BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mostre in tutta Italia per lo scultore orobico Luigi Oldani

Intensa estate artistica per lo scultore bergamasco Luigi Oldani. L'artista sarà protagonista di diverse esposizioni in tutta Italia, da Capalbio a Cittadella. Nel comune padovano porterà il nuovo allestimento di “Habemus Papam”, esposizione itinerante dedicata ai pontefici dal Concilio Vaticano II a Francesco.

Intensa estate espositiva per l’artista bergamasco, Luigi Oldani.

È fissata giovedì 13 agosto la data dell’inaugurazione della mostra “Volto, specchio dell’anima?” a palazzo Collacchioni, a Capalbio (Grosseto), borgo medievale di rara bellezza.

Mostra di cui l’autore spiega: “Inizia qui un nuovo progetto artistico, una raccolta, o meglio una ricerca, che sto portando avanti da qualche tempo sul ritratto e sull’uguaglianza tra gli uomini. Disegni eseguiti a matite su carta, tutti nel medesimo formato di cm 18×18. Qui si potranno trovare volti di personaggi noti, meno noti, o sconosciuti ai più, a cui per titolo all’opera, ho dato il solo nome di battesimo. Ad ognuno di loro ho cercato di catturare l’Anima per qualche istante, e nel mentre pongo la domanda: ‘Volto, specchio dell’Anima?’".

L’esposizione di palazzo Collacchioni fa seguito alla personale tenuta lo scorso anno, sempre nella cittadina grossetana, dove migliaia di persone hanno visitato il castello sede della mostra. Anche per il 2016 Oldani ha accettato l’invito dell’amministrazione locale che ha patrocinato l’evento.

Sabato 5 settembre, poi, la chiesa del Torresino in Cittadella (Padova) sarà la nuova tappa della mostra itinerante dedicata ai pontefici dal Concilio Vaticano II a Francesco. Un allestimento promosso con il patrocinio del Comune di Cittadella e della Fondazione Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

L’esposizione ha avuto la sua anteprima assoluta al convegno organizzato dalla Fondazione Papa Giovanni XXIII e dall’Istituto Paolo VI, dal titolo “Giovanni XXIII e Paolo VI i papi del Concilio” tenuto nell’aprile 2013 al Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo. Successivamente, ha fatto tappa in provincia, a Dalmine, (parrocchia sant’Andrea) e a sant’Omobono Terme (Centro Studi Valle Imagna) – Abano Terme (parrocchia san Lorenzo), poi di nuovo in bergamasca al Macs Museo d’Arte e Cultura Sacra di Romano di Lombardia; e a Capalbio. Inoltre, è già in programma per il 2016 l’allestimento a Padova, nel prestigioso chiostro presso la Basilica di Sant’Antonio.

Da ricordare che opere della collezione, sono state donate dalla Diocesi di Bergamo a papa Francesco, durante l’incontro del 3 giugno 2013 in occasione della celebrazione per il cinquantesimo della morte di Papa Giovanni XXIII.

Di questo lavoro, nel catalogo che accompagna la mostra, lo scultore Ugo Riva scrive: “…La prima sensazione che ancora oggi ben ricordo è proprio questa: linee morbide che si rincorrono come nei campi di grano o di erba medica appena tagliata sui pendii del Montefeltro, dove per anni ho avuto il piacere di passare la primavera e l’estate godendomi quella luce che ritrovo intatta nelle opere di Piero. Ma quelli non erano ritratti, ‘non gli interessa più la somiglianza’, dicevo tra me e me anche se questa c’era eccome!. Qualcos’altro era il sale di queste piccole formelle, qualcosa che mi catturava e intrigava… Il taglio! Ecco cos’era! Un taglio moderno, quasi da Photoshop, dove i contorni si perdono e rimane in evidenza solo un particolare. Potevi girarle sopra o sotto, da un lato o dall’altro e tutto funzionava. C’era un superamento del ritratto tout court: Oldani aveva tolto i punti di riferimento, dal collo alle spalle fino alla nuca, c‘era l’abbandono dell’immediata riconoscibilità…”.

In questo nuovo allestimento, si propongono sei bassorilievi in bronzo con i ritratti dei pontefici completi dei disegni preparatori, nonché una serie di fotografie eseguite durante le fasi di lavorazione, dal fotografo, Ugo Verza di Abano Terme (Padova), scattate direttamente in fonderia, la Fondart di Valbrembo (BG) dove Oldani fonde tutte le sue opere. Catalogo di fresca pubblicazione, in galleria.

L’orchestra Giovanile Cittadellese dell’associazione Circle Symphony Orchestra di Cittadella, diretta dal Maestro, Giulio Svegliado, accompagnerà musicalmente il vernissage.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.