BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Firme per illuminare la ciclabile in Val Brembana: vicini al traguardo

Albano Marcarini - scrittore, urbanista e cartografo - ha lanciato attraverso la piattaforma change.org. una petizione on-line per il ripristino dell'illuminazione nelle gallerie della pista ciclabile della Val Brembana.

Albano Marcarini – scrittore, urbanista e cartografo – ha lanciato attraverso la piattaforma change.org una petizione on-line per il ripristino dell’illuminazione nelle gallerie della pista ciclabile della Val Brembana.

"La pista ciclabile della Val Brembana, sul tracciato ex-ferrovia della valle – si legge – è una delle più spettacolari d’Italia con la sua successione di ponti e lunghi tunnel. Purtroppo da qualche anno, la suggestiva illuminazione per agevolare il transito nelle gallerie è fuori uso e ciò genera rischi e pericoli per i numerosi ciclisti e pedoni. Chiediamo di intervenire affinché siano ripristinate le condizioni di sicurezza e di funzionalità della pista ciclabile della Val Brembana".

La petizione, nel giro di pochi giorni, ha già raccolto più di 700 firme e mira dritta dritta a quota 1000. Una volta raggiunta questa soglia, la richiesta verrà inviata alla Comunità Montana Valle Brembana.

"Questa petizione – spiega Marcarini – non nasce in segno di protesta, ma d’incoraggiamento. Anni fa è stata realizzata un’opera d’eccellenza; una delle piste ciclabili più belle e suggestive d’Europa. Non intervenire sarebbe una follia. Anche perché nel periodo estivo è legittimo pensare che la gente esca in bicicletta, e dev’essere libera di farlo in condizioni di sicurezza e tranquillità. La Valle Brembana, e tutte le bellezze che porta con sé, meritano un trattamento migliore".

Per chiunque volesse dare il proprio contributo, questo è il link alla quale poter fare riferimento: https://www.change.org/p/ripristinare-l-illuminazione-nelle-gallerie-della-pista-ciclabile-della-valle-brembana.

Fabio Viganò

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da DOVE SONO?

    Noto che malgrado l’argomento sia di grande interesse per la “Massa critica” ciclistomane nessuno interviene. Probabilmente sarà temporaneamente emigrata in qualche terra più illuminata ad esempio: Capalbio, Seychelles, Kathmandu, ecc.

  2. Scritto da il faro

    ma scusate, quando non c’era illuminazione pubblica così estesa, i ciclisti alle serate buie si ritiravano in casa. No! circolavano con il faro acceso e le”gemme” (obbligatori anche oggi vedi il tanto lodato CdS) e faticavano per far funzionare la dinamo. Oggi che ci sono pile potentissime da montare sulla bici si pretende l’illuminazione …. be tanto paga pantalone per quei relativamente pochissimi fruitori notturni delle piste

  3. Scritto da oliviero carminati

    complimenti ai promotori per l’iniziativa che cerca di sollecitare anche le amministrazioni locali e la Comunità Montana che sono abbastanza LATITANTI e MIOPI per migliorare una PERLA del turismo vallare,