BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo chiusa per ferie: ad agosto c’è più gente ma pochi negozi aperti – Video

Ferragosto alle porte, caldo e (molte) serrande dei negozi abbassate non sono di certo le migliori alleate del centro città. A tenere aperti gli esercizi in via XX settembre, via S. Alessandro e via S. Orsola sono soprattutto le grandi catene d'abbigliamento, ma anche alcune gelaterie e bar.

Più informazioni su

Più gente in giro che negozi aperti. E’ questa la fotografia della Bergamo agostana. In centro città si notano semplici passanti – c’è chi fa un giro a piedi e chi preferisce la bicicletta – persone in cerca dell’ultimo ‘affare’ in saldo e chi spende il proprio tempo su una panchina, leggendo il giornale o consumando il pasto durante la pausa di lavoro. Ci sono famiglie che sfruttano i giorni di ferie per rilassarsi e portare a spasso i figli, e pure qualche turista.

Come gli inglesi Edmund e Marianne, marito e moglie sulla settantina, in visita alla Città: "Siamo venuti in Italia per Expo – commenta Marianne – Milano è molto bella e visto che ci fermeremo per qualche giorno abbiamo deciso di visitare anche quel che gli stava attorno. Ci hanno consigliata la città di Bergamo, soprattutto per la sua parte alta ed antica – ‘Upper Town’, come la chiamano loro -. Tuttavia il centro è piuttosto spoglio, ce l’aspettavamo più vivo".

Non brulicherà di gente, ma qualcuno di certo c’è, come sottolineato dalle ragazze dell’info point per Expo di via XX settembre: "La gente sembra poca, ma l’affluenza varia a seconda delle fasce d’orario. E poi ci sono davvero tanti turisti, cosa che non ci aspettavamo. Le mete che consigliamo di più sono Città Alta e l’Accademia Carrara. E poi ci sono i nostri ‘clienti’ abituali. Ovvero gli anziani, specialmente quelli che abitano nei dintorni e che si fermano per fare due chiacchiere; o quelli che non sanno accedere al nuovo servizio Wi-Fi e chiedono informazioni su come mandare gli SMS. Nonostante sia quasi ferragosto e alcuni negozi siano chiusi, l’affluenza di questi giorni non è poi tanto scarsa. Certo, non c’è il pienone…".

Meglio così, secondo Giovanna: "Almeno ne approfitto per portare a spasso mia figlia Irene, che può giocare e correre in libertà. Un po’ di gente comunque c’è sempre. I negozianti fanno i turni, non chiudono in massa. L’unica cosa insopportabile è il caldo. Il Comune avrebbe dovuto fare una cosa: provvedere alla disinfestazione delle zanzare, sono micidiali".

Seduti su una panchina due colleghi, Andrea ed Erika: "Ci siamo appena trasferiti in centro a Bergamo. Non è caotico ma nemmeno vuoto – commenta Erika -. Si vede un po’ di gente in giro. Spesso si esce comunque per le vie del centro perché sono chiuse al traffico e ci sono molti posti dove svagarsi e prendersi un break. Come bar, panchine, piccoli spazi verdi con posti all’ombra dove potersi refrigerare. I negozi chiusi non rappresentano di certo un problema. E’ normale che chi lavora tutto l’anno si prenda un periodo di vacanza. A proposito, speriamo di prendercelo presto anche noi".

Molte saracinesche abbassate, dunque. In centro e non solo. Nella Galleria Fanzago di via Angelo Maj, ad esempio, uno dei pochi commercianti a tenere aperto è Massimo Zazzi, detto Max, del ‘Comix Revolution’: "I ragazzi in questo mese hanno poco o nulla da fare e vengono spesso in negozio a comprare i fumetti. Al contrario di molti altri negozi, che nei mesi di Natale fanno un incasso pari a quello del resto dell’anno, le fumetterie, o perlomeno la mia, hanno incassi notevoli. Questa settimana però non c’è molta clientela. I fornitori sono in vacanza e, ahimè, gli ordini sono tutti per quella successiva. Ormai siamo tra le più grandi fumetterie del settentrione, sicuramente tra le prime dieci in Italia. Speriamo di attirare pure qualche turista straniero venuto per Expo".

Il video girato per le vie del centro:

 

Fabio Viganò

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Raffaele

    mi riferisco ad un altro articolo che riguardava la città quasi deserta per ferie, che ora non riesco più a trovare.
    C’era un notevole numero di commenti, tutti datati 2010, ma non c’era la possibilità di inviarne un altro. Potrei essermi sbagliato, nel qual caso scusatemi tanto. Arrivederci al prossimo commento (mi diverto un sacco, non avendo un cavolo da fare come pensionato, che scrive ora come Raffaele ora come Contardo).

  2. Scritto da Luigi

    “Tuttavia il centro è piuttosto spoglio, ce l’aspettavamo più vivo”.
    Il centro citta’, non citta’ alta… orsu’ leggiamo meglio.

  3. Scritto da Raffaele

    Non c’entra niente con l’articolo riportato qui sopra, ma ditemi perché in altra pagina del vostro giornale compaiono un articolo e i relativi commenti datati tutti 2010. Avete fatto lo sgombero delle cantine?
    Niente di male, per carità, c’è di peggio. E purtroppo le pagine dei giornali ne sono piene.

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Se ci dice in quale pagina e a cosa si riferisce magari le spieghiamo.

  4. Scritto da Raffaele

    Ai due faceti turisti inglesi che ritengono città alta “spoglia”, consiglierei di fare un piccolo sforzo culturale per rendersi conto che Bergamo, per fortuna e nonostante gli sforzi di tanti ignoranti, non è la Disneyland che probabilmente avrebbero preferito visitare. Ma forse ho capito male, si riferivano al centro di città bassa, quindi tutt’altro discorso.