BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Caccia” al killer del leone Cecil: è un dentista, ora è ricercato

Per la sua missione l'americano Walter James Palmer ha staccato un assegno da 55mila dollari per poter braccare l'animale, ucciderlo e poi staccargli la testa da tenere come trofeo. Ora il governo dello Stato africano lo cerca per aver distrutto un simbolo del Paese.

Più informazioni su

E’ un dentista americano l’assassino di Cecil, il leone più amato del Parco nazionale Hwange nello Zimbabwe. Per la sua missione l’uomo ha staccato un assegno da 55mila dollari per poter braccare l’animale, ucciderlo e poi staccargli la testa da tenere come trofeo. Ora il governo dello Stato africano gli dà la "caccia" per aver distrutto un simbolo del Paese. E su Facebook il dottor Walter James Palmer è diventato il simbolo del male.

Walter James Palmer si è avvalso della complicità di altre due persone, un cacciatore professionista e il proprietario di una fattoria, che sono stati portati in tribunale con l’accusa di caccia illegale.

La polizia dello Zimbabwe sta cercando l’americano che avrebbe sparato al leone, vera e propria attrazione turistica del parco africano. Un esemplare di 13 anni che tra l’altro era anche coinvolto in un progetto di ricerca dell’Università di Oxford, dotato dal ’99 di collare con sensore Gps per essere sempre localizzato.

I cacciatori, spiega il Telegraph, avrebbero attirato di notte con un’esca il leone fuori dall’area protetta (dentro il parco gli animali non possono essere cacciati) e lo avrebbero ferito con arco e freccia. Dopo 40 ore Cecil sarebbe stato trovato ferito e quindi finito con un fucile, per poi essere decapitato e scuoiato.

Ora, tra l’altro, si teme anche per i suoi cuccioli: dal momento che Cecil è morto, il nuovo maschio dominante Jericho probabilmente ucciderà tutta la sua prole.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Matteo

    Vi stimo e vi leggo spesso però dai.. se ha 13 anni come scrivete (nato nel 2002) non può essere dotato di collare dal 1999.
    così perdete solo credibilità!!

  2. Scritto da Cristina

    Se il leone ha 13 anni …. come fa ad essere dotato di collare?