BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scelti i 38 aeroporti nazionali, l’on. Fontana: “Il Governo declassa Orio”

Il Consiglio dei ministri ha approvato uno schema di decreto del Presidente della Repubblica che individua i 38 aeroporti di interesse nazionale. Lo comunica la nota di Palazzo Chigi. Orio al Serio bocciato, ritenuto "bacino di traffico omogeneo".

Più informazioni su

Nella giornata di giovedì 27 agosto il Consiglio dei ministri ha approvato uno schema di decreto del Presidente della Repubblica che individua i 38 aeroporti di interesse nazionale. Tra questi 38 è stata riconosciuta una particolare rilevanza strategica a 12: Milano Malpensa e Torino; Venezia; Bologna, Firenze/Pisa; Roma Fiumicino; Napoli; Bari; Lamezia Terme; Catania; Palermo; Cagliari.

Lo schema di decreto individua tre gate internazionali: Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Venezia.

In linea con l’obiettivo di razionalizzazione del settore, il provvedimento individua dieci bacini di traffico omogeneo, secondo criteri di carattere trasportistico e territoriale. Bocciati Genova, Bergamo, Verona, Ancona, Trapani, Olbia e Alghero. Salvata Pisa aggregandola a Firenze.

"La decisione presa giovedì dal Consiglio dei ministri di confermare il declassamento di uno scalo strategico come quello di Orio al Serio ė davvero incomprensibile e lascia una grande amarezza" commenta il deputato bergamasco e commissario provinciale di Forza Italia Gregorio Fontana. Il ministero ha infatti ridisegnato l’assetto del sistema aeroportuale nazionale, individuando Milano-Malpensa, Venezia e Roma- Fiumicino (dal quale recentemente l’aeroporto bergamasco ė stato anche privato di un importante collegamento diretto) come i tre scali intercontinentali, al di sotto dei quali poi ce ne sono 12 di “rilevanza strategica”, mentre in terza fascia 38 considerati d’interesse nazionale, tra cui quello di Bergamo.

"Questo è l’ennesimo grave errore del governo-sottolinea l’onorevole Fontana- che dimostra come questo Esecutivo non tenga in conto minimamente dell’esigenza del nostro territorio. Declassare l’aeroporto orobico, che ha una media di dieci milioni di passeggeri all’anno e paragonarlo a quello di Cuneo, che con tutto il rispetto non arriva però neanche a 300 mila passeggeri in un anno, ė una decisione scellerata. Inoltre non ha tenuto nemmeno in considerazione la mozione “Piano nazionale degli aeroporti” approvata lo scorso febbraio all’unanimità dal Consiglio lombardo, che chiedeva al governo di non declassare lo scalo di Orio al Serio".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stefano

    E’ un aeroporto di provincia che si è ingrandito indiscriminatamente, nel mezzo della città, senza nessun presupposto per diventare una struttura seria, ma destinato come minimo ad un dimezzamento….speriamo avvenga presto

    1. Scritto da calce&pisello

      Magari dimezzano i dipendenti dove lavori …Magariiii !

  2. Scritto da il polemico

    il successo di un aereoporto è dato dal numero di utilizzatori,non da pareri o valutazioni date da gente incompetente,ma che si crede competente perchè ha ricevuto voti da incompetenti che li hanno eletti…ora declassare oltre il 38° posto il 4° aereoporto italiano per numero passeggeri la dice lunga sulla ocmpetenza di chi da questi voti…

  3. Scritto da Gio

    Ma che bella combriccola di ostili all’aeroporto…. Ma bravi

  4. Scritto da gigi

    Chi dice che l’aeroporto è lì da 60 anni forse non si ricorda che quello militare è stato chiuso per ragioni di sicurezza, che è tuttora vigente una prescrizione (NOTAM) che obbliga ai decolli in direzione est mentre ora avvengono quasi tutti sopra la città. Campagnola è un quartiere di origine Medioevale, Colognola, Malpensata, San Tomaso etc. esistevano da ben prima dell’aeroporto. A Berlino hanno chiuso gli aeroporti di Tempelhof e Tegel senza lamentarsi sui posti di lavoro…

    1. Scritto da andrea

      NOTAM che obbliga i decolli verso est??????? lei mi fa morire….

      1. Scritto da gigi

        invece di morire…..si informi. E magari si guardi anche il DM del 4.11.2003 del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio che fissa limiti di sviluppo (ampiamente superati) e prescrizioni (“si autorizza a condizione che”) che sono ampiamente disattese.
        Studi ragazzo, studi…

  5. Scritto da licia

    E così si ridimensionano anche i posti di lavoro…
    povera Bergamo…

    1. Scritto da Paolo

      Perchè ? Cosa cambia ? Un tubo. Secondo te i passeggeri vanno a malpensa perchè è aeroporto “strategico” ? De che ?

  6. Scritto da padroniacasanostra

    immagino come saranno contenti i dirigenti leghisti che l’unica cosa che hanno sempre desiderato per orio era di “annetterlo” alla deficitaria Malpensa per poi pian pianino annientarlo.. i famosi “padroni a casa nostra”… ma si vede che varese conta di piu’ di bergamo come casa visto che non perdono occasione per farcela in testa.

