BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il procuratore nazionale antimafia: “La ‘ndrangheta colonizza anche Bergamo”

In un'intervista a Il Tirreno, il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti traccia un bilancio a due anni dalla nomina."La ’ndrangheta colonizza molte zone del Nord Italia, tra queste anche Bergamo".

"La ’ndrangheta colonizza molte zone del Nord Italia, tra queste anche Bergamo". In un’intervista a Il Tirreno, il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti traccia un bilancio a due anni dalla nomina.

"Le ’ndrine hanno colonizzato Lombardia, Piemonte, Emilia e registriamo infiltrazioni, da queste regioni, anche nel Veneto dove ci sono indagini in corso. Ma sono ovunque, dal Canada all’Australia, un fenomeno gravissimo".

Non basta forse la relazione del numero uno dell’Antimafia per descrivere "una delle organizzazioni criminali più pericolose del pianeta e nonostante i colpi assestati dalle procure, nettamente la più forte". "Mafia capitale è il nuovo volto, è autoctona ma ha mutuato stile dalle mafie tradizionali, con una forza corruttiva in più: la violenza come “carta di riserva”".

Dati sul potere dei clan calabresi?

"A differenza delle altre organizzazioni che ricavano parte consistente dei propri ricavi nella regione di origine, i ricavi della ’ndrangheta provengono dalla Calabria solo per il 23%, dal Piemonte il 21%, dalla Lombardia (16%) dove il fenomeno è gravissimo ed è stata accertata l’incidenza a Pavia, Varese, Como, Brescia, Bergamo, Mantova e Cremona, dall’Emilia-Romagna (8%), dal Lazio (7,7%) e dalla Liguria (5,7%). Quindi, il 50% dal Nord-Ovest. Le estorsioni forniscono il 45% dell’importo delle mafie, seguite da droghe (23%), usura (10%), contraffazione e sfruttamento sessuale. La ’ndrangheta è così potente anche per la sua unitarietà. Le altre arretrano. I broker di Scampia riescono a trattare droga con i colombiani ma sono nettamente inferiori ai clan calabresi che controllano il traffico". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da BeRGHEM

    “La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.”
    Paolo Borsellino

    1. Scritto da Giorgio

      Praticamente tutto ciò che fa la classe politica italiana, a parte i grillini: compromesso morale per poltrone e denaro (perché ovviamente non trattasi di missione per il bene del proprio Paese). Felice di saperlo

  2. Scritto da beppe

    Oramai repubblica non piú fondata sul lavoro ma sulla…. Mafia. D’altronde oramai è la maggiore fonte di economia. Si potrebbe legalizzare e tassare…

  3. Scritto da ct

    E vi stupite?
    Tutti i ristoranti-pizzerie “caratteristici”, con solo personale “caratteristico” che sono sbocciati negli ultimi anni in città, sono sicuramente il frutto di risparmi accantonati da oneste famiglie di lavoratori.

  4. Scritto da BeRGHEM

    SUSANNA AMBIVERO.BLOGSPOT.IT/2010/03/lombardia-dimmi-dove-abiti-e-ti-diro-il tuo clan.
    Qui trovate l’ elenco di tutti i clan mafiosi presenti in Lombardia.
    Basta digitare in google “dimmi dove abiti”.. e compare in automatico “e ti diro’ il tuo clan”. (pazzesco)
    Un consiglio a tutti: girate le info sull’ argomento a tutte le persone che conoscete. Piu se ne parla e più si sconfigge questo male. Girate il link di libera come il link appena citato.

  5. Scritto da Andrea

    Appena parli di mafia in lombardia la lega si agita, si smarca, giunge quasi a negare il fenomeno, nonostante l’evidenza dei fatti. Come mai? Sarà perchè in 20 anni di governo regionale e quasi altrettanti a livello nazionale ha fatto poco o nulla?

    1. Scritto da BeRGHEM

      La Lega ha ben presente quale e’ la situazione delle mafie in Lombardia. Le famiglie calabresi dell’ a ndrangheta sono presenti soprattutto nel milanese e in Brianza almeno dagli anni 80, 30 anni insomma. In internet si puo’ trovare anche l’ elenco dei nomi delle famiglie, Bergamo compresa. Nessuno si agita, piuttosto concordo che se ne dovrebbe parlare di più. Migliaia sono i beni sequestrati in Lombardia grazie alla collaborazione tra magistratura e politica.

  6. Scritto da Michele

    Viviamo un dopoguerra di espansione della popolazione meridionale su tutto il territorio nazionale (per lavoro). Nelle istituzioni, a parte una breve parentesi del Cavalcante insieme alla lega, gran parte dei governanti italiani provengono dal sud. Cito solo gli ultimi: Napolitano, Alfano, Grasso, Mattarella, Boldrini, etc…. Inevitabile che insieme al bello si diffonda anche il brutto di tali culture!

  7. Scritto da chester

    Un esponente della lega mi disse che la questione mafia è un problema marginale…!

  8. Scritto da vacario

    La lega è impegnata a fondo nella lotta all’infiltrazione delle cosche in Lombardia.
    Ha capito che il fenomeno si contrasta soprattutto sconfiggendo quella cultura.. Come? Distribuendo ai bambini libri di testo in dialetto bergamasco…

    1. Scritto da + verande x tutti

      E ti pareva che non fosse colpa della lega anche la colonizzazione calabrese? Non sai proprio vedere oltre il tuo naso? Mi spiace per te. Per la cronaca: non tutti i calabresi sono ‘ndranghetisti, ma tutti gli ‘ndranghetisti sono calabresi. Vedi un po tu…

      1. Scritto da Luigi

        Considerando che giusto Maroni diceva che al nord la mafia non esiste, e che la Lega ha potere da parecchi anni… mi sa che magari lei ci vede benissimo, ma difetta di memoria.

