BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aeroporto, la nuova rotta per “salvare” Colognola all’esame della commissione

Lo scorso giugno era arrivato lo stop da parte dell'Enav, l'ente nazionale di assistenza di volo, che aveva definito la nuova rotta “non volabile”. Nelle ultime settimane sono stati svolti nuovi approfondimenti e tutta la documentazione è stata inviata ai primi cittadini dei Comuni della zona aeroportuale.

I sindaci della commissione aeroportuale sono chiamati a valutare la nuova rotta denominata “salva Colognola”, con una virata più stretta rispetto a quella in vigore dal 2009. Lo scorso giugno era arrivato lo stop da parte dell‘Enav, l’ente nazionale di assistenza di volo, che aveva definito la nuova rotta “non volabile”. Nelle ultime settimane sono stati svolti nuovi approfondimenti e tutta la documentazione è stata inviata ai primi cittadini dei Comuni della zona aeroportuale. La sperimentazione della nuova virata è chiesta a gran voce dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori e potrebbe partire “in tempi brevi”, come recita il documento di Enav. Il passaggio obbligatorio prima del via libera definitivo è l’ok da parte della commissione aeroportuale.

Alcuni sindaci non nascondono scetticismo: “Abbiamo ricevuto tutta la documentazione, molto tecnica – spiega Simona Pergreffi, primo cittadino di Azzano San Paolo e coordinatrice dei sindaci della Lega Nord -. Io vorrei capire l’impatto a terra di questa nuova virata, perché dalle schede non è chiaro. E’ anche una questione di metodo. Non possiamo votare senza sapere cosa succede realmente sul nostro territorio. Chiederemo riscontro ad Arpa sulle differenze dei vari tipi di rotte”. La riunione, in programma venerdì 31 luglio alle 11.30 nella sede di Sacbo, potrebbe essere tutt’altro che una passeggiata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Emilio

    Io lavoro in via Moroni prima del passaggio a livello, e da un mese che quando ci sono i decolli e insopportabile, sono bassissimi potremmo anche salutare i passeggeri. Non era meglio la rotta sull’autostrada? C’è stato un periodo che avevano fatto quella rotta? Comunque resta il fatto che qualunque decisione si prenda qualcuno scontento c’è sempre.

  2. Scritto da usiamo il cervello

    Il problema non è “salvare Colognola” magari peggiorando qualche altro quartiere o Comune, ma di rispettare i limiti di sviluppo dello scalo previsti dalla legge (che sono la metà di quelli attuali). Ma delle promesse in campagna elettorale (tutti i quartieri sotto i 60 db cioè la metà di quelli attuali) il Sindaco Gori si è già dimenticato….

  3. Scritto da speedygatto

    partenze in volo verticale

  4. Scritto da go go

    Qui Gori ci cova. vediamo se la mossa è d’effetto o d’efficacia.

  5. Scritto da il gipeto

    bisognerebbe chiarire in quella commissione se è vero quanto affermato da Gori nell’assemblea di colognola che la modifica di qualche rotta porterà all’abbassamento della classificazione acustica della aree di colognola !? Cosa che non credo.