BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Tenaris in funzione il nuovo sistema di aspirazione dei fumi

Alla fine di giugno è entrato in funzione il nuovo impianto di aspirazione dei fumi del reparto acciaieria i quali vengono filtrati e convogliati all’interno di un nuovo camino di notevoli dimensioni.

Come già alcuni cittadini avranno potuto visivamente notare guardando all’interno dell’insediamento della Dalmine – Tenaris S.p.A., alla fine di giugno è entrato in funzione il nuovo impianto di aspirazione dei fumi del reparto acciaieria i quali vengono filtrati e convogliati all’interno di un nuovo camino di notevoli dimensioni.

La proposta di realizzazione di tale impianto formulata dalla Dalmine – Tenaris è stata attentamente vagliata e, successivamente, approvata dalla Provincia di Bergamo a seguito di un lungo iter di valutazione tecnica che ha coinvolto, oltre al Servizio AIA della Provincia, l’ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente), la ASL di Bergamo e l’Ufficio Tecnico del Comune di Dalmine e, parallelamente per l’impatto visivo, la Commissione del Paesaggio del Comune.

Si ricorda infatti che la Dalmine – Tenaris è in possesso di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), atto che viene rilasciato dalla Provincia di Bergamo cui competono anche le decisioni, consultati gli Enti competenti in materie ambientali, relative ad eventuali modifiche e/o migliorie agli impianti. Questo nuovo sistema di aspirazione, che va ad affiancare i due già presenti nel medesimo reparto, consentirà da un lato di migliorare le condizioni di lavoro dei dipendenti della società e dall’altro di aumentare l’efficienza del sistema di aspirazione e di abbattimento degli inquinanti presenti nei fumi, riducendo contemporaneamente il rischio di emissioni diffuse non trattate.

Grazie a questo nuovo sistema i limiti massimi di emissione dell’acciaieria sono stati dimezzati per quanto riguarda le polveri e ridotti a 1/5 per quanto riguarda le diossine, anticipando di quasi un anno i nuovi limiti previsti dalle normative europee che entreranno in vigore nel marzo 2016. Nei prossimi mesi verrà tarato dall’impresa, con la collaborazione dell’ARPA, anche il nuovo sistema di monitoraggio e verifica continua dei fumi in uscita da tale camino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.