BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tensione in Forza Italia Alessandra Gallone si dimette da vice coordinatrice

L'ex senatrice, consigliere comunale a Palafrizzoni, ha ufficializzato l'addio attraverso una lettera mandata al coordinatore Alessandro Sorte.

Più informazioni su

Alessandra Gallone ha deciso di rimettere il mandato di vice coordinatrice provinciale di Forza Italia. L’ex senatrice, consigliere comunale a Palafrizzoni, ha ufficializzato l’addio attraverso una lettera mandata al coordinatore Alessandro Sorte. Il motivo delle dimissioni è legato soprattutto alla nomina in Sacbo di Gianpietro Benigni (leggi qui). Il nome, scelto dal presidente della Provincia Matteo Rossi, ha ricevuto il via libera da Forza Italia. O meglio, dal coordinatore e assessore regionale Sorte che con Rossi ha instaurato un’alleanza con l’obiettivo di governare via Tasso.

“La mia scelta e’ motivata dall’impossibilita evidente di poter condividere e contribuire agli indirizzi, alle scelte e alle decisioni relative alla vita di questo partito a Bergamo – si legge nella lettera dell’ex senatrice -. Questo per mancanza di dialogo interno a livello interpersonale e di coordinamento (visto che è’ molto tempo che non viene indetta alcuna riunione). Da cui la presa di coscienza del decadimento naturale della mia funzione che oggi ho deciso anche di formalizzare, comunicandolo in forma ufficiale, per una questione di dignità politica e di rispetto per i nostri iscritti. La festa di Ghisalba che ha visto gli organizzatori storici divisi  e la vicenda Sacbo in cui non ho avuto modo di potermi sedere a un tavolo di trattativa per poter garantire una posizione al centrodestra e a Forza Italia, sono solo gli ultimi episodi che evidenziano una situazione di completa indifferenza al rispetto, anche solo formale, dei ruoli. Ritengo quindi esaurito il rapporto di collaborazione indispensabile per poter svolgere costruttivamente questa funzione. Un incarico "di facciata" non mi interessa, soprattutto in un momento così delicato e confuso in cui sarebbe più che mai opportuno lavorare davvero "in squadra". Certa che, nella totale assenza di condivisione programmatica del coordinamento, la venuta meno del mio supporto non possa essere vissuta da te che come ininfluente, ti invio i saluti più cordiali e ti auguro buon lavoro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe Umberto de Weltz

    La baronessa Alessandra Gallone di Altavilla è una brava persona che farebbe bene a porsi delle domande . Ricordo le critiche da lei rivolte al ” comitato per Giorgia Meloni ” cioè all’embrione di Fratelli d’Italia mentre era nel PDL , salvo che poi pochi mesi dopo da Milano venne stata cooptata coordinatrice di Fratelli d’Italia , salvo che poi , non essendo stata fatta assessore regionale ( gli preferirono la Beccalossi ) se ne tornò in F.I. da cui ora esce

  2. Scritto da Revolution

    E’ la F.I. dei giovani e del rinnovamento, in sacbo dopo piccinelli ci mandano benigni ….. posso ridere ?

  3. Scritto da Attilio

    Tutto anacronistico

  4. Scritto da Nuccio

    Che Forza Italia sia la corte di Sorte non è una novità. Però certo che da chi ha il tasso di assenteismo più alta in Consiglio Comunale le critiche sono un po’ stucchevoli

  5. Scritto da Luigi C.

    Cara Alessandra, questa politica e’ bravissima ad allontanare le persone valide, intelligenti e oneste per favorire gli utili idioti e i poltronari. Adesso ti scateneranno addosso il veleno. Ma chi ti conosce ti sostiene e ti apprezza. Prendiamocela con i nostri leader che ci hanno polverizzato.

    1. Scritto da polli

      “Ma chi ti conosce ti sostiene e ti apprezza” io non generalizzerei, ma non è questo il punto… il punto è che i problemi del partito sono gli stessi da 20 anni (qualcuno decide, gli altri devono allinearsi) ma, fino a che avevate il vento in poppa e berlusconi convinceva milioni di italiani di un progetto politico inesistente, vi siete accodati senza battere ciglio… ora il partito va a pezzi e ci sarebbe da rallegrarsi… se non fosse che l’alternativa pare ancora peggio.

  6. Scritto da giggi

    ancora non si è capito che ci stava a fare in forza italia (“il mio cuore sta con fini, ma resterò nel pdl”).

    1. Scritto da bassaiolo

      mi ha tolto la domanmda di bocca