BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Finti tecnici Enel, consigli anti-truffa dell’azienda: aprite solo a chi ha tesserino

Sono diverse negli ultimi giorni le segnalazioni di finti tecnici dell'Enel in diversi comuni della nostra provincia. L'azienda dell'energia elettrica ha così deciso di chiarire una volta per tutte la sua posizione in merito e fornire alcuni consigli utili ai cittadini

Sono diverse negli ultimi giorni le segnalazioni di finti tecnici dell’Enel in diversi comuni della nostra provincia. Truffatori che bussano alla porta e con la scusa di controlli fittizzi, ne approfittano per introdursi nelle abitazioni ed estocere denaro, o addirittura cercare di compiere furti.

L’azienda dell’energia elettrica ha così deciso di chiarire una volta per tutte la sua posizione in merito e fornire alcuni consigli utili ai cittadini:

"Di fronte agli episodi avvenuti in questi giorni e compiuti da sconosciuti che sfruttano la notorietà e l’affidabilità del nome Enel – spiegano – , l’azienda coglie l’occasione per dire quanto segue: le eventuali visite – per esempio per lettura del contatore – del personale tecnico Enel, provvisto sempre di apposito tesserino aziendale, al domicilio dei clienti sono preannunciate da manifesti informativi affissi in prossimità degli edifici interessati.

Inoltre in casi come, guasti, sopralluoghi tecnici, verifica funzionamento, posa o sostituzione del contatore il cliente contatta o viene contattato dal personale Enel fissando eventualmente anche uno specifico appuntamento.

Enel, inoltre, come tutti gli altri operatori del mercato energetico utilizza un’apposita rete di vendita, formata da professionisti certificati e selezionati per contattare i clienti tramite i canali del porta a porta e proporre le nuove offerte Enel Energia. In questi casi i clienti devono pretendere l’esibizione del tesserino Enel di riconoscimento e controllare che gli eventuali agenti abbiano materiale Enel: contratti e proposte commerciali. I venditori e le agenzia partner di Enel Energia sono tenute al rispetto di un codice di comportamento le cui violazioni sono sanzionate con severe penali o con la risoluzione del contratto.

Nel caso vi siano agenzie o venditori che adottano comportamenti scorretti o utilizzano impropriamente il nome e l’immagine aziendale con il solo scopo di adescare scorrettamente nuovi potenziali clienti, vi è la segnalazione del nome del promotore all’interno di un’apposita black list.

Enel è un’azienda leader sul mercato e da sempre radicata sul territorio per questo ritiene importante avere clienti che consapevolmente decidono di sottoscrivere le offerte perché ritenute vantaggiose e per la qualità del nostro servizio clienti che comprende diversi canali: internet, call center e Punti Enel sul territorio.

Infine si precisa che in nessun caso un dipendente Enel può riscuotere denaro direttamente al domicilio dei clienti e che il pagamento delle bollette può avvenire esclusivamente attraverso i seguenti metodi: bollettino postale, istituti bancari, carta di credito e bancomat da utilizzare presso gli sportelli automatici, sportelli Lottomatica e Sisal abilitati, pagamento on-line con carta di credito emessa in Italia dagli appositi circuiti, addebiti su conto corrente bancario o conto corrente postale".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 081

    Tutto vero…anche se quelli “originali” non è che siano da meno

  2. Scritto da Francesco

    Esatto, i tesserini fasulli ce li hanno anche questi malfattori. Capita spesso che si presentino anche dei venditori alla porta, spacciandosi per incaricati Enel chiedono di controllare la bolletta per verificare se abbiamo diritto a qualche rimborso. Non fate controllare nulla a questi tizi, anzi non aprite nemmeno. Per farli andare via basta insistere e farsi dare i nominativi di questi personaggi, vedrete che in men che non si dica correranno via.

  3. Scritto da cua de paja

    Scusate redazione ma scrivere nel titolo di aprire a chi ha il tesserino è fuorviante. Lo sappiamo tutti che con pochi mezzi informatici si possono fare stampati fasulli e ingannevoli tanto più per chi tale tesserino originale non lo ha mai visto. Descrivete come dovrebbe essere uno originale!

  4. Scritto da rino

    questi loschi personaggi spaziano un po in tutta Italia, si presentano con tanto di tesserino con fotografia con evidente logo Enel poi uno in buona fede li fa entrare qui…scatta la truffa, e ci si domanda dove sono i controlli? questa gente va eliminata va pedinata, va castigata BASTA BUONISMO

    1. Scritto da incompreso

      A quale buonismo si riferisce?

      1. Scritto da Lino

        Penso a quello che se vengono presi, poi li rilasciano immediatamente….