        1. Scritto da + verande x tutti

          Peccato che sia la sua di memoria a difettare: mi citi sove e quando avrebbe detto una panzana simile, per cortesia. Altrimenti faccia doverosa ammenda.

      2. Scritto da vacarIo

        non mi pare il caso di parlare di colonizzazione calabrese proprio ora che Salvini si presenta anche al Sud. La questione, se riesci a capire, è che la lega, a qualsiasi livello, si è presentata come il partito della sicurezza, salvo prendersela solo con i ladri di polli mentre le mafie prosperavano in Lombardia (o padania?)
        Pota…

        1. Scritto da + verande x tutti

          Pur di parlar male della lega scrivi cose che non c’entrano niente. Hai qualche problema…

  9. Scritto da BeRGHEM

    .. qualche giorno fa sul Fatto Q,: Oggi alla Camera le norme -scandalo sul processo penale. Parla il procuratore di Reggio Calabria: “Grave punire chi cerca di scovare criminali, noi abbiamo bisogno dell’aiuto dei cittadini per raccogliere prove. Il limite di 3 mesi per finire le inchieste? Ridicolo. Il Parlamento? Sembra un lavandino otturato”
    di Beatrice Borromeo | 27 luglio 2015
    Sembra un Italia che funziona all’ incontrario.. aggiungo io.

    1. Scritto da Marino

      Ineccepibile!!! Mi chiedo cosa aspettino le Forze dell’Ordine a fare pulizia e a ristabilire la “legge uguale per tutti”. Sarebbero solo che appoggiati dai cittadini

  10. Scritto da BeRGHEM

    http://www.liberabg.it
    Nel sito trovate il Dossier di Libera sulla Mafie in Provincia di Bergamo.

  11. Scritto da beppe

    Ma se i primi a essere corrotti sono i politici! Abbarbicati ai loro scranni… Azzollini docet! Se fossimo in sudamerica saremmo il peggio dei peggio!

  12. Scritto da menomale

    meno male che qualcuno ha il coraggio di dire le cose come stanno… mi par ancora di sentirlo l’ex ministro degli interni Maroni dire in TV che a milano la mafia non esiste!! Ma il leghisti difensori del nord dov’erano in questi ultimi 20 anni durante i quali la ‘ndrangheta in lombardia ha fatto il salto di qualita’? Non era al governo della regione? Perchè non ha fatto nulla per combatterla? Facile prendersela con rom e profughi.quelli sono deboli ed innocui! Quelli forti meglio non toccarli

    1. Scritto da BeRGHEM

      Sul sito di Repubblica TV trova il filmato dove Roberto Maroni a “Vieni via con me” risponde a Saviano sui risultati fatti dall’ allora governo in materia di lotta alle mafie. Maroni fa l’ elenco dei superboss arrestati (28) e messi al carcere duro, e dei beni sequestrati: 35000 per un valore di 18 miliardi di euro. Risultati mai raggiunti prima.
      Piuttosto fu il prefetto di Milano Gian Valerio lombardi e Letizia Moratti a dire che a Milano la mafia non esiste. Si informi.

      1. Scritto da siinformi

        Si informi lei: quando Roberto Saviano osò parlare, durante il programma “Vieni Via con me”, delle infiltrazioni mafiose al Nord. Non era ancora finita la puntata che già Maroni, allora ministro degli interni, chiedeva scuse e pubbliche rettifiche. I mazzieri berlusconiani, dentro e fuori la Rai, esigevano provvedimenti disciplinari non contro i mafiosi, ma contro Fazio e Saviano….

        1. Scritto da BeRGHEM

          Saviano parlo’ di mafia presente nella Lega. Non di mafia al nord, per la quale Maroni nella sua risposta disse anche che “L’ ANDRANGHETA E’ PRESENTE AL NORD DA ALMENO
          TRE DECENNI”. L’ affermazione di Saviano fu provocatoria, generica e priva di riferimenti specifici.

          1. Scritto da + verande x tutti

            Mi sa che perdi tempo: certa gente crede anche agli asini volanti, basta che glielo dica il partito, magari tramite il giornale di debenedetti

    2. Scritto da er lupo

      x definire i rom innocui ci vuole un bel coraggio….guarda che quelli che vedi ai semafori sono solo una parte…gli altri sono in giro a fare “affari”…

      1. Scritto da alconfronto

        beh naturalmente il riferimento e’ fatto rispetto alla criminalita’ organizzata… chissa’ perche’ nessun leghista ha mai espresso una parola di condanna mentre la ndrangheta prosperava come non mai (come dimostrato nelle inchieste di milano) in lombardia. Cioe’ chi era al governo mentre le aziende della ndrangheta vincevano appalti su appalti?!? E perche’ non parla di ruspe contro i mafiosi salvini ma solo contro i “poveri martiri”? Coda di paglia.. forti con i deboli ed amiconi dei forti

  13. Scritto da Luigi

    Questo è il problema della Lombardia. Chissà perchè la Lega invece sposta l’attenzione su quattro clandestini che non vogliono nemmeno rimanere da noi. Forse Belsito, il loro ex tesoriere, centra qualcosa?