BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna la skyrace del monte Resegone in memoria di Sergio Manini

Domenica 16 agosto si correrà la seconda edizione della skyrace sulle creste del monte Resegone, che assegnerà il secondo trofeo alla memoria di Sergio Manini, consigliere del Cai perito in un'azione di volontariato.

Domenica 16 agosto si correrà la seconda edizione della skyrace del monte Resegone organizzata dal Cai della Valle Imagna in collaborazione con Valetudo skyrunning Italia . Della Valle Imagna pure il sistema di cronometraggio a cip con Pico Crono Sport di Strozza.

Il ritrovo è fissato alle 7.30 al campo sportivo di Brumano in valle Imagna, mentre il via è previsto dal campo sportivo di Brumano alle 9.

La skyrace assegnerà il secondo trofeo alla memoria di Sergio Manini, un consigliere del Cai perito in un’azione di volontariato.

Gli organizzatori spiegano: "Il percorso Prealpino di questa nuova skyrace della Valle Imagna saprà conquistare il cuore e la vista dei corridori del cielo che amano i tracciati tecnici e unici dal punto di vista dello spettacolo puro nella natura selvaggia d’alta quota".

Nel lungo passaggio sulle creste la corsa sarà disagevole, gli atleti troveranno un sentiero stretto e ripido, esaltanti saranno i passaggi sulle placche rocciose, il percorso presenta anche un breve tratto attrezzato con una corda metallica, arrivati sul primo poggio il panorama sul Lecchese e sulla valle Imagna è a dir poco straordinario.

Arrivati a fil di cielo il sentiero è poco più di una traccia, risale rapidamente fra guglie rocciose, scivoli erbosi e torrioni. Si partirà da Brumano ad una quota di 891 metri sul livello del mare, la quota d’arrivo è di 1.260 metri al rifugio Resegone e il gpm della skyrace è presso il rifugio Azzoni ad una quota di 1853 metri, il dislivello totale sarà di 2100 metri.

L’organizzazione prevede il trasporto degli indumenti degli atleti alla location del finish, dopo la gara ci sarà un pranzo presso il rifugio Rifugio Resegone, il direttore di gara è Luciano Locatelli.

Dalle creste del Resegone è possibile ammirare i tre laghetti brianzoli di: Oggiono, Annone e Pusiano; nelle giornate limpide il panorama sull’arco alpino è da capogiro si può scorgere senza l’ausilio di un binocolo le sagome dei maestosi: Rosa e Cervino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.