BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pietro Ghislandi sul set del nuovo film di Natale di Leonardo Pieraccioni

L'attore bergamasco Pietro Ghislandi è in queste settimane sul set del film di Natale di Leonardo Pieraccioni dal titolo “Il professor cenerentolo”, in uscita il 10 dicembre. Ghislandi riveste il ruolo di Pangrattato, compagno di cella del protagonista Umberto, ovvero lo stesso Pieraccioni.

Il ruolo di carcerato non lo aveva mai interpretato, c’è voluto Leonardo Pieraccioni per aggiungere alla lunga gallery di personaggi ai quali ha dato corpo e immagine Pietro Ghislandi. L’attore bergamasco è in queste settimane sul set del nuovo film di Natale di Leonardo Pieraccioni, “Il professor Cenerentolo” che sarà nelle sale il prossimo 10 dicembre.

“Con Pieraccioni avevo già girato ‘Il principe pirata’ nel 2001 e ‘Il paradiso all’improvviso’ nel 2003, ma mai nella mia carriera avevo interpretato un carcerato e mi ha fatto molto piacere tornare a lavorare con lui, perché davvero è un grande regista – afferma Ghislandi -. Nel nuovo film “Il professor Cenerentolo” interpreto Pangrattato, il compagno di cella di Umberto, ovvero del protagonista che è Pieraccioni. Il mio personaggio parla con spiccato accento bergamasco”.

Il cast del film, oltre che da Pieraccioni (Umberto), è composto dall’inseparabile Massimo Ceccherini, Laura Chiatti e Flavio Insinna. La sceneggiatura è stata scritta dallo stesso Pieraccioni, insieme a Giovanni Veronesi e Domenico Costanzo.

Il film racconta la storia di Umberto (Leonardo Pieraccioni) che per scongiurare il fallimento della sua ditta di costruzioni tenta un colpo in banca insieme a un suo dipendente (il sempre stralunato e imprevedibile Massimo Ceccherini). Il furto dei due sprovveduti ladri viene sventato, e i malcapitati vengono arrestati e messi in galera nella prigione di Ventotene (il carcere di Santo Stefano, che durante il Confino ha visto prigionieri tanti illustri uomini politici e intellettuali). Arrivato quasi alla fine del suo periodo di detenzione, il compito di Umberto (Pieraccioni) è quello di lavorare durante il giorno nella biblioteca del paese (che nella finzione scenica è appunto quella di Ventotene).

Qui per caso conosce Morgana (Laura Chiatti), dolce e bella, la quale ignora completamente che l’uomo che vede sempre alle prese con libri, fogli ed elenchi sia un detenuto. Una cosa poi che la riempie di curiosità è il fatto che ogni sera, quando scocca mezzanotte, Umberto deve andare via di corsa, proprio come faceva Cenerentola alla famosa festa del principe (da qui il titolo del film). Ma molto dipende dal direttore del carcere (Flavio Insinna) che potrebbe revocare a Umberto il permesso di uscita.

Come andrà a finire? Non resta che attendere l’uscita de “Il professor Cenerentolo”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.