BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ca’ Matta e non solo, Oriani: gli azzurri in Provincia rassegnino le deleghe

Dopo la presa di posizione dei due neo commissari di Forza Italia Bergamo, Gregorio Fontana ed Enrico Piccinelli, che in una lettera al partito hanno annunciato un approfondimento (e un ripensamento) circa il rapporto di collaborazione esistente tra gli azzurri e il Pd in Consiglio provinciale, anche altri esponenti forzisti intervengono a criticare apertamente l'alleanza in Via Tasso e il sostegno al presidente Matteo Rossi.

Dopo la presa di posizione dei due neo commissari di Forza Italia Bergamo, Gregorio Fontana ed Enrico Piccinelli, che in una lettera al partito hanno annunciato un approfondimento (e un ripensamento) circa il rapporto di collaborazione esistente tra gli azzurri e il Pd in Consiglio provinciale (leggi), anche altri esponenti forzisti intervengono a criticare apertamente l’alleanza in Via Tasso e il sostegno al presidente Matteo Rossi. 

A far esplodere il caso l’accoglienza dei profughi alla Ca’ Matta (leggi): su 24 stranieri il cui arrivo ha spaccato il fronte dell’ente parco dei Colli, si è infatti ricompattata l’alleanza Lega-Forza Italia, unite nel "no" a differenza del leader della Provincia.

Il primo a esprimersi su entrambi i fronti, profughi e sostegno in Via Tasso, è Matteo Oriani (già consigliere provinciale) che su Facebook chiede agli attuali consiglieri provinciali di Forza Italia di rassegnare le deleghe: "Leggo con piacere la posizione assunta da Forza Italia sulla questione Cà della Matta. Era ora che i consiglieri di Forza Italia si accorgessero di essere divenuti una stampella del Pd in provincia, al punto di aver difeso più volte le scelte dell’ente, ad esempio due settimane fa sul tema aeroporto, anche quando non lo faceva il Pd stesso. Il dialogo con il Pd non ha portato a nulla di concreto e utile per i nostri territori. Ora serve chiarezza verso i nostri iscritti e coerenza rispetto alla linea nazionale dettata dal Presidente Berlusconi. Per cui se si vuole dare un segnale i nostri consiglieri rassegnino le deleghe al Presidente Rossi".

E c’è chi parla di inciucio, di zerbinismo nei confronti del Pd, chi commenta con un "era ora"…

E siamo appena agli inizi. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario

    non solo non cambia nulla (ne PD ne FI han vantaggio a litigar davvero!) Assisteremo al solito teatrino ma anche stavolta Arlecchino farà solo finta di usare il manganello.
    Intanto la cooperativa e la Caritas incassano e ammassano in tre stanze gli africani

    1. Scritto da Non ci credo

      Le4 Caritas incassano? Ma se dicono che lo fanno gratis per spirito cristiano. Va beh le cooperative, che è noto, e il clero, ma anche la Caritas? Non ci credo.

  2. Scritto da O.S.O.K.

    Oriani, gran brava persona su questo ci sono poco dubbi, ha un grande problema, Ogni volta che Forza Italia si muove e/o cambia qualcosa ,viene usato come apripista sacrificabile. Mi dispiace molto per una persona qual’è Matteo che meriterebbe miglior fortuna ,politicamente parlando.La vera domanda è capire come verranno ridiscussi gli accordi Tra FI e Lega e FI e PD…sara un Settembre politicamente divertente.

  3. Scritto da Wow

    Grande Oriani!! E’il tuo momento di gloria.

  4. Scritto da segnalatore

    Tranquilli. In Provincia non cambierà nulla, lo ha già dichiarato l’ on. Fontana. Scommettiamo!