  7. Scritto da giulio

    Ed i “compagnetti ” parlamentari orobici cosa dicono…forse erano tutti al mare compreso il ministro ciellino Martina che sarà andato anche a fare la “comunione” al meeting di Rimini!!!

  8. Scritto da sergio

    Ed è solo l’inizio… raynair si sposterà lentamente a Milano… Orio ha collegamenti con le città unicamente su gomma. Senza una linea metro che collega l’aereoporto con la stazione dei treni e con Milano. Cosa ci si può aspettare da una città che non ha saputo costruire un nuovo stadio ne un palazzeto dello sport decente. !!!

    1. Scritto da Lauro

      A dir la verità le condizioni sono del tutto identiche a quelle che ne hanno determinato il successo e intorno non è cambiato nulla , a meno che lei ci tenga nascosto qualcosa :). Fintanto che l’aeroporto strategico della lombardia è comodo per gli … svizzeri non vedo il problema.

    2. Scritto da Luca

      Non sono d accordo.
      La fortuna di Orio e’ la posizione che serve mezza Lombardia e mezzo veneto fino a Verona, milioni di abitanti e di imprese che vogliono e devono viaggiare, e che sono troppo lontano da Malpensa.

  9. Scritto da aris

    un aeroporto in centro città ha vita breve

    1. Scritto da Luca

      L aeroporto e’ li da oltre 60 anni quando intorno c erano solo campi…prenditela con chi ha fatto sviluppare campagnola proprio accanto ad un aeroporto già esistente.
      Oltre ai geni che li hanno comprato casa e ora si lamentano

      1. Scritto da aris

        non raccontare baggianate. Colognola, Azzano, san Tommaso treviolo ecc son li da 50 o 100 anni, ed il lroro sviluppo è avvenuto negli anni 70 e 80, quando orio era un aeroportuncolo in sfacelo. Semmai me la prendo con chi ha permesso lo sviluppo di Orio in posizione pericolosissima ed illegale nel centro di una città di 120.000 persone, e con chi lo vuole farsi ile vacanze a sharm el sheik

        1. Scritto da luca

          ha mai visto dove sono ubicati Linate, Ciampino, Napoli, Venezia, Treviso,Genova e decine di altri?
          esattamente come Orio vicini alle citta.
          solo Malpensa e’ in mezzo ai boschi e infatti guarda caso, e’ sottoutilizzato e compagnie e passeggeri se possono lo evitano.
          fattene una ragione

          1. Scritto da gigi

            Lei ha qualche problema di vista….Linate ha i decolli sopra lo scalo Farini a nord est della città mica sopra i Quartieri, a Ciampino il comune sotto le rotte di decollo (Marino) è a 5 km (non 800 mt come Bergamo), Treviso e a Venezia sono a 8 km dalla città, etc. A Malpensa SEA ha pagato 8 milioni di euro perché i decolli hanno rovinato un bosco. I polmoni dei cittadini di Bergamo valgono di meno???

      2. Scritto da GL76

        60 anni fa erano già presenti paesi e frazioni, e come tutti i paesi questi tendono a crescere, visto che l’aeroporto non aveva praticamente voli. Poi un giorno è stato stabilito un limite ai voli, ma la crescita esponenziale del traffico è andata ben oltre. È come come se in una stradina inizialmente per soli residenti iniziassero a passare i tir…

  10. Scritto da Civlization

    Non so cosa voglia dire in termini strategicii ed economici, ma per TUTTO il resto ne andrei FIERO di non essere né visto né considerato da questo governo!

  11. Scritto da usiamo il cervello

    Qualcuno potrebbe per cortesia ricordare al sig. Fontana che un deputato dovrebbe conoscere le leggi e sapere che Orio (come Ciampino) ha precisi vincoli ambientali e un limite di sviluppo (fissato da un D.M. del 2003) che è la metà di quello attuale?
    E che tra “le esigenze del territorio” c’è anche quello della tutela della salute? La “decisione scellerata” è stata quella di lasciar crescere indiscriminatamente un aeroporto dentro la città….

  12. Scritto da Stefano

    Londra, Berlino, Parigi, Francoforte, Varsavia, Vienna, Atene, Roma … e da li le corrispondenze
    a Linate 45 minuti da Bergamo (5,60€ tariffa autostrada)

  13. Scritto da Stefano

    Milano, Milano ….
    Un treno frequente e dignitoso farebbe bene

  14. Scritto da giuseppe

    Questo significa anche che i rappresentanti politici bergamaschi sono inconsistenti a livello nazionale… Come sempre!

  15. Scritto da andrea

    il fatto che nel piano siano presenti ben 38 aeroporti dimostra quanto sia stato fatto su misura per i vari contentini politici…orio non è di rilevanza strategica? poco male, è in grado di camminare con le proprie gambe

    1. Scritto da Fabio

      Anche perché certi aeroportini in lista non passano nemmeno in parte a un Orio. Dal punto di vista strategico è molto più importante di un qualsiasi Venezia o Torino, pur essendo gli unici in lista della loro regione. Orio è la porta del low cost su Milano e la Lombardia, ha un bacino d’utenza che gli altri aeroporti se li mangia a colazione. Volendo poi aggiungere che per essere un buco serve quasi 10 milioni di passeggeri l’anno e se questa non è efficienza..!