BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sosta selvaggia, auto in contromano: via Pignolo dimenticata dalla Giunta” fotogallery

“Auto in contromano e in divieto di sosta anche in prossimità dell'incrocio o di fronte ai portoni, scooter che occupano i marciapiedi, buchi nel marciapiede e pavimentazione vetusta, mobile e rumorosa": è questa la situazione di via Pignolo Alta segnalata da un residente e proprietario di un Bed & Breakfast.

Più informazioni su

“Il Borgo più antico e peggio considerato (dall’Amministrazione) di Bergamo”: inizia così la lettera di protesta inviata alla nostra redazione da un residente, nonché titolare di un Bed & Breakfast, di via Pignolo che denuncia problemi di manutenzione e viabilità nella parte alta della via.

Una specie di dossier corredato da fotografie che immortalano auto in contromano e in divieto di sosta anche in prossimità dell’incrocio o di fronte ai portoni, scooter che occupano i marciapiedi, buchi nel marciapiede e pavimentazione vetusta, mobile e rumorosa.

“Problematiche che, insieme ad altre, sono state più volte sottoposte al Sindaco, all’Assessore Zenoni e ai responsabili della Polizia Locale – continua la lettere – ma per le quali abbiamo solo ricevuto un gran silenzio. Il dottor Ribolla (capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale a Bergamo ndr) ha inoltrato pure un’interrogazione alla Giunta, ma ancora nulla. Nel frattempo il Borgo più antico e frequentato dai turisti di tutto il mondo, è un colabrodo. Vi assicuro che abitandoci e avendoci un B&B frequentatissimo da stranieri, compresi americani ed australiani, il menefreghismo dimostratoci sinora, fa tristezza”.

L’interrogazione a risposta scritta è stata presentata da Alberto Ribolla il 23 luglio scorso e chiedeva all’amministrazione comunale se fossero previsti interventi per “l’urgente sistemazione e l’allargamento di alcuni punti del marciapiede; la sistemazione dei punti più dissestati della pavimentazione stradale; l’installazione di una segnaletica stradale adeguata affinchè si riduca la velocità di attraversamento; l’installazione di paletti o fioriere nelle zone di sosta selvaggia all’inizia della via (utilizzando magari quelli tolti da via Tasso)”.

Tra le problematiche segnalate dal capogruppo del Carroccio, il grande flusso viabilistico nelle prime ore del mattino e di notte che, unito al manto stradale dissestato in moltissimi punti, crea “vibrazioni rumorose per i residenti e pericolose per gli affreschi e i decori all’interno dei palazzi antichi”.

“Sarebbe opportuno prendere dei provvedimenti per tutelare il borgo ed i suoi palazzi storici – fa notare Ribolla – oltre che per rendere sicuro l’attraversamento dei veicoli e dei pedoni, visto che ormai la via è diventata il percorso privilegiato di turisti e cittadini che si recano all’Accademia Carrara, in Gamec e in Città Alta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lol

    pinzimonio, le multe della pignolo bassa arrivano però. l’ho pagata io, per entrare nella ztl!

  2. Scritto da Cittadino

    Prima della viabilità . pensiamo alla sicurezza. Ci stiamo riempendo di microcriminalità e pensiamo ad un senso unico?

  3. Scritto da pablo

    naturalmente, fino ad un anno fa Ribolla non si era accorto di nulla… o forse via Pignolo era in condizioni diverse rispetto ad oggi?!? il vero problema è l’inciviltà del cittadino medio, ma il problema pratico è il mancato intervento della polizia locale.

  4. Scritto da Mirko Isnenghi

    Con tutto il rispetto di Ribolla, ma solo un anno fa non era lui in maggioranza? Oltre tutto l’assessore ai lavori pubblici era del suo partito. Non credo che i problemi della via sono nati solo oggi. A questo punto un modesto mea culpa ci vorrebbe. In ogni caso spero che l’attuale amministrazione prenda provvedimenti.

