BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Se il turismo va in vacanza La Domus in piazza Dante chiusa per due settimane

Stiamo parlando del padiglione posizionato in piazza Dante, accanto al quadriportico del Sentierone, con l'obiettivo di promuovere l'eccellenza enogastronomica bergamasca durante i sei mesi di Expo 2015.

Che senso ha chiudere la Domus a Ferragosto? Se lo sono chiesti in tanti di fronte ai banconi vuoti e alle porte di vetro chiuse. Stiamo parlando del padiglione posizionato in piazza Dante, accanto al quadriportico del Sentierone, con l’obiettivo di promuovere l’eccellenza enogastronomica bergamasca durante i sei mesi di Expo 2015.

Durante la presentazione del progetto Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italcementi, ha riassunto lo spirito dell’iniziativa in due frasi molto efficaci: “Sarà la casa bergamasca di Expo: bisogna cogliere l’opportunità dell’Esposizione universale così vicina per far ritornare i visitatori sul territorio”. La differenza però è che Expo non chiude mai, nemmeno a Ferragosto. E anche i turisti non prendono pause, anzi, approfittano di questi periodi per visitare città come Bergamo. Non è un caso che sabato mattina si siano registrate code da Balzer e negli altri bar aperti del Sentierone così come in via Sant’Alessandro e viale Papa Giovanni.

Una foto con domanda polemica ha contribuito a spostare sui social network la discussione sull’opportunità turistica sprecata.

Tra commenti indignati e qualche difesa del santo giorno di riposo ferragostano per i lavoratori, è spuntata l’amara scoperta: la Domus non è chiusa solo a Ferragosto. Sulla pagina ufficiale si legge: “Dal 10 al 24 agosto Domus Bergamo Wine – Alta Qualità resterà chiusa per le vacanze estive! Torniamo il 25 agosto pronti per un finale d’estate all’insegna del gusto e un settembre ricco di eventi enogastonomici esclusivi”.

Se anche chi dovrebbe promuovere il territorio bergamasco va in vacanza proprio ad agosto, le speranze di “far ritornare i visitatori sul territorio” rimarranno solo speranze.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da darioflautista

    ma non sarebbe tempo di smontare quella scatolotta e metterla altrove, che so, a Zingonia, restituendo la piazza alla città

    1. Scritto da stefano

      perche’ non a casa sua?

  2. Scritto da tino

    Suvvia Expo dura 6 mesi, siamo a un tiro di schioppo da Milano, un turista ci va direttamente. O forse sono in assemblea sindacale come fanno più a sud…

    1. Scritto da freud

      quindi la domus non serviva del tutto? cosa c’entra l’assemblea sindacale? si parla di ferie… un consiglio: provi a mettere in ordine i pensieri prima di poggiare le dita a caso sulla tastiera

  3. Scritto da Turismo a Bergamo?

    Eppure tra gli organizzatori vi è una consulente del turismo di lungo corso e il già direttore di Turismo Bergamo

  4. Scritto da 081

    Ora aspetto il commento, dello stesso tenore di quelli di risposta ai miei, di 035 nei confronti degli altri commentatori…

    1. Scritto da 035

      la Domus non e certamente un fiore all’ occhiello del turismo bergamasco/italiano. Possono tranquillamente andare in ferie, come noto a Pompei meta internazionale del turismo, invece ci piazzano una assemblea sindacale (retribuita) , mentre fuori una coda di turisti increduli non capisce. (Solo gli stranieri, gli italiani sono avvezzi )

  5. Scritto da ercole

    ma noi non siamo bergamaschi grandi e indefessi lavoratori? queste cose non succedono solo da napoli in giù?

  6. Scritto da valter agliati

    I bergamaschi non hanno mai brillato in qualità di operatori turistici, anzi …. e questa è soltanto l’ennesima conferma!

  7. Scritto da hans wassen

    resteremo sempre un paese di serie b

  8. Scritto da stefano

    A Bergamo facciamo veramente PIETA’ in fatto di turismo

  9. Scritto da Corsaro999

    In verità sono passato alla Domus Bergamo sabato 15 agosto alle ore 16.00 circa e c’era il “deserto dei tartari”. Pochissima gente sul Sentierone, almeno per giustificare l’apertura della struttura.Bisogna capire se si vuol tenere aperto solo per il gusto estetico che ne deriva, oppure se questi ultimi possono anche giustificare le spese con qualche cliente…. D’altra parte le iniziative di richiamo erano tutte in città alta dove invece i locali erano tutti aperti.

    1. Scritto da stefano

      Aperta come “supporto” per 500 eventi del Fuori Expo, questa era l’intenzione…e l’Expo NON VA IN FERIE.
      Cordialmente e senza polemica

      1. Scritto da giggi

        sarà che expo è a milano. tutte queste iniziative sponsorizzate con un “in vista di expo” (pure nelle valli!) lasciano il tempo che trovano.

        1. Scritto da stefano

          E allora non si sbandieri il motto “…di promuovere l’eccellenza enogastronomica bergamasca durante i sei mesi di Expo 2015.
          O no?