BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Bocia a Londra alla partita Accompagnato dalla Digos Fatto che m’indigna

Dario Guerini, già assessore a Bergamo, amico di Bergamonews con cui collabora attraverso servizi fotografici e recensioni di concerti e festival jazz, ci scrive una lettera indignata sulla trasferta del Bocia a Londra, accompagnato dalla Digos.

Dario Guerini, già assessore a Bergamo, amico di Bergamonews con cui collabora attraverso servizi fotografici e recensioni di concerti e festival jazz, ci scrive una lettera indignata sulla trasferta del Claudio Galimberti (il Bocia) a Londra, accompagnato dalla Digos.

C’è qualcosa che sfugge, anzi che indigna profondamente nella notizia sulla trasferta a Londra dell’immarcescibile Bocia per assistere alla partita dell’Atalanta con il Queens Park Rangers.

Che il capo degli ultras atalantini, dopo un obbligato digiuno da stadio di sei anni, volesse seguire in trasferta la squadra senza doversi preoccupare del Daspo è comprensibile. Il divieto di accesso agli stadi lì non vale.

Quello che offende profondamente è la scorta di due agenti della Digos, che, imbarcati su un volo di linea, hanno controllato sul campo che il Bocia e il suo turbolento seguito non creassero problemi di ordine pubblico.

Pare che l’iniziativa sia la risposta della Questura di Bergamo ad un invito delle autorità londinesi, informate della presenza inquietante del nostro.

Sono anni che la Polizia piange, a piena ragione, per grave mancanza di mezzi e di uomini necessari per fronteggiare la crescente criminalità sul nostro territorio. Che giustificazione può avere una tale operazione?

Tenuto conto che già le agguerrite tifoserie atalantine costano alla comunità locale una montagna esagerata di quattrini per presidiare le partite in patria e per fronteggiare i durissimi scontri tra tifoserie da parte di agenti della Polizia locale e di Stato, la trasferta londinese non può non provocare una forte indignazione collettiva.

Il Bocia, che poi nella terra dei gentleman ha dimostrato di essere un gentleman, ringrazia sia per l’opportunità di rivedere la sua squadra nonostante i divieti, sia per l’inaspettata scoperta di poter contare su una scorta istituzionale nei viaggi all’estero, come i Grandi. Mica scemo.

Dario Guerini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lu

    Però, mica male il Bòcia in costume….

  2. Scritto da Marco

    La digos accompagna i tifosi da decenni

  3. Scritto da aiegil

    ahahah quante stronzate il bocia fa il benefattore? chi gli controlla gli incassi? TU TIFOSO ATALANTINO?? chi gli permette di vivere cosi agiato che fa? mi direte il giardiniere …. chiedo di che cosa?? fa bene l’assessore ad indignarsi!!! e poi anche il presidente va alla festa… perché … chiedetevelo chiedetevelo interessi???!!! che banda!!!

  4. Scritto da Andrea

    Se è vero… Che gioppinata…. Anche perché li se avesse fatto casinò lo avrebbero messo dentro subito e prima di chiuderlo in gattabuia magari legnato anche un po… E il bocia ste cose le sa…

  5. Scritto da civilization

    uno dei massimi esempi di cervelli in fuga…

  6. Scritto da Contardo

    In tutta questa faccenda mi pare che l’unica cosa seria l’abbia scritta chi ha proposto che tutte le spese di sorveglianza e prevenzione incidenti per le partite di calcio siano poste a carico delle società e non della collettività.
    Tutto il resto è solo polemica, più o meno politica.
    Statemi bene.

  7. Scritto da Fabiola

    un brav uomo solo incolpato perchè tifa Atalanta

  8. Scritto da omino

    ma vi rendete conto di cosa siete capaci? invece di pensare a tutti i problemi che abbiamo in questo paese vi mettete contro un ultras che ci mette sempre la faccia anche quando non tocca a lui? vergogna!

    1. Scritto da claudio paul caniggia

      e tu allora? con tutti i problemi che abbiamo ti metti a difendere un ultra’ che va in giro a vantarsi degli scontri alle partite? con decine di processi alle spalle e che non può mettere piede allo stadio?

      1. Scritto da giulio

        Il problema non è Claudio, ma chi gli mette alle spalle due poliziotti della digos. Perché non fanno lo stesso quando con altri “dell’associazione a delinquere” consegna assegni fa migliaia di euro alle associazioni di volontariato bergamasche. Finiamola con questa assurda e ridicola caccia alle streghe.

    2. Scritto da Groucho

      Santo subito !!!!

  9. Scritto da Andrea

    La notizia conferma, se mai ce fosse il bisogno, lo stato di degrado in cui è ridotto il Paese.

  10. Scritto da Dax

    Io sono indignato da altre cose: vitalizi e stipendi d’oro dei politici, corruzione, legge NON uguale per tutti ecc ecc. Sicuramente non dal Bocia.

