BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cisl, espulso funzionario che ha denunciato il caso dei mega-stipendi

Fausto Scandola iscritto alla Fnp Cisl di Verona, iscritto ininterrottamente al sindacato cattolico dal 1968, è stato espulso per aver redatto e divulgato un dossier nel quale denunciava i mega-stipendi percepiti da alcuni dirigenti del sindacato.

Più informazioni su

Fausto Scandola iscritto alla Fnp Cisl di Verona, iscritto ininterrottamente al sindacato cattolico dal 1968, è stato espulso per aver redatto e divulgato un dossier nel quale denunciava i mega-stipendi percepiti da alcuni dirigenti del sindacato. (Leggi qui l’articolo pubblico da Bergamonews.it).

Scandola si è visto notificare l’espulsione. Ora ha dieci di tempo per fare appello. In caso dovrà spiegare come ha avuto i Cud dei dirigenti denunciati nel suo dossier.

"La decisione è stata presa dalla nostra magistratura interna che è autonoma nelle sue scelte – afferma il segretario della Cisl Annamaria Furlan -. Non sono tanto decisive le offese personali che mi sono state rivolte nella lettera che mi ha inviato, ma la scelta di far circolare quel documento in questo modo gettando discredito sull’organizzazione".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da beppe

    Ah ah ah ah… È stato espulso da uns magistratura interna… Ma in che BIp di paese viviamo? Laur de mac… Repubblica delle banane….

  2. Scritto da il sospettoso

    I mega stipendi sono soltanto di provenienza sindacale (già questa è una anomalia), oppure sono i riconoscimenti (Marchionne?) per aver contribuito ad incrinare l’unità del sindacato?

  3. Scritto da il collerico

    Se non sbaglio, non molto tempo fa, proprio su questo sito, anche l’ex segretario nazionale della CISL Savino Pezzotta aveva chiesto al suo successore di smentire le voci che circolavano sul suo compenso ma mi pare che ciò non sia avvenuto!!

  4. Scritto da Lapalisse

    Chi fa la spia non è figlio di Maria…eccolo il sindacato dei valori, ormai da movimento di ispirazione cristiana per la giustizia sociale, ridotto ad organizzazione fine a stessa, anzi ai suoi super pagati dirigenti, ho stracciato la tessera tanti anni fa sentendomi preso in giro già allora da troppe chiacchiere, adesso provo solo nausea…

  5. Scritto da fk

    Invece l’accesso ai dati sui CUD (pensioni comprese), IMU, ecc. dovrebbe essere un diritto dei cittadini. Sarebbe Interessante il raffronto pulpiti-prediche.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Se non sbaglio, cinque anni dopo la presentazione tutte le dichiarazioni dei redditi sono pubbliche. Credo che gli elenchi si possano consultare in ciascun comune.

  6. Scritto da Alberto

    Più che gettar discredito, ha smascherato meglio come vengono spesi i contributi degli iscritti.

  7. Scritto da angelo f.

    Fin dalla sua fondazione la CISL si è distinta per la sua aconfessionalità. Che poi la stragrande maggioranza dei cattolici abbia scelto questo sindacato invece della dichiaratamente atea CIGL è una scelta normale. Attenti ai facili inquadramenti!

  8. Scritto da gianni

    Fanno comodo profumati “megastipendi” all’insaputa degli iscritti!!! Bravi la c.i.s.l. ha perso un’occasione storica di fare pulizia dei Bonanni di turno, avrebbe costretto anche gli altri sindacati a fare pulizia al proprio interno… spero che nessuno faccia piu’ la tessera a nessun sindacato, anche se sono dell’idea che senza siamo tutti piu’ “poveri” di democrazia, ma non si puo’ continuare sulla stessa riga della politica…