BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aiuti alle scuole non statali, dalla Regione 1,3 milioni alle materne bergamasche

In totale sono stati concessi 8 milioni di euro, assegnati sulla base di criteri precisi e delle domande inviate nei mesi scorsi.

Mentre a livello nazionale impazza il dibattito dopo la sentenza che obbliga due scuole private cattoliche di Livorno a pagare l’Ici, in Lombardia la Giunta regionale ha ufficializzato i contributi elargiti agli istituti dell’infanzia paritari. In totale sono stati concessi 8 milioni di euro, assegnati sulla base di criteri precisi e delle domande inviate nei mesi scorsi.

Il 50% del finanziamento viene attribuito in rapporto al numero di sezioni, il 20% in base al numero degli alunni, mentre il restante  30% è attribuito sulla base del numero delle sedi.

Alle scuole della provincia di Bergamo andranno 1,3 milioni di euro.

Abbiamo realizzato una semplice tabella in cui si possono consultare tutti i contributi concessi agli istituti bergamaschi. Nel campo di ricerca si possono cercare i Comuni e le scuole.

DATAVIZ

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sére

    Nel suo totale, la cifra sembra importante, ma se riferita ad ogni singolo istituto diventa ben più modesta, addirittura se riferita pro-capite per ogni bimbo frequentante, l’importo diventa irrisorio. Esempio su Gazzaniga, che conosco (dove senza questo asilo non ci sono strutture alternative a sufficienza): €_6.176,– con circa 160 iscritti, fa € 38,60 per bimbo per un anno di scuola infanzia!!! Sono € 3,22 per un mese di scuola! . Caro GROSSI, che ne dici? Ti sembra troppo caro?

    1. Scritto da pedro

      potrebbe rapportarla ad ogni genitore, così si dimezza ulteriormente.. così, tanto per continuare a giocare un po’ con i numeri

      1. Scritto da Sére

        La matematica è una scienza fantastica, solo se è usata col raziocinio! Eddai Pedro, non giochiamo coi numeri, ma discutiamo nel merito vero! Sii leale e ammetterai che il pro-capite di spesa per ogni bambino è un dato significativo per descrivere l’accollo di spesa per l’Ente pubblico. La realtà SPECIFICA che ho descritto è bella, è pubblica senza essere statale, come genitore ne sono orgoglioso, mi piacerebbe che tu venissi a vedere, anzi sarebbe bello un approfondimento di BGnews

        1. Scritto da pedro

          sul fatto che i 6.000 euro siano una cifra irrisoria sono d’accordo con lei… ma non serve ricorrere alla matematica, basta dire che una somma così riesci FORSE a cambiare una caldaia, oppure quattro serramenti… detto questo, penso che se qualcuno ricava utili dalla scuola paritaria, ogni contributo dagli enti pubblici sia inopportuno. (questi soldi andrebbero investiti per migliorare ed implementare le pubbliche statali). so già che non siamo d’accordo ;-)

          1. Scritto da Sére

            Asilo Briolini di Gazzaniga (BG – Italia): per statuto dei fondatori ente con ispirazione formativa cristiana (ma oggi tranquillamente frequentato da bimbi di ogni credo!) ente ex ECA, amministrato da un consiglio di amministrazione di nomina del Comune + il parroco. Un ente così è veramente pubblico, appartiene per intero alla comunità locale è proprio una “res publica”. Io mi chiedo perché ha da essere “rejetto” al paragone dell’analoga scuola totalmente a carico dello Stato?

    2. Scritto da Daniele

      La matematica è una scienza fantastica, che ci consente di apprezzare il mondo in dimensione umana. Secondo il suo ragionamento a me risultano 1.300.000€/38,60€=33678 bambini iscritti alle materne bergamasche non statali. Sicuro?

      1. Scritto da Sére

        Sicuro? Sicuro sì! Se l’interlocutore per confutarmi deve ricorrere a giochetti del tipo tuo, abusando di un quoziente che risulta da una situazione determinata per ribaltarlo sulla generalità. Se in altre realtà rispetto a quella che ho indicato (Briolini di Gazzaniga) il pro-capite è più alto, olé magari si arriva ai 10 -12 euro, nondimeno la convenienza pubblica è acclarata. La matematica è una scienza fantastica, solo se è usata col raziocinio!

  2. Scritto da nino cortesi

    È dura essere onesti ma alla fine anche i somari capiranno se non vogliono morire di fame.
    Mi piace sta cosa perché finalmente si delineano le due posizioni nette e cioè gli integralisti dell’onestà e gli altri gli integralisti delle subdole dannosità.