BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Selvino, Bertocchi attacca: Dire no allo Skidome è perdere un’opportunità fotogallery

Lettera aperta di Angelo Bertocchi (consigliere di minoranza dell’attuale amministrazione) ai Selvinesi, ai Villeggianti e agli Amministratori Comunali di Selvino.

Pubblichiamo la lettera aperta di Angelo Bertocchi (consigliere di minoranza dell’attuale amministrazione) ai Selvinesi, ai Villeggianti e agli Amministratori Comunali di Selvino sulla vicenda dello Skidome. 

 

Ho ritenuto giusto e doveroso informare tutti, villeggianti proprietari di case compresi, dell’evolversi dello stato di fatto del grande progetto dello Skidome che stiamo portando avanti da più di 6 anni.

Dopo che, in modo chiaro e trasparente, abbiamo riportato la “Vera verità sullo Skidome” con la descrizione dei fatti e degli antefatti, raccontati da chi sta investendo tempo e denaro su un progetto fantastico, ora ho il piacere di completare l’analisi e la descrizione dell’esperienza raccontando anche il mio punto di vista; il punto di vista di chi ha seguito con impegno e passione tutto l’iter dall’inizio fino ai penultimi incontri con le istituzioni, visto che poi, negli ultimi e più recenti incontri la Nuova Amministrazione ha richiesto che io non fossi presente alle riunioni!

Cari amministratori, io sono uno di quei “Fenomeni” (come avete indicato in un recente volantino) che per anni ha lavorato per il bene di Selvino, e che nonostante la cocente sconfitta alle elezioni dello scorso anno, non si rassegna a vedere morire un progetto in cui credo tantissimo.

Caro sindaco, cari amministratori, non basta vincere con il 70% dei voti, poi bisogna amministrare bene, cercando di essere imparziali, di ascoltare i consigli di tutti e di agire in modo trasparente senza pregiudizi, non bisogna fare le proprie scelte in merito al soggetto, ma al progetto.

Ci tengo a ricordarvi che lo Skidome è dei Selvinesi, non è di proprietà di Angelo Bertocchi. Nei pochi consigli comunali e nelle rarissime occasioni di confronto ho notato oltre al grande livore che nutrite nei miei confronti, anche tanta presunzione e tanta arroganza, sentimenti negativi che si trasformano in atteggiamenti pericolosi e in scelte sbagliate.

Oggi il 91% degli operatori commerciali e turistici di Selvino hanno detto chiaramente, con una raccolta firme, che sono favorevoli alla realizzazione dello Skidome! Cosa avete fatto per assecondare questo desiderio diffuso?

Dato il vostro silenzio sul progetto Skidome, ho pensato di facilitare e snellire il passaggio di consegne e la scorsa estate ho organizzato 3 incontri con gli ideatori del progetto, i progettisti e i rappresentanti della Regione Lombardia. Ho spinto con tutte le forze cercando di rendervi partecipi, di coinvolgervi, con la massima umiltà e la massima trasparenza, cercando di trasferirvi tutte quelle nozioni e quel bagaglio di esperienza che ho accumulato in questi anni senza peraltro riuscire a fare breccia in quel muro di diffidenza e pregiudizio che ancora oggi tenete alzato.

Avevo ottenuto dal Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, la possibilità di presenziare gratuitamente all’Expo di Milano nel padiglione della Regione con uno spazio di 40 metri quadri dove mostrare al mondo il plastico e i rendering del progetto, il primo in Italia!

Un’occasione di promozione irripetibile per Selvino (e per la Regione Lombardia) agli occhi dei 20 milioni di visitatori che in questi mesi affollano l’esposizione universale.

Dopo aver informato e sollecitato l’amministrazione di questa grande opportunità, non ho mai ricevuto nessun riscontro perdendo così una grandissima opportunità di comunicazione e pubblicità per Selvino a costo zero.

Anche questo denota una chiara e grande mancanza di lungimiranza e capacità di cogliere un’occasione irripetibile.

