BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sportiello il migliore, ahimè L’espulsione di Carmona ha preparato la sconfitta fotogallery

Il nostro Bore analizza la prima partita di campionato dell'Atalanta, beffata nel recupero contro l'Inter. A segno Jovetic con un gran gol a giro. L'espulsione di Carmona però è risultata determinante.

Più informazioni su

La stagione 2015 2016 dell’Atalanta inizia con una sconfitta a San Siro contro l’Inter, maturata peraltro solamente nei minuti di recupero. Mister Reja presenta il suo modulo preferito ossia il 4-3-3 con Stendardo e Cherubin centrali, Masiello e Dramè sugli esterni, il centrocampo a tre con Kurtic Carmona e l’olandese De Roon a sostituire l’infortunato Ciga in cabina di regia, attacco a tre con Gomez e Maxi (preferito a D’Alessandro) a supportare il Tanque Denis.

Pronti via e al 3° minuto Gomez ha immediatamente una grande occasione ma purtroppo conclude alto da posizione molto favorevole all’altezza del dischetto. Oltre a questo nei primi 20 minuti poco da segnalare se non gli infortuni dei due centravanti Icardi, sostituito da Jovetic, e del Tanque (forte contusione alla caviglia) rimpiazzato da Pinilla (partita da grande lottatore la sua). Senza nessuna occasione di rilievo, se non un bel tiro di Kondogbia a poco dalla fine respinto di piede da Sportiello, finisce un primo tempo abbastanza deludente. La Dea soffre poco e va benissimo così.

Nella ripresa l’Inter inserisce Hernanes per dare maggiore incisività alla manovra offensiva. L’Atalanta però si difende piuttosto facilmente perché l’Inter non riesce a trovare sbocchi in avanti. Gli uomini di Reja cercano di pungere in contropiede un paio di volte con Gomez ma le azioni sfumano, anche per la scarsa convinzione dell’argentino nel tiro. A metà ripresa Reja sostituisce uno stanco Maxi con D’Alessandro.

Poco dopo, nel giro di 5 minuti, la svolta della partita: Carmona si fa ammonire due volte per altrettanti falli (inutile a mio avviso soprattutto il secondo a metà campo) e viene giustamente espulso. Partita abbastanza sottotono e nervosa quella del cileno: dopo la prima ammonizione l’avrei sinceramente sostituito con Migliaccio. Evidente che in inferiorità numerica la partita si complica e l’Inter comincia ad attaccare con insistenza, pressando l’Atalanta nella propria area, senza però mai creare occasioni clamorose.

Nei minuti finali il forcing dell’Inter diventa però forsennato e Sportiello si salva alla grande su due siluri da fuori di Hernanes e Santon. Al 93° minuto l’Atalanta però capitola: da un calcio d’angolo sulla sinistra la palla perviene a Jovetic che, lasciato libero di farsi 20 metri da solo senza che nessun difensore lo contrasti, si accentra e appena entrato in area fulmina Sportiello con un gran tiro di interno destro. La sconfitta maturata in zona Cesarini lascia chiaramente tanto amaro in bocca, ma ad essere sinceri l’Atalanta la partita l’ha persa al 26° della ripresa quando Carmona ha ingenuamente lasciato la squadra in inferiorità numerica, consentendo quindi agli uomini di Mancini la possibilità di un finale di partita all’assalto. Complessivamente buona la gara di tutta la linea difensiva atalantina (gol a parte), a centrocampo De Roon si conferma un giocatore che sarà molto utile durante la stagione, mentre un po’ sottotono la prova di Kurtic. Come già accennato, invece, gara negativa per Carmona (tra l’altro con la fascia di capitano dopo l’uscita di Denis). Nel reparto offensivo troppo evanescenti ed inconcludenti Maxi e Gomez, mentre Pinilla ha giocato a mio avviso un’ottima partita, facendo praticamente reparto da solo.

Dimenticavo il migliore in campo (a mio avviso): il nostro portierone, assolutamente incolpevole sul gol, ma che ha salvato il risultato in almeno un paio di occasioni. Vero che siamo alla prima giornata, vero che l’Atalanta giocava a San Siro, ma purtroppo il fatto che Sportiello sia stato il migliore pare, ahimè, un dejà vu. Ora attendiamo gli sviluppi degli ultimi giorni di mercato (certo l’arrivo del centrale Toloi) e domenica prossima il debutto casalingo contro il Frosinone: occorrono subito i 3 punti per cominciare la lunga e difficile marcia verso la salvezza.

Il Bore

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pinello

    Quest’anno si vola dritti in seri B ,siamo rimasti già troppo in serie A ahahahahah

    1. Scritto da Fabrizio

      che ridere!!!!

  2. Scritto da nino cortesi

    Se Sportiello, Masiello, De Roon, Kurtjc sono da 10 vuol dire che Reja è da cambiare subito.
    Preparatevi ad jn campionato di………dell’Atalanta anche se retrocederanno Carpi, Frosinone e Boligna.

  3. Scritto da Ste

    Pare un film giá visto..siamo praticamente la stessa squadra vista a Maggio,come uomini e come gioco. Contro l Inter di ieri che è un’accozzaglia di giocatori costosi senza gioco di squadra mi sarebbe piaciuto vedere almeno un tiro in porta. Il nulla. Una barricata da inizio a fine. Abbiamo finito la stagione 2014 come quarto peggior attacco..ci ripresentiamo così..domenica dobbiamo vincere x forza,primo scontro diretto

  4. Scritto da nino cortesi

    Sei fuori casa, resti in dieci a mezz’ora dalla fine devi far entrare Raimondi non D’Alessandro.

  5. Scritto da nino cortesi

    De Roon di fatto è stato il terzo centrale di difesa. Abbiamo giocato tutta la partita a 5 in difesa e quindi perdi anche contro un’Inter scalcinata.
    Così i tre davanti non per forza non giocano.