BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Banca Commercio Industria Barcella: più credito a famiglie ed imprese

Il primo semestre del 2015 per la Banca Popolare Commercio e Industria ha visto la significativa ripresa dell’attività commerciale, evidenziata dall’ importante crescita dei crediti erogati nel periodo, oltre che dall’incremento dello stock complessivo dei crediti alla clientela (+4,1%).

LA SINTESI

Crediti a Clientela a 8,8 miliardi di euro: +4,1% rispetto al 31 dicembre 2014.

Erogato M/L termine complessivo pari a 683 milioni di euro: +45% rispetto 1° semestre 2014.

Erogato M/L termine a famiglie: +37% rispetto 1° semestre 2014.

Erogato M/L termine a imprese: +50% rispetto 1° semestre 2014.

Totale ricchezza finanziaria a 17,4 miliardi di euro: +3,2% rispetto al 31 dicembre 2014. Risparmio gestito: +11,5% rispetto al 31 dicembre 2014. Incidenza della raccolta indiretta qualificata (risparmio gestito e prodotti assicurativi) pari al 51% del totale raccolta indiretta (47% al 31 dicembre 2014).

CREDITI IN CRESCITA

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Popolare Commercio e Industria Spa ha approvato nella giornata di giovedì 6 agosto i risultati al 30 giugno 2015. Il primo semestre del 2015 ha visto la significativa ripresa dell’attività commerciale, evidenziata dall’importante crescita dei crediti erogati nel periodo, oltre che dall’incremento dello stock complessivo dei crediti alla clientela (+4,1%).

Nonostante il perdurare degli effetti della crisi economica sul credito e il livello dei tassi eccezionalmente basso, la Banca ha riportato un utile netto pari a 22,7 milioni, che riflette la pressione sui ricavi e la continua virtuosa contrazione degli oneri operativi, con un costo del credito contenuto a 64 punti base.

“I risultati del primo semestre dimostrano in concreto l’attenzione ai territori in cui la banca opera e la vicinanza alle famiglie e imprese clienti” sostiene Alberto Barcella, Presidente della Banca Popolare Commercio e Industria.” Particolarmente importante sono la crescita dei crediti netti alla clientela, primo segnale di ripresa dell’attività economica, e la favorevole evoluzione della ricchezza finanziaria, in particolare del risparmio gestito, che indica la rilevanza per i clienti dei prodotti a maggiore valore aggiunto".

GESTIONE ECONOMICA

Nel primo semestre 2015, la gestione operativa ha evidenziato un risultato di €65,2 milioni (€74 milioni nell’analogo periodo 2014). Nel dettaglio, i proventi operativi si sono attestati a €172,2 milioni rispetto a €182,7 milioni a giugno 2014. Tale valore è dovuto, al calo del margine d’interesse, causato dal sensibile calo dell’Euribor – la media semestrale Euribor 1 mese è scesa da 0,23% del 1° semestre 2014 a -0,02% del 1° semestre 2015 -, e al minore apporto commissionale derivante dal collocamento di prestiti obbligazionari di UBI Banca, che ha impattato sulle commissioni nette. Gli oneri operativi confermano una buona gestione attestandosi a €107 milioni rispetto ai €108,7 milioni dell’analogo periodo 2014 (-1,6%).

A causa delle perduranti difficoltà dell’economia nei territori di riferimento, le rettifiche nette di valore per deterioramento crediti si sono attestate a €27,9 milioni rispetto ai €25,4 milioni del primo semestre 2014, definendo un costo del credito annualizzato dello 0,64% rispetto allo 0,60% del 30 giugno 2014. L’utile dell’operatività corrente, al lordo delle imposte, è pari a €35,5 milioni in diminuzione rispetto a €47,8 milioni dei primi 6 mesi del 2014. Le imposte sul reddito d’esercizio dell’operatività corrente sono stimate in €12,9 milioni con un conseguente utile netto di €22,7 milioni di euro (€30,3 milioni a giugno 2014).

DATI PATRIMONIALI

Al 30 giugno 2015 gli impieghi complessivi verso la clientela sono aumentati, sia rispetto alle consistenze di fine anno 2014 (+4,1%) sia di fine giugno 2014 (+3,3%), registrando un valore di €8,8 miliardi. L’erogato M/L termine è aumentato del 45% passando da €470 milioni al 30/06/2014 a €683 milioni al 30/06/2015. In dettaglio l’erogato alle famiglie è aumentato del 37% passando da €162 milioni al 30/06/2014 a €222 milioni al 30/06/2015 mentre l’erogato alle imprese è aumentato del 50% passando da €308 milioni al 30/06/2014 a €461 milioni al 30/06/2015. A fine giugno 2015 il totale della ricchezza finanziaria è pari a €17,4 miliardi in forte crescita sia rispetto alle consistenze di fine anno 2014 (+3,2%) sia di fine giugno 2014 (+3,5%). Il risparmio gestito cresce dell’11,5% rispetto al 31/12/2014 e del 21,4% rispetto al 30/06/2014.

Al 30 giugno 2015, il patrimonio, al netto dell’utile di esercizio, è pari a 1.172 milioni di euro. Il rapporto tra il totale dei fondi propri e le attività di rischio ponderate (total capital ratio) è pari al 19,52%, in crescita rispetto al 19,11% rilevato al 31/12/2014. Al 30 giugno 2015, Banca Popolare Commercio e Industria conta 7 Direzioni Territoriali, 196 filiali Retail, 9 filiali dedicate al Pegno, 7 Private & Corporate Unity. Il personale risulta composto da 1.568 dipendenti effettivi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.