BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In 40, armati di bottiglie, scatenano una maxi rissa: tre feriti in stazione

Una quarantina di immigrati di origine ghanese ha scatenato una maxi rissa alla stazione di Bergamo nella tarda serata di mercoledì 19 agosto: dopo le 22 - armati di bottiglie - si sono ricorsi e picchiati tra la stazione delle Autolinee e il piazzale Alpini. Il bilancio finale è di tre feriti.

Più informazioni su

Ancora non si conoscono i motivi che hanno scatenato nella tarda serata di mercoledì 19 agosto la maxi rissa che è andata in scena tra il piazzale delle autolinee e piazzale alpini. Protagonista dell’episodio è un gruppo di circa 40 immigrati ghanesi. Gli uomini armati di bottiglie si sono rincorsi e se le sono date di santa ragione.

Immediato l’allarme che ha portato nell’area della stazione delle autolinee in pochi minuti le ambulanze del 118, alcune pattuglie dei carabinieri, gli agenti della polizia locale e di "Sorveglianza Italiana".

Sarebbero tre i feriti, di cui uno in modo più grave perché colpito alla testa con un coccio di bottiglia alla nuca, che sono stati trasportati in ospedale al Papa Giovanni di Bergamo. Altri due, invece, sarebbero stati fermati dai carabinieri e portati in caserma. I militari dell’Arma stanno anche rivedendo i video delle riprese effettuate dalle telecamere posizionate nell’area che potrebbero aiutare ad identificare i responsabili che hanno dato il via alla maxi rissa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.