BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Oriocenter si amplia ancora: in arrivo 75 nuovi negozi e un cinema 14 sale – Video

Lavori di bonifica già iniziati nell'ex parcheggio esterno: al massimo nei primi giorni di settembre prenderà il via il cantiere vero e proprio. Il centro commerciale di Azzano San Paolo diventerà così il più grande d'Italia con 275 negozi, bar, ristoranti e 8mila posti auto.

Si chiamerà "Oriocenter Extension" e sarà la realizzazione del primo lotto del Polo del Lusso di Oriocenter, che tornerà ad essere, così, il più grande centro commerciale d’Italia. I lavori in quel di Azzano San Paolo sono già iniziati: archiviata la Festa della Dea 2015 (che si svolgeva proprio su quel pezzo di terreno) e ottenuti dal Comune di Simona Pergreffi tutti i permessi per le costruzioni, si è già provveduto alla rimozione della pavimentazione di quello che era il parcheggio esterno del centro. Si tratta, per ora, di un cantiere di bonifica, un passaggio obbligatorio e preliminare all’avvio del cantiere vero e proprio: in quella zona, durante i lavori alla pista dell’aeroporto Il Caravggio di Orio al Serio furono ritriovati resti bellici della Seconda Guerra Mondiale e prima di effettuare un qualsiasi scavo in profondità è necessario bonificare interamente la zona. Le ruspe, poi, entreranno in azione tra un paio di settimane, sicuramente non più tardi dei primi giorni di settembre.

Il nuovo Polo del Lusso di Oriocenter (che arriverà dopo numerosi rinvii) sarà diviso su due piani ed ospiterà qualcosa come 75 tra negozi e ristoranti, un cinema multiplex da 14 sale (per una capienza complessiva di 2.424 posti) e 2mila posti auto: al primo piano si troveranno negozi legati al mondo dello sport e della casa, abbigliamento fashion di fascia medio-bassa e accessori moda. Al secondo, invece, spazio ai marchi più costosi e sofisticati, quelli cosiddetti di fascia medio-alta.

Grazie al nuovo ampliamento, come detto, Oriocenter diventerà il più grande centro commerciale d’Italia e rientrerà nella lista dei più grandi (e importanti) di tutta Europa. In tutto, dopo l’avvento della nuova "Extensions", nel centro di Azzano San Paolo ci saranno la bellezza di 275 negozi, bar, ristoranti e 8mila posti auto. Un’operazione assolutamente senza precedenti per la Bergamasca che cercherà di puntare forte, ancora una volta, sul vicino aeroporto Il Caravaggio e sui clineti in arrivo da tutto il nord Italia: nel solo 2014 a Oriocenter sono transitate 19 milioni di persone.

Ecco come sarà il nuovo Oriocenter dopo i lavori

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da dregers

    francamente non sono contrario all’ampliamento e alla concentrazione commerciale in questa zona, perchè già fortemente urbanizzata e a mio avviso compromessa…la cosa assurda è che ciò avviene in seguito al fallimento del centro commerciale ACCIAIERIE di Cortenuova, e alle poche presenze di Antegnate (in settimana è semivuoto). Avrei francamente evitato di costruirli e avrei puntato subito su Orio-Azzano. Misteri..

  2. Scritto da Cap

    E’ una gioia sapere che sarà il + grande centro commerciale d’Italia :-|
    Luogo dove andare a macinare chilometri a piedi per fare acquisti è il sogno di chiunque, anche lo stare incolonnati nei parkeggi x entrare/uscire, iuhhuùù. Posti di lavoro ne creerà probabilmente…, ma con condizioni di lavoro discutibili: lavoro al sabato, alla domenica e nei festivi. Stipendi al minimo sindacale e orari impossibili durante i saldi/inventari.
    Qui i soldoni li fa solo chi costruisce e affitta !

  3. Scritto da beppe

    Tutto ciò puzza di bruciato: di chi sono i soldi? Chi investe? Come mai l’Iper nella stessa location dimezza la superficie? Qualcuno risponda! Altrimenti la risposta ve la do io…

  4. Scritto da Kurz

    Quando i mega centri commerciali arriveranno alla fine (e a Orio un piano di supermercato è da poco stato eliminato), ci troveremo tanti Ecomostri da smaltire.

  5. Scritto da Alter Ego

    Ma di cosa vi indignate? Romaladrona si prende tutti i soldi dei poveri Comuni che hanno fatto debiti. L’unica è fare qualsiasi opera che porti oneri. L’ampliamento per il cinema vorrebbero farlo anche al centro commerciale Le Due Torri di Stezzano, ma nessuno si lamenta.

  6. Scritto da usiamo il cervello

    E sapete da dove passerà la gran parte del traffico? Da Campagnola, in mezzo al quartiere.

    1. Scritto da paolot

      Il traffico di chi a Campagnola vive passerà di lì, senza dubbio.
      Il traffico del resto dei cittadini italiani (che in quota parte pagano asfaltature e manutenzione della strada di Campagnola il cui utilizzo è però lusso esclusivo dei soli residenti) passeranno invece dalla ben più comoda e funzionale viabilità principale: asse interurbano, nuova Cremasca, ecc.

