BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per il dopo-Zappacosta si attende il mercato, ma occhio al baby-Conti

Il terzino lecchese durante il ritiro di Rovetta e nelle prime amichevoli pre-stagionali ha convinto Reja. Per ora non tornerà al Lanciano e non è da escludere che si possa giocare una maglia da titolare. Intanto la società tratta il 22enne Palacios del Deportivo Calì.

Più informazioni su

Un occhio al mercato e un occhio ai giovani rientrati dai prestiti. Per il dopo-Zappacosta Reja sembra avere le idee chiare: qualcuno può arrivare (dalla Colombia assicurano che l’Atalanta è sulle tracce di Helibelton Palacios, terzino 22enne del Deportivo Calì) ma grande attenzione va riservata a chi già è presente in rosa. Come Andrea Conti, lecchese classe 1994, che durante il ritiro di Rovetta e nelle prime amichevoli ha convinto tutti, tecnico e società: per lui è così arrivato il rinnovo del contratto fino al luglio del 2019 con un sostanziale adeguamento dello stipendio. Un modo per blindare definitivamente il terzino 21enne, quello dell’Atalanta, che non si vuole far scappare quel promettente ragazzo che tanto bene ha fatto nelle ultime due stagioni con le casacche di Perugia prima e Lanciano poi.

Masiello e Bellini all’occorenza possono giocare sull’out difensivo di destra ma è su Conti che Reja sembra si sia convinto a puntare. Per questo le richieste arrivate da mezza serie B sono state rimandate al mittente, almeno per ora.

Intanto i profili accostati al mercato dei nerazzurri si moltiplicano: oltre ai centrali di difesa Bonera, Paletta, Lollo, Medina e Formiliano (22enne del Danubio, ultimo nome collegato alla Dea da radiomercato), ora è spuntato anche Palacios (foto sotto, ndr), terzino classe 1993 che in Colombia danno per sicuro partente per l’Europa. L’Atalanta sarebbe in pole per strapparlo al Deportivo Calì con un’operazione non troppo onerosa (si parla di 400mila euro) che porterebbe sotto le Mura venete quella che potrebbe essere considerata una scommessa che, nel caso, si potrebbe giocare una maglia da titolare proprio con Conti.

Quel che è certo in casa bergamasca, comunque, è che qualcosa in entrata succederà molto presto. Sabato c’è il debutto in Coppa Italia col Cittadella, otto giorni più tardi il via del massimo campionato a San Siro con l’Inter. Reja e i tifosi attendono.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da hip hop

    ….come si dice, far nozze coi fichi secchi. Non si può chiedere la luna. È che la società tenga ben saldi/stretti i cordoni della borsa è evidente.

  2. Scritto da Francesco

    decisamente sotto tono questo mercato, il rischio tra l’altro è di tenere in rosa giocatori svogliati che per l’ennesima volta non sono stati venduti ad esempio Carmona, aggiungiamo pure Moralez, Denis, l’altalenante Cigarini e tutto il reparto difensivo che onestamente fa un pò preoccupare. Manca ancora tempo ma per quanto visto fin’ora le sensazioni sono tutt’altro che positive.

  3. Scritto da El Cid Campeador

    Questa è una delle sessioni di mercato più deprimente della storia nerazzurra, da Rossettini a Paletta passando per Defrel l’Atalanta ha incassato una serie di “No, grazie” imbarazzante. Difficile restare ottimisti.
    P.S. non sarei sorpreso se si arrivasse alla risoluzione consensuale del contratto anche con Reja. Di fatto l’uscita di scena di Marino ne ha indebolito la posizione e a 70 anni ci si può permettere di non essere “aziendalisti” aldilà di ogni evidenza.