BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Buco da 220mila euro Paladina taglia servizi e aumenta Imu e Irpef

La minoranza all'attacco sugli errori contabili che hanno portato al pesante passivo: rivisto il documento di previsione, con aumento di un punto delle aliquote Imu e Irpef e taglio a servizi e indennità di carica del sindaco Ruggeri.

Duecentodiecimila euro dice la maggioranza, duecentoventimila euro ribatte l’opposizione: il tira e molla sull’esatto ammontare del buco di bilancio cambia di poco la situazione in rosso dei conti del Comune di Paladina.

Errori contabili”, come li ha definiti il sindaco Simone Ruggeri, che sono emersi nell’ultimo Consiglio Comunale del 30 luglio e che hanno costretto la Giunta ad apportare modifiche al documento di previsione che era già stato approvato in aprile.

Modifiche che, in termini pratici, si sono tradotte nell’aumento di un punto delle aliquote Imu, che passa da 0,71 a 0,81%, e Irpef, da 0,7 a 0,8%, oltre a un deciso taglio ai servizi, nell’ordine dei 100mila euro. Compresa nei tagli anche l’indennità di funzione del sindaco che, per il 2015, ammonta a poco più di 12mila euro.

In un volantino diffuso alla cittadinanza, il gruppo di minoranza Paladina in testa va all’attacco: “Paladinesi, mano al portafogli: 220mila euro è l’entità del buco di bilancio del Comune di Paladina ammesso dal Sindaco nel Consiglio Comunale del 30 luglio. Le maggiori tasse che tutti i cittadini saranno chiamati a pagare già dal 2015: l’aumento Imu e Irpef. I tagli ai servizi che colpiranno tutti i concittadini, in particolare sui servizi sociali, per lo sport e per il diritto allo studio ammontano a 105mila euro. Attenzione – continua la minoranza – l’aumento delle imposte è retroattivo a partire dal 1° gennaio 2015 per tutti i contribuenti”.

La lista civica Paladina in testa chiede anche conto delle responsabilità “che hanno generato l’ammanco. La ripartizione dei tagli è presunta, perchè al Consiglio Comunale è stato fornito uno schema di bilancio inidoneo, senza il dettaglio dei capitoli e delle voci di spesa revocate. L’allegra gestione delle risorse finanziarie incomincia nel 2013 ed è proseguita fino ad oggi con imperizia e superficialità”.

All’origine del “buco” ci sarebbero due debiti fuori bilancio da 45mila euro ciascuno con il Comune di Treviolo, con il quale vige una convenzione di segreteria fino al giugno del 2017, e con la Provincia di Bergamo per la Tari. La fetta maggiore, però, spetterebbe allo Stato che avrebbe richiesto al Comune di Paladina 120mila euro in più di Imu riferita alle ultime due annualità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Elquiser

    Ma se questa correzione di bilancio è retroattiva, significa che i cittadini di Paladina, per due anni non hanno pagato tasse per la somma corrispondente. Hanno risparmiato prima, per errore contabile e devono pagare oggi, a ripiano, per verifica contabile. Nulla più di quanto dovuto. Una nota di demerito invece va ai responsabili della contabilità.

    1. Scritto da Lucio Brignoli

      le tasse i cittadini di Paladina le hanno pagate sempre tutte, solo che chi amministrava ha speso più di quanto in realtà avesse a disposizione. Ora i conti non tornano e pagano ancora i cittadini… c’è una bella differenza!

  2. Scritto da Frutti

    Ci voleva il funzionario amministrativo di Valbrembo per far emergere i buchi nel bilancio di Paladina.
    L’unione dei servizi tra Paladina e Valbrembo da i primi frutti.

  3. Scritto da remember

    gran parte dei soldi sono reclamati dallo stato che grazie anche all’apporto della lega aveva cancellato l’ici (unica tassa federale). smettiamola con questi slogan: sinistra, sinistra, sinistra. se siamo in queste condizioni con il terzo governo non eletto ma imposto dalla bce la colpa è solo nostra e di chi ci ha rappresentati per varie legislature, lega compresa. basta dire studipaggini e postare commenti senza senso, logica e criterio. l’italia è come la grecia. che vogliamo fare?

    1. Scritto da Vanessa

      Ok ma Stato a parte se tu non sai fare i conti, spendi più di quanto avresti potuto e, in più, mi si conceda fai delle spese a mio dire spesso inutili sei tu che non vai bene

  4. Scritto da Sergio

    Strano che facciano ripianare il buco ai cittadini con l’aumento delle tasse

    1. Scritto da Perché?

      E perchè, Renzi che fa? Questi sono della scuola Renzi, del PD mascherati da lista civica

      1. Scritto da Sergio

        Era ironico, so benissimo cosa fanno i piddini mascherati da lista civica. Non hanno nemmeno il coraggio di metterci la faccia e le insegne ufficiali del PD, si fingono verginelli alla politica. Codardi e incapaci di fare il loro dovere

  5. Scritto da kd

    Bravo Tommaso…un fenomeno!

    1. Scritto da Ape

      Cosa c’entra? Allora nel comune dove i conti sono ok vuol dire che é bravo il sindaco o l’assessore? Si informi un pochino su come funzionano o dovrebbero funzionare le cose. Le dice nulla la separazione dei poteri: politico da una parte e gestionale in capo ai funzionari?

      1. Scritto da Carla

        …ape hai qualche problema se fai affermazioni di questo tipo … Capirei una tale risposta giusto se fossi un membro della giunta

      2. Scritto da kd

        Ape… Ape… Sei solita sedere in Giunta a Paladina per caso?

        1. Scritto da Lucio Brignoli

          Ape che ride… quindi se il Sindaco (in qst caso con delega al bilancio) non è responsabile del conti del comune cosa lo eleggiamo a fare?! Stia a casa sua, eleggiamo il ragioniere o il messo, chi comanda davvero insomma ;)

          1. Scritto da Ape

            Non si inganni, non sono un politico ma credo si sapere come dovrebbero funzionare le cose fra politici e funzionari.aggiungo: l’ape non ride… L’ape lavora.

  6. Scritto da Sinistrati

    La sinistra al governo avanza e arranca