BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Svolta sulla tavola italiana: la spesa per frutta e verdura batte quella per la carne

Quasi cento euro, 99,5 al mese per la precisione: questo spendono gli italiani al mese per frutta e verdura. E per la prima volta la spesa per ortaggi batte quella per la carne: 97 euro, infatti, ogni mese vengono in media investiti su pollame, fettine, hamburger...

Più informazioni su

Quasi cento euro, 99,5 al mese per la precisione: questo spendono gli italiani al mese per frutta e verdura. E per la prima volta la spesa per ortaggi batte quella per la carne: 97 euro, infatti, ogni mese vengono in media investiti su pollame, fettine, hamburger…

E’ quasi una rivoluzione, evidenzia la Coldiretti che, in occasione della ‘Festa della frutta e della verdura’ a Expo, annuncia la svolta basandosi su dati Istat. "E’ in atto a livello globale una tendenza al riconoscimento del valore alimentare della frutta e verdura alla quale dobbiamo saper dare una risposta concreta – ha sottolineato il presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo -. L’Italia ha il primato europeo nella produzione che genera un fatturato di 13 miliardi, con 236.240 aziende che producono frutta, 121.521 che producono ortaggi, 79.589 patate e 35.426 legumi secchi".

Gli italiani non sono diventati solo più salutisti a tavola ma sono sempre più appassionati anche degli orti ‘fai da te’: si stima che siano quasi 20 milioni quelli che aspirano ad avere il pollice verde (indagine Coldiretti/Censis). Una passione che contagia soprattutto i più giovani.

La passione crescente per frutta e verdura ha fatto nascere nuove figure professionali: dal "sommelier della frutta", allo scultore che crea opere d’arte con le verdure, al "personal trainer dell’orto".

Tutti hanno partecipato alla coloratissima festa sul Cardo, dove per l’occasione Coldiretti ha distribuito ai visitatori 50 quintali di frutta fresca. "Dobbiamo andare avanti valorizzando sempre più le nostre produzioni e lavorando sull’organizzazione della filiera – ha sottolineato il ministro per le Politiche agricole, Maurizio Martina – promuovendo qualità ed eccellenza e penso che Expo sia un’occasione anche per dimostrare ai 140 Paesi presenti la forza di questa produzione".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da insisto

    si spende di più anche perchè, rispetto a 10/15 anni fa, i prezzi sono aumentati esponenzialmente. (prima mangiare frutta e verdura voleva dire risparmiare sulla spesa, oggi molto meno)

  2. Scritto da Silvio Bettini

    Era ora! C’è gente che mangia la carne tutti i giorni quando due volte al mese bastano e avanzano!!! PROGREDIAMOCI!