BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Multati abusivi in spiaggia 10 mila euro a 2 senegalesi residenti a Bergamo

Sanzione salatissima quella comminata dai carabinieri di Cecina ai due venditori ambulanti: su banchetti di fortuna avevano esposto numerosi capi e prodotti contraffatti di note griffe. E' l'ennesimo blitz sul litorale livornese.

Una dura sanzione pecuniaria e il sequestro della merce: è quanto hanno deciso i carabinieri della compagnia di Cecina, in provincia di Livorno, coadiuvati dalle altre forze dell’ordine che pattugliano il territorio, nei confronti di due venditori abusivi di 62 e 55 anni, di origini senegalesi ma residenti in provincia di Bergamo.

Il blitz anticontraffazione è scattato nel weekend nei parcheggi delle spiagge bianche di Vada, nel Comune di Rosignano Marittimo, dove il via vai di turisti è sempre abbondante e redditizio per gli ambulanti: durante l’operazione i carabinieri hanno sequestrato tutto ciò che era stato messo in esposizione, o era pronto per essere esposto, su alcuni banchetti di fortuna.

Tantissimi capi di abbigliamento, complessivamente 195 tra vestiti, accessori e calzature, 160 tra orologi, occhiali e articoli di bigiotteria, 70 giocattoli, 29 oggetti di arredamento per la casa e 16 prodotti per la cura della persona: quasi tutto era griffato con famosi marchi contraffatti.

Oltre al sequestro della merce, ai due sono state inflitte sanzioni amministrative da 10mila euro.

Non è la prima operazione di questo tipo sul litorale livornese nelle ultime settimane: solo 7 giorni fa a Marina di Cecina erano stati sequestrati 2.500 prodotti, abbigliamento e accessori ma anche alimentari e bibite; una settimana prima il blitz aveva raggiunto anche Donoratico, con altri mille prodotti contraffatti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da jack

    Ci sono senegalesi sulle spiagge solo perchè gli ITALIANI comprano da loro! Merce fuori controllo, giochi tossici usati da bambini, occhiali da sole dannosi per gli occhi.. bravi italiani continuate così.

  2. Scritto da pino

    basta tollerare questa gente VIA DA QUI

  3. Scritto da Francesco

    Per le ditte (anche italianissime) che invece fabbricano questo materiale contraffatto invece nessuna multa vero?

  4. Scritto da rota bruno

    vengono elevate moltissime sanzioni di questo tipo in tutta italia!! sarebbe interessante sapere quante di queste sono state effettivamente riscosse dai vari comuni !!! c’è qualcuno che mi può aiutare a reperire questi dati?

    1. Scritto da Alberto

      Nessuna, credimi

      1. Scritto da giuseppe

        non sono titolari di niente, cosa volete che paghino. secondo me non è loro nemmeno la mercanzia esposta, gliela forniscono i loro capi !