BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, l’addio di Marino: “Qua è finito un ciclo, giusto che io vada via”

Pierpaolo Marino lascia l'Atalanta. Nella mattinata di mercoledì 5 agosto la società ha reso noto di aver interrotto consensualmente il rapporto di lavoro con l'ormai ex dirigente: "I momenti più belli di questi 4 anni? La vittoria di Napoli. La salvezza dopo la penalizzazione di meno 6. E poi tutte le feste della Dea".

Più informazioni su

"Qua è finito un ciclo, quindi è giusto che io vada via". Sono le ultime parole Pierpaolo Marino da direttore generale dell’Atalanta. Nella mattinata di mercoledì 5 agosto la società nerazzurra ha infatti reso noto di aver interrotto consensualmente il rapporto di lavoro con l’ormai ex dirigente, come lui stesso aveva richiesto.

http://bit.ly/atalanta-marino-addio

Ecco il comunicato pubblicato sul sito ufficiale nerazzurro:

Atalanta B.C. S.p.A. comunica di aver risolto, consensualmente con il Direttore Generale Pierpaolo Marino, che lo aveva richiesto, il contratto di lavoro in essere, in scadenza il 30 giugno 2017. Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta, nel ribadire i sentimenti di grande stima ed amicizia nei confronti di Pierpaolo Marino, che resteranno intatti per sempre, lo ringraziano per il fondamentale lavoro svolto in oltre quattro stagioni sportive di eccellenti risultati. 

"A maggio, al termine del campionato, mi sono reso conto che qua era finito un ciclo – le parole di Marino nella conferenza stampa di addio – . Ne ho parlato subito con il presidente, e lui in queste settimane ha fatto di tutto per convincermi a rimanere. Ma alla fine ho preso la mia decisione.

Ringrazio la famiglia Percassi, Zamagna, Spagnolo, Bergamo e i tifosi dnerazzurri. In particolare quelli della Curva Nord. I momenti più belli di questi 4 anni? La vittoria di Napoli con i tifosi ad aspettarci in aeroporto. O la salvezza dopo la penalizzazione di meno 6, il primo anno che ero qua. E poi tutte le feste della Dea". 

Ecco i tweet della nostra diretta durante la conferenza stampa di Marino:

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felar

    Mi chiedo come mai non ci siano contestazioni verso la presidenza, se fosse successo con Ruggeri chissà che caos e manifestazioni!!!

  2. Scritto da Renato

    siamo allo sbando la serie b s’avvicina, poi avremo pure penalizzazione di punti AIUTO

  3. Scritto da julius

    peccato, mi dispiace tanto.
    Perdiamo un grandissimo professionista, importante tassello, dubito che potrà essere rimpiazzato degnamente.
    Grazie Marino!

  4. Scritto da Meglio

    Questo si è risentito per il fatto che non poteva più fare mercato. Questa è la verità

  5. Scritto da marinismi

    “Quando è finito un ciclo”….Ma che giustificazione è?!? Come motivare senza dare alcuna motivazione.