    1. Scritto da aris

      indignamoci anche dei lauti stipendi dei calciatori, dirigenti, manager ecc che girano attorno al calcio. Nonchè TV, giornalisti, politici e tutti quanti usano sproporzionatamente il calcio per fini discutibili. Incluso ultras vari che co tutti quanti sopra distorcono uno sport bellissimo ormai disastrato.

  11. Scritto da Alfio Zanga

    Che un ex assessore abbia un così alto senso delle Istutizioni che lo porti a pensare che la Questura di Bergamo e la Digos si muovano per scortare una persona..questo si che dovrebbe indignare indignare i cittadini…tal Sig.Guerini ci ha rappresentanti nel su mandato..rabbrividisco al pensiero.
    Ps. Il Galimberti non è sottoposto a DASPO ma è tenuto lontano dagli stadi da un art. di legge a forte rischio incostituzionalità..tanto è vero che in EU non vale

    1. Scritto da Mark

      Il problema é che ha anche altre condanne (tra le altre un’aggressione con tanto di testata ad un giornalista). Queste si che pesano in EU e magari non ti impediscono l’accesso nello stato ma ti guadagnano un occhio di rigurado. Specialmente se sei un noto destabilizzatore della quiete pubblica (i.e. tafferugli e compagnia bella).
      Mi pare palese che la polizia GB abbia fatto intendere che l’Italia garantiva per questo personaggio. Han deciso di scortarlo per tenerlo d’occhio.

  12. Scritto da Attilio

    mi sembra giusto che con il successo della festa della DEA Galimberti faccia una gita in compagnia dei suoi collaboratori. Poi la Digos è già un costo anche se rimangono a casa, bene che facciano qualcosa anche loro, in Gran Bretagna possono maturare esperienza internazionale. Galimberti volenti o nolenti ci rappresenta. Noi a Bergamo andiamo tutti alla festa della DEA, o no? c’era anche il presidente !

    1. Scritto da rappresentanze

      amico mio, calma e gesso. Il galimberti rappresenta te e quel gruppetto di persone che frequenta al curva (ed anche tra questi c’è chi esige che vengano fatte delle distinzioni)… al contrario di quanto pensi il calcio, la partita, gli striscioni e le risse, sono la principale ragione di vita di una percentuale bassissima della popolazione… (non credo sia necessario fare proporzioni). questo per dire che la maggior parte dei bergamaschi si vergogna di gente come il bocia.

      1. Scritto da Stefano

        Mai stato più d’accordo: chi è che rappresenta il bocia???? Non scherziamo…

    2. Scritto da Daniele Ponzoni

      MI scusi rappresenta chi?

      1. Scritto da fabio

        Rappresenterà lei…io non mi sento rappresentato da un simile personaggio…io mi dissocio dai comportamenti del presidente della squadra che amo e non pensavo mai di poterlo dire, ma rimpiango Ruggeri….Percassi dovrebbe verognarsi del rapporto che ha con gli ultras

  13. Scritto da rastrel

    Il Bocia è il dodicesimo uomo in campo, voialtri solo poveri invidiosi e pavidi pecorelli.

    1. Scritto da Ste

      Peccato che le trasferte dei poliziotti non le paga ne il bocia ne l`atalsnta….paghiamo noi con le tasse.uno schifo

      1. Scritto da Grandeivan

        Bastava tenere la Digos a casetta e il problema non sussiteva.

  14. Scritto da Trab

    Mi indigna molto di più sapere di stipendi e pensioni di politici e magistrati, di clandestini serviti e riveriti, di assassini liberi e di cittadini che si difendono in carcere… Se non avessi queste cose di cui indignarmi lo farei per il Bocia e la sua trasferta scortato (anche se credo la digos ci sarebbe stata anche senza di lui, come sempre)

    1. Scritto da Mark

      Vorrei ricordarti che é una spesa inutile che viene a pescare direttamente nelle tue tasche di privato cittadino. E ti posso assicurare che non é l’unico caso. Inoltre questo fenomeno contribuisce ben di piú alla povertá che i clandestini (prendiamo i soldi dall’Europa, contrariamente a quanto Salvini ‘n’ friends vi fan credere). Salvini, altra spesa inutile insieme alla Minetti o al Trota, che incide sul bilancio italiano piú di tutti i migranti messi assieme.

  15. Scritto da Barba

    Ma non era più semplice accordarsi con la Polizia inglese e farlo scortare da due agenti inglesi? Forse era troppo semplice…

  16. Scritto da Marco C.

    Belotti non ha nulla da dichiarare?

  17. Scritto da er lupo

    che stato!!! in ogni senso!!!

  18. Scritto da miro

    Io mi indigno nel vedermi rappresentato all’estero da un figuro simile.

