BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

‘Davanti a un bicchierino’ Incontro in lingua russa alla biblioteca Gavazzeni

Giovedì 20 agosto alle 20 alla Biblioteca e Fonovideoteca “G. Gavazzeni” vi via Rocca 5 in Città Alta si terrà una conversazione, a cura del Prof. Aleksandr Danilevskij, docente dell'Università di Tallin, dal titolo “За рюмочкой. Анекдоты” "Davanti a un bicchierino".

Proseguono le iniziative entro il programma del I 46° “Seminario internazionale di lingua e cultura russa” organizzato dalla Sezione di Slavistica dell’Università degli studi di Bergamo, iniziato il 17 agosto scorso e che terminerà venerdì 28 agosto.

Giovedì 20 agosto alle 20, in collaborazione con l’Associazione Lettura&Cultura e il Sistema Bibliotecario Urbano, alla Biblioteca e Fonovideoteca “G. Gavazzeni” vi via Rocca 5 si terrà una conversazione, a cura del Prof. Aleksandr Danilevskij uno dei docenti (Università di Tallin), invitati al corso intensivo.

L’incontro, dal titolo “За рюмочкой. Анекдоты” "Davanti a un bicchierino" (avrà traduzione consecutiva in italiano) è aperto al pubblico e senza dubbio rappresenta un’occasione piacevole perché con taglio divulgativo verrà raccontato il gusto per le bevande a tavola nella cultura russa, saranno proposti racconti di aneddoti e consuetudini. L’incontro con la sua impostazione gradevole e la traduzione in italiano vuole essere un’occasione di dialogo tra città e Università nel segno dell’apertura.

L’invito a chi è interessato o semplicemente curioso si rinnova anche per giovedì 27 agosto (sempre alle 20 alla Biblioteca G. Gavazzeni in via Rocca 5), con l’incontro ancora a cura del Prof. Aleksandr Danilevskij sul tema “Анекдот cегодняшней России” "L’Aneddoto nella Russia di oggi".

Anche in quell’occasione sarà prevista la con traduzione consecutiva in italiano. Il Seminario internazionale di Lingua e cultura russa rappresenta un vero pezzo si storia della nostra città. Fu ideato dalla prof. Nina Kaučisvili, per molti anni docente di lingua e letteratura russa presso l’Ateneo bergamasco, e dai suoi collaboratori, nel lontano 1969 il corso di lingua russa si qualificò come un’iniziativa pionieristica non solo in Italia, ma in tutta l’Europa Occidentale.

In quell’epoca, infatti, il russo si poteva studiare solo in alcune grandi università, oppure, per una pratica diretta con la lingua, in Unione Sovietica. Le chiusure di carattere politico, tuttavia, non facilitavano affatto i contatti con il grande paese d’Oltrecortina e proprio per questa ragione l’iniziativa bergamasca godette fin dall’inizio di un successo eccezionale che si è ripetuto fino ad oggi, nonostante i cambiamenti politici che hanno reso la Russia un paese aperto all’incontro e allo scambio.

Per informazioni è possibile contattare la Segreteria del Seminario Internazionale di Lingua e Cultura russa, Piazza Rosate 2, ufficio 205 in Città Alta (tel. 035 2052 741 /742) in orario d’ufficio, oppure scrivere all’indirizzo e-mail semrusso@unibg.it.

Le informazioni sono consultabili al sito http://www.unibg.it/russo.


 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.