BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Wi fi ora è davvero libero: niente più obbligo di password

Niente più rischi per i locali pubblici che propongono il servizio di wi fi libero. Che ora, dopo il provvedimento introdotto nel “Decreto del fare”, si può definire davvero libero.

Più informazioni su

Niente più rischi per i locali pubblici che propongono il servizio di wi fi libero. Che ora, dopo il provvedimento introdotto nel “Decreto del fare”, si può definire davvero libero. La registrazione di tutti gli utenti era scattata con il decreto Pisanu per prevenire atti terroristici. Già nel 2011 era caduto l’obbligo di identificazione del cliente, ma ora sono stati avboliti anche tutti gli altri obblighi: tracciare gli utenti e le loro connessioni, fornire account e password, richiedere particolari autorizzazioni. Gli esercizi commerciali potranno comunque monitorare chi utilizza la rete per evitare qualsiasi problema giudiziario, ma non è più un obbligo.

La nuova norma recita così: “L’offerta di accesso alla rete internet al pubblico tramite rete WIFI non richiede l’identificazione personale degli utilizzatori. Quando l’offerta di accesso non costituisce l’attività commerciale prevalente del gestore del servizio, non trovano applicazione l’articolo 25 del codice delle comunicazioni elettroniche di cui al decreto legislativo 1° gennaio 2003, n.259 e successive modificazioni, e l’articolo 7 del decreto-legge 27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n. 155, e successive modificazioni”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da BeRGHEM

    Decreto del fare? intanto continuano i disservizi con i treni in Lombardia, in Toscana sembra addirittura andare peggio, il bene pubblico in mano a dei delinquenti. Intanto Roma e’ sommersa dalla mafia e dai rifiuti, a Milano in questi giorni compare su molti muri la scritta “41 bis = tortura” e in Sicilia cadono i viadotti. Questo governo incapace di fare i bene del paese, svende il mare adriatico ai petrolieri, pezzi di aziende agli stranieri. Anche se tolgono la password

    1. Scritto da Luigi

      si ma i maro’?

    2. Scritto da pablo

      grazie berchèm, ma perchè non ci parla anche dell’inquinamento del sebino, dei morti sulle strade, dell’ondata di caldo, della crisi greca, della riforma della scuola… https://it.wikipedia.org/wiki/Benaltrismo

  2. Scritto da er lupo

    isis ringrazia…!!!

    1. Scritto da Luigi

      ahahah ma lei e’ serio?

    2. Scritto da Paolo

      Ah, perché l’isis ha bisogno di wi fi libero? Mah……