  19. Scritto da 081

    “Bergamaschi nel mondo”

    1. Scritto da tino

      Ampia la letteratura sui napoletani nel mondo e in Italia, ove al nord si dedicano alle attivita’ più svariate (eufemismo)

    2. Scritto da Lapalisse

      Di solito lavorano e godono di rispetto unanime, e non sarà certamente un tifoso a cambiare la storia e la dignità dei nostri migranti. Battuta penosa, specialmente pensando ai tanti mafiosi e parassiti che hanno sputtanato l’Italia in tutti i continenti.

    3. Scritto da gigi

      ma che sta a’ ddi’, guaglio’..?.il primo agosto i suoi amici hanno provocato incidenti prima di Nizza-Napoli, a Londra tutto ok

  20. Scritto da Guido da bg

    Aria fritta. Le leggi europee permettono questo. Bocia era libero di andare. La presenza della Digos è stata richiesta dall’autorità inglese. Guerini al contrario dove era quando Bocia arringava la squadra, dirigenti atalantini compresa proprietà ? Allora nessuna lettera di indignazione ?

    1. Scritto da Guido da bg

      Non ho problemi di comprensione. Nemmeno d’italiano. Non difendo il bocia. Sa Difendersi da solo.. Mi difendo dalle lettere inutili in aria di politichese, quando invece servivano in altri contesti che ho evidenziato. Ma questo non lo hai capito

    2. Scritto da Luigi

      Guido, hai diversi problemi di comprensione. Rileggi l’articolo, e’ contro il viaggio istituzionale della digos e non contro il bocia.

  21. Scritto da Giampaolo Rosa

    …ecco perchè-pur da sempre affezionato all’Atalanta-sono 65 anni che mi rifiuto di andare allo stadio! Invece di protestare inutilmente,perchè non attuare lo”sciopero dei tifosi”?!

  22. Scritto da Marco

    Sig.Guerini guardi che saranno due o tre decenni che ispettori della Digos seguono gli ultras in trasferta. Non seguono solo un individuo ma tutta la tifoseria. Acuto.

    1. Scritto da pedro

      questo non fa che aumentare l’indignazione di quanti, come il sottoscritto, ritengono che certi personaggi andrebbero trattati in modo diverso… anche (ma non è il motivo principale) per evitare spese inutili.

  23. Scritto da Bensta

    La cosa che mi indigna è che si spendano soldi pubblici ogni volta che c’è una partita di calcio per tutelare l’ordine pubblico mentre le società di calcio spendono milioni di euro per l’acquisto di calciatori + o – bravi. Perché l’ordine pubblico prima, durante e dopo la partita non viene garantita dalle citate società magari risparmiando sugli ingaggi? in questo modo lo Stato potrebbe impiegare i soldi pubblici per qualcosa di più serio, per esempio creare posti di lavoro ai giovani?

    1. Scritto da Mark

      E secondo te lo stato li spende per i giovani se ha piú liquiditá? Apriamo gli occhi! I soldi ci sono per lo stato solo che vanno a finire nella corruzione.
      É per altro dovere dello stato tutelare i cittadini e l’ordine pubblico. É parte del suo lavoro. L’unica cosa che lo stato puó fare é non autorizzare le manifestazioni (partite). Invece di cercare sempre la “privatizzazione” che é ben lontana dall’essere la manna dal cielo, investiamo sull’educazione civile, che é quello che manca.

  24. Scritto da Tino

    … appunto perché la scorta ai “tifosi” ?
    lasciamoli in mano alle polizie degli altri Paesi, che sono meno morbide della nostra e magari li tengono al fresco un po’ sollevandoci dal dover “ammirare” ogni giorno le loro imprese.

    1. Scritto da Chidelpala

      Perché secondo lei tutti i tifosi che seguono la squadra in trasferta vanno arrestati.
      Che tristezza.

  25. Scritto da franco

    certo, mica scemo, lui, per noi ahinoi il responso è npò diverso …..

  26. Scritto da Anders

    Cosa che più indigna è il sig.Daniele Belotti che ha lodato l’iniziativa. Il suddetto si deve decidere o fa l’uomo pubblico o fa l’ultras

  27. Scritto da Augusto

    questo è sempre più il paesiello dei cafonazzi e dei parassiti lavativi

  28. Scritto da gio

    E io pago e io pago e gli italioti pagano

  29. Scritto da vikingo62

    E poi parlano di tagli alla spesa …. Siamo in uno stato allo sbando dove paga di più non rispettare le regole che essere cittadini corretti.

  30. Scritto da Pippo1907

    Il Bocia è andato in pulmino vecchiostile ultras

  31. Scritto da giovanni

    bene ha fatto Guerini a dare questa notizia che ben pochi sanno; non sapevo di questi “privilegi da alta casta politica borghese”, tipici di un sistema che non sa valutare le effettive necessità di una collettività, le cui priorità non sono certamente quelle di accompagnare lor Signori allo stadio, al teatro…

  32. Scritto da Luca

    La scorta della DIGOS in trasferta c’è’ da anni a prescindere da Bocia.
    Quindi invece di scrivere a Bergamonews scriva direttamente a Prefetto Questore e magari pure al Ministro dell’interno.