BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sedrina, presidio della Lega contro l’operazione profughi Anche il sindaco in strada

Presidio notturno della Lega Nord alle porte della Valbrembana per ribadire il no all'operazione accoglienza profughi. A Sedrina, dove il Carroccio ha deciso di piazzare gazebo e striscioni, sono stati accolti 126 profughi.

Presidio notturno della Lega Nord alle porte della Valbrembana per ribadire il no all’operazione accoglienza profughi. A Sedrina, dove il Carroccio ha deciso di piazzare gazebo e striscioni, sono stati accolti 126 profughi.

Inizialmente gli accordi tra amministrazione e prefettura erano stati chiari: non superare i 90 profughi. Poi l’emergenza ha imposto a via Tasso scelte diverse, ma l’assenza di comunicazione ha indispettito, e non poco, il primo cittadino Stefano Micheli. Che ha deciso di scrivere una lettera al prefetto: “Scoprire in questi giorni che nella struttura vi sono ora n. 126 persone senza aver ricevuto un minimo cenno informativo dalla Prefettura o altro Ente coinvolto, dopo aver richiesto più volte collaborazione ed informazione, è davvero inaccettabile”. (leggi qui tutta la lettera)

Pur non essendo leghista, il sindaco Micheli ha deciso di fare visita al presidio della Lega Nord. Il primo cittadino è stato immortalato da alcuni militanti del Carroccio. “Sedrina, presidio notturno ‪#‎stopinvasione‬ – si legge nel profilo Facebook della Lega di Palazzago -. Tanta gente che va e che viene, presente l’Amministrazione comunale di Sedrina, Sindaco in testa. Amministrazione che invitava a ‪#‎accenderelamente‬ e‪#‎spegnereipregiudizi‬ e così hanno fatto… abbandonati i pregiudizi verso i razzisti e i cattivi della Lega, sono a fianco a noi per dire al prefetto che così non va bene! Prendere in giro amministratori e cittadini non è corretto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Enzo Galizzi

    Sono l’organizzatore del presidio, ma soprattutto un cittadino di Botta di Sedrina, con una figlia quattordicenne. Mi piacerebbe sapere se gli autori dei commenti”buonisti” e che danno contro la Lega, qui sopra riportati, hanno a che fare tutti i giorni con decine e decine di “ragazzi di colore”, che stazionano, sotto la loro casa. Se anche il primo cittadino Sedrinese, che sicuramente del Carroccio non è, ha voluto farci visita, un motivo ci sarà. La gente, a Botta, inizia ad aver paura…

  2. Scritto da Raffaele

    E dagli sempre addosso alla Lega Nord. La maggior parte della gente è arcistufa di sopportare immigrati, ben pochi profughi da zone di guerra, in genere sono individui senza scrupoli, non si sa bene come abbiano fatto a procurarsi le tante migliaia di euro che servono per il loro viaggio. Quanti concittadini avranno assassinato? Quante donne avranno stuprato? Ma la colpa di tutto è della lega.

  3. Scritto da francy

    qualcosa hanno fatto i cattocomunisti: Hanno ridotto l’Italia ad un enorme immondezzaio multietnico e gli italiani ospiti in casa propria.

  4. Scritto da carmelo

    Grandiosi quelli di Palazzago, con gli ultimi tre sindaci della Lega indagati…

  5. Scritto da Miki

    Ma questi ce l’hanno qualche argomento che non sia il babau e l’ “uomo nero”?

    1. Scritto da pablo

      visto che babau e uomo nero funzionano sempre, non vedo perchè questi “signori” dovrebbero argomentare diversamente.

      1. Scritto da Miki

        Ma funzionano perche’ “noi” li facciamo funzionare!

  6. Scritto da non col vento

    Da Marcinelle a Dallas: ecco la parabola della mite e laboriosa gens orobica. Da terra di patrioti e cattolici illuminati a miserabile incita Vandea leghista