La vostra mancanza di umiltà e collaborazione danneggia Selvino e il suo futuro! Dopo un anno dal vostro insediamento dovete prendere una decisione chiara, esplicita, lo dovete a chi ha lavorato in questo progetto e a tutti quei Selvinesi e villeggianti proprietari di immobili che aspettano delle risposte, smettendo di nascondervi e di cavalcare le lentezze che la burocrazia presenta ad ogni livello. Siamo consapevoli che le difficoltà ci sono e ci saranno.. ma supportare questo progetto significa spingerlo in ogni momento, in ogni sede, con tutte le forze, e questo al momento non è stato fatto.

Che cosa vi rallenta? Cosa volete fare?

Avete più volte parlato di un referendum per chiedere ai Selvinesi cosa pensavano di questo progetto.. Pensate di prendere voi per tutti una decisione così importante? No grazie!

Vi prego di smetterla di raccontare bugie e falsità sullo skidome e sullo stato di fattibilità del progetto con il solo obiettivo di affossarlo!

Pretendere che oggi ci siano già gli investitori senza progetto approvato (e di questo passo chissà quando lo sarà mai..) significa non capire nulla di business e impresa!

I finanziatori si cercano ma soprattutto si trovano, quando tutta la lunghissima burocrazia è conclusa positivamente. Se si crede in un progetto non si dice “non siamo contrari” ma si deve fare di tutto per portarlo avanti, sfruttando tutte le opportunità e tutti i modi possibili senza remore e senza rancori verso nessuno. Questo è un progetto che va oltre alle beghe di paese e che dovrebbe unire non dividere! Non perdiamo questa importantissima occasione per aiutare la nostra economia e il nostro territorio.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Enzo

    Ovviamente, dietro al solito dio minore (il dio cemento), si nasconde la “divinità assoluta” (il dio denaro) ed i soliti noti adepti (vedasi foto). Non importa poi se crolla la montagna, le case, gli alberghi…magari con la gente dentro. Non importa se ci saranno persone che piangeranno i loro cari a causa di scelte scellerate compiute dai soliti pochi, in barba alle scelte della popolazione (i risultati delle elezioni dell’anno scorso parlano chiarissimo direi). NO SKIDOME!

  2. Scritto da GRIGIS FORTUNATO

    ma come si può pensare allo skydome quando c’è la strada della Valle Serina chiusa da quasi due anni, se alla regione avanzano i finanziamenti metta in sicurezza quella. quando i fondi scarseggiano si usano per le priorità, altrimenti Renzi fa bene a tagliare i fondi alle Regioni.

  3. Scritto da chester

    Il turismo in Trentino funziona benissimo senza ”gioppinate” per provinciali e arricchiti. Quando la struttura in oggetto passerà di moda resterà l’eco mostro.La natura non passerà mai di moda ma deve essere valorizzata e adeguatamente promossa !

  4. Scritto da Luigi

    Si dovrebbero ricordare che Selvino e’ un paesello, non una megalopoli. Lo skidome e’ solo un mucchio di cemento in mezzo alla natura. Bertocchi dai, sappiamo che ti piace il grano!

  5. Scritto da MarioM

    BASTA CEMENTOOOOO. Lo vogliamo capire che questi progetti faraonici portano solo dissesto idrogeologico e degrado ambientale?

    1. Scritto da Luca

      Scusa? Ma tu vivi in una capanna di paglia? Con cosa ti scaldi d’inverno? Con cosa ti rinfreschi d’estate? Ti muovi con l’auto o con un calesse? Percorri strade asfaltate?

      1. Scritto da Enzo

        Ma come ragioni? Ma che discorso è? Si tratta di roba di prima necessità, mangiare, abitare, scaldarsi, spostarsi. Tu hai la necessità di avere uno skydome a due passi da casa? In un posto dove tra l’altro, se il clima invernale lo permette, già c’è la possibilità di sciare? Hai la necessità di sciare anche d’estate?

