BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via Imu e Tasi, Benigni (Forza Italia): “Speriamo non sia la solita sparata di Renzi”

Il Consigliere comunale di Forza Italia a Bergamo, Stefano Benigni, interviene in seguito alle dichiarazioni del Vicesindaco Sergio Gandi riguardanti il taglio di Tasi e Imu promesso da Matteo Renzi.

Più informazioni su

Il Consigliere comunale di Forza Italia a Bergamo, Stefano Benigni, interviene in seguito alle dichiarazioni del Vicesindaco Sergio Gandi riguardanti il taglio di Tasi e Imu promesso da Matteo Renzi. “Prendiamo atto che il Vicesindaco Gandi, ultimamente in difficoltà, si sia smarcato dalla linea politica del suo Governo e del suo segretario nazionale sull’annuncio relativo al taglio delle tasse” commenta Stefano Benigni, Consigliere di Forza Italia a Bergamo. “Attendiamo con ansia che anche gli altri esponenti di punta del Partito Democratico si accodino alle dichiarazioni di Gandi, Giorgio Gori in primis”.

“Certo, è paradossale che proprio quando – per la prima volta – un Governo di sinistra comunica l’intenzione di tagliare le tasse, i suoi amministratori si oppongono. È una sinistra allo sbando, sia a livello locale, che a livello nazionale: la base Dem è in evidente difficoltà perché non sa più come giustificare ai suoi elettori le tante vane promesse di Renzi” continua Benigni.

“Il tema del taglio delle tasse sulla casa è caro a Forza Italia e al Presidente Berlusconi, quindi non ci tireremo sicuramente indietro nell’appoggiare una proposta per cui ci battiamo da anni e che mette al centro l’abolizione di Tasi e Imu, che gravano su un bene primario e fondamentale quale è la casa. Questo provvedimento però non dovrà in nessun modo pesare sui Comuni e sugli enti locali, già tartassati a sufficienza da questo Governo, ormai distante anni luce dai cittadini e dal territorio, che ha tagliato fondi indispensabili per i servizi sociali, per la sicurezza e per i trasporti. Dovrà piuttosto essere sostenuto da un reale taglio alla spesa pubblica improduttiva, partendo dai Ministeri e dal carrozzone statale.”

“Ci auguriamo – conclude Benigni – che non sia la solita sparata di Renzi che ormai ci ha abituato ad una politica di meri annunci. Forza Italia vigilerà attentamente affinchè questo Governo non prepari a danno dei cittadini nuovi scherzetti, nascosti da slide e belle parole”.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giuseppe

    Da gianni e pinotto, leggasi berlusconi e renzi, non poteva non esserci un benigni… Anvedi che risate… Amare però!

  2. Scritto da roberta

    Benigni e Forza Italia sono indignati.
    Ci tengono ad avere l’esclusiva sulle sparate.

  3. Scritto da BERGHEM

    Forzaitalioti confratelli di renzi e piddini e tutti allegramente amici di comunione e liberazione. Per chi si illude che i forzisti facciano opposizione, cio’ che di sporco dovevano fare lo hanno fatto quelli del pd poi, prima monti e letta. Alleati delle mafie entrambi, prima il berlusca, poi renzi (vedi il caso di Capitano Ultimo, o delle foto subito rimosse delle cene tra politici e mafiosi della capitale). Il bello che c’ e’ chi crede ancora a Mr Twittolo.

  4. Scritto da ureidacan

    Regalo un cono gelato a Benigni se risponde esattamente a questa domanda:durante i 10 anni di governo Berlusconi la pressione fiscale sui contribuenti italiani è diminuita o aumentata?

  5. Scritto da M. F.

    Ma cosa ne vuole sapere benigni? Prima finisca l’università, poi ne riparliamo!

    1. Scritto da Mario

      Ah già, perché il pezzo di carta è una garanzia. L’Italia è sprofondata nella fogna anche grazie a questa indecenza: un perito meccanico può (grazie al diploma) fare da capo reparto in un’industria dolciaria o avicola (capitato realmente). Data la fama e la classifica a livello mondiale della scuola italiana, conviene proprio invocare a gran voce che per esprimere un parere personale ci sia bisogno della laurea. Che pena, ragazzi!

    2. Scritto da Luca

      Dici che deve finire la stessa università del consigliere della Lista Gori?
      O del ministro Madia?

  6. Scritto da Luigi

    Ma davvero c’e’ ancora gente di FI che ha il coraggio di parlare?

    1. Scritto da BERGHEM

      Penso la stessa cosa di chi ha distrutto definitivamente il mondo del lavoro. Di chi la diceva contro berlusconi e poi si e’ rivelato molto amico di massoni e mafiosi. Di chi ha tolto i poteri di polizia guidiziaria a Sergio Dicaprio, detto Capitano Ultimo, dopo le intercettazioni tra GdF e Renzi. Capitano Ultimo arresto’ Riina.
      Di chi vuole togliere il Corpo della Forestale quando i reati ambientali sono aumentati in 10 anni del 200%. Che vergogna!!!

  7. Scritto da Andrea Bugada

    Proprio loro parlano i forzaitalioti, sono andati avanti 20 anni a sparare slogan e farci sprofondare nella melma…fì sito che l’è mei