BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mappa degli alberi storici: “Dà valore alle case, ma serve più tempo”

E' positivo il giudizio di Giuliano Olivati, presidente provinciale Fiaip, sull'iniziativa lanciata dal Comune di Bergamo in collaborazione con il corpo forestale dello Stato: "Auspichiamo che venga estesa a tutti i comuni della provincia, e ci chiediamo però che senso abbia limitare alla fine di agosto il periodo per raccogliere le segnalazioni dei cittadini"

"Salvaguardare il verde fa bene alla città, al patrimonio immobiliare e alle persone che lo abitano": è positivo il giudizio di Giuliano Olivati, presidente provinciale Fiaip (la federazione italiana agenti immobiliari professionali), sulla mappatura degli alberi storici lanciata dal Comune di Bergamo in collaborazione con il corpo forestale dello Stato (leggi).

"Troppo spesso in un passato non remoto – prosegue Olivati – si sono abbattuti alberi secolari e monumentali per fare spazio a mediocri costruzioni. Il valore immobiliare e la qualità urbanistica di un centro abitato dipendono moltissimo dal corretto rapporto tra costruito e verde, con un occhio di riguardo ai monumenti arborei secolari, da tutelare su suolo pubblico e privato".

"Auspichiamo – aggiunge Olivati – che l’iniziativa venga estesa a tutti i comuni della provincia, e ci chiediamo però che senso abbia limitare alla fine di agosto il periodo per raccogliere le segnalazioni dei cittadini.

Molti sono in ferie o stanno per andarci, la città si sta svuotando per la classica pausa estiva e il censimento, per essere efficace, va chiuso alla fine di settembre e non di agosto. A meno che – conclude il presidente Fiaip Bergamo – non sia un’operazione di facciata, cosa che però non vogliamo credere". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rosanna

    Molta meraviglia sul l’iniziativa che dovrebbe essere compito del comune. Ci sono situazioni in pieno centro di piante storiche a rischio di eliminazione o di potature sbagliate . Fanno però parte di proprietà private. E quindi dovrebbe essere il comune a tutelare il verde.

  2. Scritto da Claudio

    Secondo me il signor Giuliano Olivati dovrebbe andare a rileggere il testo della legge 10 del 14 gennaio 2013…
    Scoprirebbe che il censimento è nazionale e che i comuni avrebbero dovuto iniziarlo già da tempo.