  5. Scritto da angilberto

    Siamo alle solite. Il privato che fa i c. propri e il pubblico che non fa. Osserviamo le strade periferiche e gli svincoli delle tangenziali, sporcizia ovunque, erbacce enormi ai margini e a ridosso dei guardrail segnaletica orizzontale ormai inesistente… Magari è compito della provincia ma certo è che ci presentiamo malissimo a chi viene da fuori. Piccolo spartitraffico in via S. Martino che immette in via Borgo Canale una pena, 2 mtq. di erbacce alte 1.5 mt….A volte basterebbe poco…

  6. Scritto da alessandro

    e che dire di Via 3 Armi? muri perimetrali demoliti e mai ricostruiti, ciglio stradale crollato e mai ripristinato, sede stradale diventata veramente stretta tanto da rendere problematica la circolazione nei due sensi, e ciliegina sulla torta varco di accesso in città alta non presidiato dalle telecamere con il risultato di grande traffico abusivo nel we…

  7. Scritto da Mario

    Anche fare i divieti di sosta e’ sicurezza stradale non solo fare il telelaser per poi fare comunicati stampa quando si sanziona chi va a più di 150 km/h. A proposito ma i telelaser hanno il regolare certificato di taratura? Altrimenti le multe non si possono fare. Cari vigili oggi il cittadino è informato quindi non facciamo i furbi!!!!

    1. Scritto da pen

      mah mah
      in realtà il cittadino è anche informato che se c’è un limite va rispettato e se li supera è lui che fa il furbo…

      se poi non è in grado di capire il significato di un cartello allora è il problema è di chi gli ha dato la patente

      certificato di taratura? giusto che ci sia ma non spostiamo il problema sulla taratura dello strumento… dai.. non giustifichiamo chi non rispetta banali regole di sicurezza

  8. Scritto da Vikingo62

    L’Italiano medio prima devasta e rovina il patrimonio pubblico (del quale per definizione è il comproprietario …) poi si mette fuori dalla porta del Sindaco di turno a piangere ed invocare interventi risolutori. La questione però è solo una: la totale mancanza di civilità. Nel caso in questione per ora l’unico rimedio sarebbe sanzionare i trasgressori destinando i proventi ai lavori stradali ma evidentemente esistono zone della città di seria A e altre di serie B …

  9. Scritto da pinzimonio

    Non crediate che Pignolo Bassa – Piazzetta S. Spirito sia meglio…macchine con permesso di SOLO TRANSITO parcheggiate tutte le notti, anche sul sagrato della Chiesa. Vigili visti una volta l’anno, mai di notte!

  10. Scritto da nada

    Poi fioccano le multe e ci son quelli che si lamentano. Vedi lo stesso Ribolla.

  11. Scritto da Luciano Avogadri

    Dimenticate dai Vigili. Cominciamo a dare la responsabilità a chi ce l’ha, perchè è pagato per quello. Smettiamola di fare come i bambini e di dare addosso ai “Politici” perchè è troppo difficile impegnarci a capire chi deve fare un lavoro. O forse è meglio evitare di “urtare” qualcuno, mentre i “Politici” vanno sempre bene?

  12. Scritto da carlo

    quando intervengono i vigili vi lamentate,se non intervengono vi lamentate decidetevi o una o l’altra

  13. Scritto da giggi

    quando c’era tentorio invece era in un palmo di mano! ribolla vorrebbe farne carne da macello: fioriere, paletti, allargamenti, segnaletica stradale a più non posso. ha chiesto al soprintendente? si faccia una ztl feroce a prova di furbetti.

  14. Scritto da arrigo musitelli

    Io abito in via San Tomaso e la situazione è esattamente la stessa, non solo si parcheggia in divieto di sosta o nei posti riservati ai residenti, ma pure male, con macchine lasciate come capita e che occupano metà strada.

    1. Scritto da miro

      Però non si possono fare multe altrimenti le opposizioni vanno all’attacco!