite giocate per tutti i 90 minuti, poi tanti scampoli di gara che a malapena hanno toccato i 45 minuti. Nella seconda parte del campionato è poi sparito dai radar con una lunga sfilza di panchine e appena 145 minuti in 19 partite.

Ora il prestito in Olanda dove lo attendono a braccia aperte: il Roda gli ha dato il benvenuto sul proprio sito ufficiale e l’amministratore delegato Wim Collard ha speso per lui parole importanti.

“Boakye è un giocatore molto forte con esperienza nella Serie A italiana – si legge sempre sul sito degli olandesi – Siamo molto contenti di averlo nel nostro pacchetto offensivo, con Richmond in squadra abbiamo più opzioni in attacco”.

Il Roda, attualmente quarto in Eredivisie con 9 punti in 4 gare e reduce dalla vittoria esterna sul campo dell’Az Alkmaar, potrebbe farlo esordire già nel prossimo impegno casalingo contro il Nec Nijmegen il 12 settembre, dopo la sosta per le nazionali quando Boakye sarà impegnato col suo Ghana nell’amichevole contro il Congo e nelle qualificazioni alla Coppa d’Africa contro il Rwanda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    ….ma non è meglio cercare nelle scuole calcio della provincia di Bergamo….. Probabilmente ci sono giocatori forti anche da noi….. La storia lo insegna….. ( Montolivo, Donadoni, Magrin, Barcella, Franco Caccia,…. ) chissà perché adesso sono diventati bravi solo quelli di colore…. Mah….

  2. Scritto da Singer

    Non capisco perché li acquistano e poi non gli danno una ragionevole possibilità di esprimersi. Boh

    1. Scritto da gigi

      Qui ha fatto cilecca, non penso che Colantuono tenesse in panchina un goleador, cambiare aria puo’ servire