  7. Scritto da gigi

    Mentre la viabilità continua a rimanere la stessa di cento anni fa. Più di dieci anni fa era stato firmato un accordo di programma tra le varie amministrazioni che prevedeva che a seguito del raddoppio di Oriocenter (di allora) la via per Orio venisse chiusa in enttata trattandosi di una piccola strada di quartiere dove ogni giorno passano 30 mila autoveicoli (più della BREBEMI per intenderci). Oggi è di fatto riaperta con in più il traffico dell’aeroporto. Grazie Gori.

    1. Scritto da paolot

      Non se sia peggio l’ignoranza o la cattiveria associata ad essa.
      1) La chiusura di via per Orio non ha mai avuto a che fare con il raddoppio di Oriocenter, per il quale l’accordo di programma ha previsto altre opere (raddoppio 591bis, bretella verso via Zanica, ecc).
      2) L’accordo di programma per il nuovo ampliamento (extension) di Oriocenter prevede molti interventi di potenziamento della viabilità. Se non ti sei preso la briga di leggerli non è colpa degli altri o del mondo crudele.

  8. Scritto da Gina

    amò negose,? ma se i laura mia zamò chi che ghè e i continua a pians, ala ala che l’è una porcheria

  9. Scritto da sebastian

    Cosa centra azzano con orio al serio?

  10. Scritto da Stefano

    Grazie al sindaco di Azzano per questo bel regalo, già non si respira, col nuovo oriocenter manco usciremo da casa per il traffico. E per fortuna che era con i comuni che chiedevano di mitigare l’aeroporto….. Incomprensibile

    1. Scritto da roberta

      Il progetto è stato approvato dall’Amministrazione di Azzano (centrodestra) oltre sei anni fa.
      Da allora ci sono state ben due elezioni amministrative, e gli azzanesi hanno sempre votato ed eletto liste di centrodestra (seppur con nomi diversi).
      Ora che non si lamentino!

      1. Scritto da Paolo

        Fa un pò ridere che si pensi ancora oggi che sia una questione di colore di giunta. Anche ai rossi piacciono molto i soldi che arrivano nelle casse del comune! Centro-destra o centro-sinistra sarebbe stato uguale!
        PS: qui tutti che si lamentano e poi li ritrovi ogni sabato e domenica passaggiare per i centri commerciali della bergamasca.

        1. Scritto da roberta

          Sei in grado di fare esempi specifici sul territorio in questione (Azzano San Paolo/Orio al Serio) o la tua è solo una generalizzazione pressopochista e qualunquista volta solo a distogliere l’attenzione dal fatto che il centrodestra di Azzano ha approvato questo intervento urbanistico?

  11. Scritto da Mario Cesareni

    E poi tutti a piangere ai funerali degli esercizi commerciali del centro… Da buoni falsi moralisti siamo in prima fila per la globalizzazione di gusti, servizi e mode. Bravi Bergamaschi giù la maschera tutti a festeggiare questo nuovo mega centro commerciale!

  12. Scritto da fab72

    giusti i dubbi sull’impatto ambientale … ma considerare anche i posti di lavoro in più ?

    1. Scritto da Lella

      Più che posti in più saranno un sacco di schiavi in più,credimi io ci lavoro non c’è domenica festivo che tenga!!! Tutti li ammassati a non comprare nulla ma solo per esserci!!! Alla fine ci toccherà lavorare 365 gg l anno 24 ore al giorno!! Portate i bimbi al parco e pure i cani!!! Ora è moda far fare i bisogni ai nostri amici a 4 zampe nel centro commerciale!! Che pena la gente!!!

    2. Scritto da paolot

      Giusto, hai ragione; i posti di lavoro in più contano più di qualsiasi altra cosa.
      Allora riapriamo le nostre gloriose fabbriche di mine anti-bambino a forma di giocattolo, che ci hanno resi famosi e che abbiamo esportato per decenni in tutto il mondo; hai presente quanti bei posti di lavoro in più?

  13. Scritto da Sergio

    Alla faccia della crisi

  14. Scritto da Luigi

    E poi ci sono quelli che si lamentano del rumore degli aerei, quando in realta’ il centro commerciale piu grande di italia provochera’ intasamenti ed inquinamento da auto come da nessuna altra parte.

    1. Scritto da andrea

      a infatti l’A4 è poco trafficata…

      1. Scritto da Luigi

        Di preciso cosa toglie questo al mio commento?

  15. Scritto da willer

    Guarda che l’Orio Center è nel comune di Orio al Serio…

    1. Scritto da studia

      Non sai nemmeno quello di cui si parla e pontifichi…..informati prima….
      La parte nuova è nel comune di Azzano

      1. Scritto da willer

        meno male che esisti tu e la tua stirpe di geni….ciao vado in USA in ferie al ritorno ci saranno già i lavori iniziati ciao e grazie ancora

  16. Scritto da Mario

    Ma il comune di Azzano nn è governato da un sindaco della Lega? Non erano loro quelli del “basta occupazione suolo basta centri commerciali ” vale solo per qualcuno non per tutti
    I soliti bla bla bla anche loro !!!!!

    1. Scritto da sara

      A me risulta che i politici (non gli elettori) leghisti siano come e peggio degli altri

      1. Scritto da cavadenti

        Parole di Veritas.