  6. Scritto da lisa

    Selvino deve restare com’è

    1. Scritto da renato

      Già è una schifezza (visto dal Podona fa veramente impressione, per non dire di peggio: SOLO CEMENTO), ci manca anche lo skidome!!!

  7. Scritto da pablo

    non so di che “colore” sia l’attuale amministrazione, ne a quale bandiera faccia riferimento il “nostro” Bertocchi ma, secondo il mio modesto punto di vista, lo skydome è un abominio, un insulto alla natura… per riqualificare Selvino si possono spendere i soldi diversamente e puntare sul turismo di chi cerca un po’ fresco e di natura incontaminata (non è per questo che i “cittadini” vengono qui da generazioni?)

  8. Scritto da referendum

    Il consenso del 91% degli operatori turistici sono una netta minoranza: il referendum deve essere allargato a tutti i bergamaschi. Perchè l’impatto ambientale, l’uso dell’acqua, il traffico sarà poi a carico di tutti. E i bergamaschi ne hanno le tasche piene dei mega progetti mai finiti e sempre pagati da NOI cittadini. La Brebemi e la galleria di Zogno sono la perfetta testimonianza di come hanno governato gli amministratori ritratti nella fotografia accanto a Bertocchi

    1. Scritto da stefano

      Credo che al 91% dei bergamaschi non gliene importi dello skydome ma al 100% dei selvinesi si.
      Quindi il referendum e’ esclusivo affar loro..

      1. Scritto da Eeehh ?

        L’altra volta che se n’è parlato su questo giornale mi pare si parlasse anche di finanziamento regionale : puoi ripetere quello che hai scritto ?????

        1. Scritto da stefano

          Allora mettiamola cosi’; nell’articolo si propone un referendum e io non ho parlato di finanziamenti regionali. E ripeto che, probabilmente, al 91% dei bergamaschi non gliene importa ma al 100% dei selvinesi si; sono loro quelli chiamati ad un referendum.

      2. Scritto da per Stefano

        … “balle !!!”,,, l’acqua per la neve artificiale è di tutti ( e siamo in crisi causa siccità), la viabilità per Selvino si ripercuote su tutte le altre strade, ed il verde è parte delle Orobie, non è in un parco recintato. E poi i famosi interventi della Regione e della Provincia sono anche soldi miei

        1. Scritto da stefano

          L’acqua si paga e, se non te ne sei ancora accorto, tra un po’ pagheremo pure l’aria…

      3. Scritto da bg doc

        credi male. io non sono selvinese ma mi importa di quello che succede intorno a me… soprattutto se si parla di una colata di cemento su una delle nostre località montane più belle.

        1. Scritto da stefano

          @bg doc, che mi dici degli enormi sbancamenti a Foppolo nel piazzale alberghi?

  9. Scritto da Kurz

    La funivia che portava al Monte Poieto… quella sì che sarebbe da rimettere in funzione, magari caricandoci su le muontain bike per usarle in discesa, come fanno nelle più evolute e rinomate località transalpine. Ma qualche illuso è ancora succube del Dio Cemento, convinto che con esso ritorni il benessere irripetibile del “boom” economico. Per fortuna il buon senso dei selvinesi ha prevalso.

  10. Scritto da Sfurtunat

    Se non la fanno mi tocca ancora andare a sciare a Dubai. Mannaggia !

  11. Scritto da la milanese

    Un progetto incredibile, avveniristico e fattibile da chi non si lascia intimorire e guarda al bene ed al futuro del paese.
    Per superare i momenti di crisi occorre reinventarsi e non aspettare che chissachi ti renda la mano.
    Angelo Bertocchi è un precursore e lo è sempre stato portando Selvino a livelli alti.

    1. Scritto da oriundo

      L. Perchè allora non farlo direttamente a Milano? Dai cosi salveremmo uno degli ultimi spazzi verdi(cosa rara in loco…)di Selvino,gia qui di costruzioni penso sene trovino a sufficienza.

    2. Scritto da Rino

      Perché non farlo a quarto oggiaro ? Tanto l’è stess e ci sarebbe un parco utenti enormemente più vasto.

