BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Baby gang in città rapina e minaccia minorenni: preso il “capo”

Poco dopo la mezzanotte, tra martedì e mercoledì, la Questura è stata chiamata da due ragazzi che erano stati picchiati e derubati da un gruppetto di 5 giovani i quali avevano poi preso di mira un altro ragazzo irlandese. Due sono stati arrestati, contuso un agente della Volante.

Più informazioni su

Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato nella notte tra martedì e mercoledì un ventitreenne originario della Colombia, cittadino italiano, e un ventenne marocchino.

Poco dopo la mezzanotte, la sala operativa della Questura di Bergamo, ha inviato gli uomini della Volante nei pressi dell’Edonè, in quanto due ragazzi minorenni, uno italiano e uno moldavo, avevano subito una rapina dai due arrestati, che avevano portato via a uno di loro lo zaino contenente alcuni documenti d’identità.

Uno dei due arrestati, il capo banda, era riuscito a impossessarsi dello zaino colpendo con un pugno al volto uno dei due minori, dopo averlo a lungo stretto per il collo.

Per dimostrare il suo ruolo di leader di fronte all’altro arrestato e agli altri ragazzi della banda nel frattempo sopraggiunti il "capo" prendeva in giro la sua vittima, indossando lo zaino e dicendo“questo zaino adesso è mio”.

Non soddisfatto, il gruppo di ragazzi ha anche minacciato i due minori per farsi consegnare i cellulari.

Le due vittime impaurite a quel punto sono fuggite e hanno chiamato il 112.

Le volanti immediatamente giunte sul posto hanno rintracciato due dei cinque ragazzi della banda che nel frattempo si erano introdotti nel locale, dove avevano perpetrato un’ulteriore rapina ai danni di un ragazzo irlandese che era stato malmenato, tanto che la sua maglietta era ridotta a brandelli e il suo cellulare era stato danneggiato.

Con non poca difficoltà gli uomini della volante sono infine riusciti a bloccare due dei cinque componenti della banda tra cui il leader: nella colluttazione uno dei due agenti è rimasto contuso (guarirà in sei giorni).

Una volta fermati, i due giovani sono stati arrestati e condotti al carcare di via Gleno con l’accusa di rapina aggravata in concorso e resistenza, violenza e lesioni a Pubblico ufficiale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.