BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tassa sui condizionatori da 200 euro”: ecco cosa c’è di vero

Diversi quotidiani hanno lanciato l’allarme sulla tassa sui condizionatori: non è propriamente una bufala, ma si tratta più che altro di un controllo necessario.

Diversi quotidiani hanno lanciato l’allarme sulla tassa sui condizionatori: non è propriamente una bufala, ma si tratta più che altro di un controllo necessario. Il clima torrido di questo mese di luglio ha creato un po’ di confusione riguardo a uno dei “simboli” dell’estate, il condizionatore.

Molti quotidiani, anche autorevoli, hanno parlato infatti di una nuova tassa introdotta dal governo Renzi, una imposta che graverebbe proprio sugli impianti di climatizzazione e riscaldamento.

Si tratta di una batosta da 200 euro che ci ha imposto l’Unione Europea. Qualche precisazione è d’obbligo. In effetti, già lo scorso inverno sono state introdotte nuove regole sui condizionatori. Quelli che superano i 12 chilowatt devono essere controllati con una cadenza periodica, sia per sicurezza che per rispettare l’ambiente. Se la potenza dell’impianto è inferiore non bisogna intervenire.

Al contrario, se la potenza è superiore è necessario convocare il tecnico per ottenere il libretto di impianto, documento in cui si annotano le revisioni.

La prima revisione costerà 200 euro (la batosta ricordata prima), mentre per quelle successive ci si potrà rivolgere a un impiantista di fiducia. Più che di una tassa si tratta di un controllo necessario, dunque l’allarme può essere ridimensionato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da c'è crisi...

    Domanda, se io perdo il manuale d’uso dell’impianto, posso ma norma di legge, senza incorrere in sanzioni, operare un controllo quadriennale?

  2. Scritto da Hot

    La tassa la paghiamo tutti, più gente usa il condizionatore e più avremo calore insopportabile. Come tirarsi la zappa sui piedi senza saperlo.

  3. Scritto da Autogoal

    L’ennesima bufala distribuita a certo popolino beota: Salvini non si è’ accorto che primo devi avere almeno una mega villa da 160 mq, secondo che il libretto obbligatorio è’ stato inserito nel 2005 quando al governo c era lui…

    1. Scritto da info

      Scusa ma cosa c entra salvini con questo articolo?

      1. Scritto da Matteosmemorato

        Leggi qui la legge l’ha votata lui:

        http://www.giornalettismo.com/archives/1863716/matteo-salvini-condizionatori-voto-lega-nord/

  4. Scritto da antonio

    ancora non avete capito, ci stanno sfrattando e i nuovi inquilini già sono qui che aspettano . per quando riguarda la tassa ai politici gli è la pago io ,cosi stanno freschi freschi nella cassa da morto ,spero che ci vadano molto ma molto presto

    1. Scritto da pablo

      ha ragione sig. Antonio, noi non abbiamo capito nulla. non posso che ringraziarla per il suo illuminante commento.

    2. Scritto da Nome (richiestoo) Kurz

      …e provare a imparare l’italiano prima di scrivere? Il condizionatore in certi casi è l’ultimo dei problemi.

  5. Scritto da tiratevi insieme

    ma i giornalisti sanno cosa vuol dire 12 kw?

  6. Scritto da Fausto

    Prima incentivano gli impianti di condizionamento con le agevolazioni fiscali e poi prima ancora di ridarti il 55% in 10 anni, ecco che se li riprendono.

  7. Scritto da tex

    io è 15 anni che ho la caldaietta esterna e non ho mai fatto intervenire un tecnico …………… ladroni !!!!!

  8. Scritto da luca

    Io ho il condizionatore ma non faccio fare nessun controllo in casa non puo’ entrare nessuno.

  9. Scritto da luca

    Io ho il condizionatore ma non faccio fare nessun controllo in casa non puo’ entrare nessuno.

    1. Scritto da furbone

      ti avvisano prima e non puoi evitare di farli entrare, pensi di essere furbo? La provincia ti manda una lettera con cui ti annuncia la visita di controllo.

  10. Scritto da Carlo

    No Marco, dal DPR 74/2013 allegato A cita “PERIODICITA’ DEI CONTROLLI DI EFFICIENZA ENERGETICA SU IMPIANTI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE DI POTENZA TERMICA UTILE MAGGIORI DI 10 kW E SU IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA DI POTENZA TERMICA UTILE NOMINALE MAGGIORE DI 12 kW” per cui non è 5 kW in pompa di calore ma 10 kW

  11. Scritto da Renata

    Politici smettetela di spremerci qui ci fate scappare tutti ,fra poco vi terrete solo i profughi non paganti SVEGLIA basta tasse sulla casa AVETE CAPITO BASTA TASSE SULLA CASA BASTA TASSE sui NOSTRI sacrifici

    1. Scritto da Aldo

      Infatti, invece di leggere solo quello che si vuole informatevi. 12 kw equivalgono a circa 43000 btu. Sempre e solo a lamentarsi.

    2. Scritto da Gino

      Leggi almeno gli articoli , ci vuole così tanto ? Se il concetto di Kw ti è totalmente estraneo evita di scrivere .
      Trovami qualcuno che ha in casa un impianto di quella potenza !!!

    3. Scritto da Luigi

      BASTA IGNORANZA BASTA IGNORANZA BASTA BASTA BASTA! con quella soglia di potenza ci congeli i merluzzi, RENATA SVEGLIA!! (e studia pure)

  12. Scritto da simone

    Non fate mai entrare nessuno in casa vostra. Solo i Carabinieri, previo provvedimento motivato dell’autorità giudiziaria, possono entrare! Ricordate questo!!

    1. Scritto da TT

      Errato Simo i CC,possono entrare in casa tua(privata dimora)anche senza di ciò che tu hai menzionato. Informati!

      1. Scritto da Stecchetti

        Il domicilio è inviolabile occorre l’ordine di un giudice anche per i Carabinieri!. Io comunque ai Carabinieri apro e offro anche un caffè. Ma a nessun altro. Ci sono in giro ispettori pagati dalla provincia a controllare le caldaie. Non fateli entrare!! Eh… guai anche a quelli della RAI!!!

    2. Scritto da Pietro

      E chi diavolo dovresti far entrare , hai per caso in casa un impianto in pompa di calore superiore a 10 kw ? Dove abiti, in un ospedale ?

  13. Scritto da Marco

    Una piccola precisazione. Il DPR 74/2013 introduce il libretto e il controllo di efficenza energetica per le unità di condizionamento che fanno funzione di solo raffrescamento con potenza superiore ai 12 kW (nel caso di unità utilizate anch in pompa di calore il limite si abbassa a 5 kW). Il controllo per l’efficienza energetica è quadriennale ma la manutenzione per la sicurezza è annuale (o comunque con la frequenza indicata sul manuale d’uso dell’impianto).