  12. Scritto da Luce

    Ma si dai…l’essere umano continua a non imparare niente da quello che insegna madre natura, continua a scavare montagne, continua a disboscare foreste, continua a spianare pendii e a gettare colate di cemento sui prati. Per che cosa poi? Per il prossimo ecomostro? La prossima cattedrale nel deserto? Selvino è bellissima così com’è e a quanto pare, viste le presenze sia estive che invernali, l’economia gira benone, comuqnue molto meglio che in altre rinomate località turistiche.

  13. Scritto da Scio Lina

    Non sono stata bene informata sulle caratteristiche del progetto, e dei suoi impatti ambientali ed economici, ma sono una frequentatrici delle amene pendici selvinesi. …E se poi va a finire che quest’opera, come tutte le grandi opere di questi anni (vedi Brebemi) inizialmente a carico di finanziatori privati, diventa l’ennesimo “buco” da ripianare dai poveri concittadini? Non per niente queste operazioni esagerate, e contro natura, le fanno solo nei ricchi Emirati Arabi, “mia a Selvì”.

    1. Scritto da Massimiliano

      Dici bene, non sei bene informata! In Europa ce ne sono diversi, ne cito solo alcuni:
      Snowworld a Landgraaf, Skihalle a Neuss, Il primo in assoluto l?Alpincenter a Bottrop realizzato dall’ex atleta Marc Girardelli (nel 1996), e un altro a Wittenbburg.

      1. Scritto da TT

        Max una domanda:come mai i Trentini,a cui più volte é stato offerto il progetto dello skidome,non lo realizzano in Trentino ma vorrebbero realizzarlo qui?

        1. Scritto da Massimiliano

          Ai Trentini è stato proposto una volta sola, nel 2007, ma 2 consiglieri provinciali furono contrari e il progetto si bloccò, nonostante il comune di Ruffrè in Val Di Non sarebbe stato felicissimo di ospitarlo in una vecchia miniera esausta. Poi non è più stato riproposto, perchè dal 2009 si sta lavorando su Selvino.

        2. Scritto da stefano

          Forse perche’ in Trentino ci sono centinaia di km di piste …

  14. Scritto da nico

    Il punto di vista di Bertocchi è comprensibile, tuttavia è proprio in sede di conferenza dei servizi che sono emersi grossi problemi di tipo idrogeologico, proprio per il tipo di progetto e di difficoltosa accessibilità. Paradossalmente avrebbe più senso fare uno skidome attaccato all’oriocenter… logicamente a quel punto il valore delle seconde case di Selvino sarebbe quasi azzerato…

  15. Scritto da Bötöm

    A volte ritornano:pregasi citare luogo dove lo skidome é stato costruito e funzioni con successo;altrimenti ci aspetta un altra brebemi. E sappiamo come é finita…

    1. Scritto da Massimiliano

      Lo skidome è un argomento che in Italia è pressochè sconosciuto, questo non significa che sia un progetto fallimentare o inutile. Vi cito alcune località dove lo skidome esiste e funziona bene, ne cito solo alcune tra quelle più conosciute in Europa:
      Snowworld a Landgraaf, Skihalle a Neuss e Alpincenter a Bottrop). Il primo in assoluto a Bottrop realizzato dall’ex atleta Marc Girardelli (nel 1996), e un altro a Wittenbburg.

      1. Scritto da Mamma mia !!

        Viste su internet le foto dell’alpincenter a bottrop : da pelle d’oca . E lo citi come esempio ??????????? Per altro ne ho guardato un’altro (Skihalle a Neuss) e pure questo è in pianura , un altro in un paese (olanda) ….. sotto il livello del mare .

  16. Scritto da Silvia

    Bertocchi è un visionario, tipo Steve Jobs. Occorre capire se si vuole la montagna-metropoli-business oppure la montagna-natura, che ovviamente porta pochi affari

  17. Scritto da kappa

    Di un’utilità inimmaginabile !