BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Yara, “Massimo Bossetti non è depresso”: negata richiesta di domiciliari

Nell’ordinanza con cui respingono la richiesta dei domiciliari in una comunità e di una perizia psichiatrica sul muratore, i giudici scrivono che Bossetti si presenta "in buone condizioni generali" ed è "per nulla incline a gesti anticonservativi".

Massimo Giuseppe Bossetti resta in carcere e non andrà in una comunità, come avevano chiesto i suoi legali dopo il misterioso episodio di settimana scorsa quando avrebbe tentato di togliersi la vita.

I giudici della Corte d’assise di Bergamo hanno respinto la richiesta degli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Camporini che faceva leva su una presunta depressione del muratore arrestato di Mapello in carcere da oltre un anno per l’omicidio della tredicenne Yara Gambirasio.

Uno stato depressivo che si sarebbe manifestato anche con gesti autolesionistici (smentiti però dai responsabili del carcere) dopo che, nell’ultima udienza del processo a suo carico, erano stati citati due uomini che avrebbero avuto una relazione con sua moglie, Marita Comi.

Nell’ordinanza con cui respingono la richiesta dei domiciliari in una comunità e di una perizia psichiatrica sul muratore, i giudici scrivono che Bossetti si presenta "in buone condizioni generali" ed è "per nulla incline a gesti anticonservativi".

Per la Corte, l’incompatibilità con il regime carcerario "è esclusa da costante monitoraggio dello stato psichico del detenuto che dovrà essere mantenuto e se necessario intensificato". Cosa che difficilmente potrebbe accadere in una comunità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.